adv

AZIENDE, SERVIZI, NOTIZIE E INFORMAZIONE DAL MUGELLO E DALLA VALDISIEVE. NEWS MUGELLO E VALDISIEVE, NOTIZIE DALLA VAL DI SIEVE E NOTIZIE DAL MUGELLO. AZIENDE DI PRODUZIONE, COMMERCIO, SERVIZI, NEWS E INFORMAZIONI DALLA VALDISIEVE E IL MUGELLO. NOTIZIE, TERRITORIO, CULTURA, MODA, SPORT, AGRITURISMO, VINO, PRODOTTI TIPICI TOSCANI. AZIENDE DI PRODUZIONE E VENDITA. PUBBLICITÀ E MARKETING TERRITORIALE.

Home  |  WebMail

SIEVE NEWS

AZIENDE E SERVIZI

PER SAPERNE DI PIÙ

FOTOGALLERY

SIEVE WEB TV

CHE TEMPO FA?

ORARIO TRENITALIA

COMMUNITY

LINKS E UTILITA'

ABOUT US

SERVIZI E MARCHI

HOME PAGE

SIEVE NEWS - NOTIZIE ED EVENTI IN VALDISIEVE E MUGELLO

Circolo Fratelli ROSSELLI VALDISIEVE
Periodico Laburista NOTIZIE

A cura della Redazione  |  E-Mail: rosselli.valdisieve@alice.it

 

      LABURISTA NOTIZIE - N.4 - AGOSTO 2011

                     26/9/2011 - LA COMMEDIA

<<<

“Componimento drammatico che ha l’intento di divertire mediante la rappresentazione buffonesca o satirica o morale di talune situazioni”. Possiamo aggiungere al virgolettato, tratto da una enciclopedia, che i più famosi autori della commedia divenuta spettacolo sono stati: Niccolò Machiavelli, con la “Mandragola”, Moliére, il veneziano Goldoni, che con la riforma della commedia dell’arte trasformò il teatro italiano.
A questo punto i nostri lettori si domanderanno: cosa significa un’introduzione così alta tratta dai libri; serve soltanto per rientrare nell’attualità politica, per parlare della situazione economica del paese, e degli immani sacrifici che come sempre vengo richiesti non a tutta la popolazione, ma ai soliti noti.
In questa tragedia tutta italica i maggiori interpreti della “Commedia dell’arte” sono quel milione e mezzo di persone che vivono facendo politica in Italia; dato sconvolgente sia per il numero sia per gli emolumenti che questi signori ricevono in una situazione economica drammatica, dove il governo del Bunga Bunga ci ha portato. I nostri politici hanno iniziata la loro recita che assomiglia tanto ad un film già visto. Il ministro Calderoli,
noto agli stilisti di tutto il mondo per la sua eleganza padana, propone una legge parlamentare per abbassare i costi della politica: questo vuol dire con i tempi parlamentari parlarne tra dieci anni. I Presidenti di Camera e Senato hanno fatto solo rumore mediatico per diminuire alcune spese del Parlamento senza incidere in sostanza su nulla. Un esempio su tutti, la regioni autonoma Sicilia ha spese complessive per la politica più alte della California (teniamo presente la California ha quaranta milioni di abitanti, la Sicilia quattro milioni di abitanti).
In questa tragedia moderna che sa di antico vale come una luce nel buio una frase di Longanesi, sulla bandiera italiana manca la scritta: Tengo famiglia.
Anche dai nostri territori è giunta una richiesta fatta da una ventina di sindaci del Pd (compresi Pontassieve, Pelago e Rufina) rivolta al segretario del Pd. Nella lettera si chiede a Bersani che si faccia interprete del malcontento della popolazione stufa di vedere la casta dei politici che tutte le volte trova il sistema di far pagare gli altri, chiedendo un intervento per fare proposte atte a una diminuzione dei costi della politica.
Leggendo uno stralcio della lettera sul giornale la “Nazione” solo rimasto dubbioso sul contenuto della stessa, se questi signori sindaci volevano dare un contributo vero alla discussione dei costi della politica, dovevano – a mio modesto parere – avanzare anche proposte operative: abolizione delle Provincie, abolizione delle Comunità Montane, revisione e diminuzione di tutte le strutture territoriali che comportano consigli di amministrazione, creare al massimo quattro aziende di igiene urbana nel territorio toscano rispetto alla frammentazione attuale. Un politico di lungo corso ha detto: “a pensare male si fa peccato, ma molte volte ci si indovina”. Io sono in linea con questo pensiero, i nostri sindaci scrivendo una lettera generica hanno dato un segnale di partecipazione al dibattito, e allo stesso tempo hanno pensato a quello che dovranno fare da grandi se tutte le istituzioni di primo e secondo livello fossero tolte.
Viva Longanesi.
fortebraccio