adv

AZIENDE, SERVIZI, NOTIZIE E INFORMAZIONE DAL MUGELLO E DALLA VALDISIEVE. NEWS MUGELLO E VALDISIEVE, NOTIZIE DALLA VAL DI SIEVE E NOTIZIE DAL MUGELLO. AZIENDE DI PRODUZIONE, COMMERCIO, SERVIZI, NEWS E INFORMAZIONI DALLA VALDISIEVE E IL MUGELLO. NOTIZIE, TERRITORIO, CULTURA, MODA, SPORT, AGRITURISMO, VINO, PRODOTTI TIPICI TOSCANI. AZIENDE DI PRODUZIONE E VENDITA. PUBBLICITÀ E MARKETING TERRITORIALE.

Home  |  WebMail

SIEVE NEWS

AZIENDE E SERVIZI

PER SAPERNE DI PIÙ

FOTOGALLERY

SIEVE WEB TV

CHE TEMPO FA?

ORARIO TRENITALIA

COMMUNITY

LINKS E UTILITA'

ABOUT US

SERVIZI E MARCHI

HOME PAGE

SIEVE NEWS - NOTIZIE ED EVENTI IN VALDISIEVE E MUGELLO

Circolo Fratelli ROSSELLI VALDISIEVE
Periodico Laburista NOTIZIE

A cura della Redazione  |  E-Mail: rosselli.valdisieve@alice.it

 

      LABURISTA NOTIZIE - N.4 - AGOSTO 2011

                     26/9/2011 - LA LEGA

<<<

Un fatto che ci stupisce
Di Eriprando Cipriani

Tutti ci ricordiamo delle veementi invettive che vari esponenti della Lega Nord hanno lanciato, a più riprese, contro l'Unione Europea.
Giusto per aiutare i più smemorati, ecco alcune citazioni di due grandi statisti.
, 2005: «l’Euro è una moneta da pazzi. Certo, il "neuro" [è il nomignolo con cui i leghisti amavano chiamare l'Euro] è una cosa scherzosa, ma con un retro assolutamente serio. Non ci hanno mai ascoltato quando proponevamo la misura minima di banconote da uno e due Euro, che avrebbe fatto percepire meglio il suo effettivo valore».
E il grande Bossi, sempre 2005, proprio il giorno del suo commovente ritorno a Pontida: «Sapevo che l’Unione Europea sarebbe fallita».
La Padania, nel 2005, aveva preso ad esibire il prezzo in lire (1936,27) ed a presentare la pubblicità con i prezzi nella vecchia valuta.
Sul prestigiosissimo quotidiano, nello stesso periodo, il direttore Gianluigi Paragone sfoderava pezzi sul cambio di moneta assegnando all’«Eurotary» tutte le colpe dell’attuale situazione economica italiana.
Eppure era stato proprio Bossi a chiedere ufficialmente a Bruxelles, nel 1999, di far entrare la Padania (sì, la Padania) nel nuovo sistema monetario europeo. Ed era stato Calderoli ad aver detto, nel 1995, «la Lira è ridotta a carta straccia». Ed era stato ancora il senatur a Pontida 2001 a dire «se la Lira non fosse entrata nell’Euro, allora non sarebbero fallite soltanto le grandi imprese italiane, ma anche le piccole imprese».
Si dirà: è lecito cambiare idea.
Ma lo scorso giugno, di nuovo a Pontida, Bossi ha definito l'Euro “un errore storico” e ha dichiarato, da fine economista quale evidentemente è: «Forse noi al nord, in Padania, potremmo farcela con un moneta forte ma il sud rischia di fallire. L'Irlanda faceva le padelle e la Grecia non faceva un cazzo; il nostro sud fa un cazzo come la Grecia». La citazione è testuale.
Si dirà: è lecito cambiare di nuovo idea.
Ma in agosto c'è stato un ennesimo ripensamento: la Lega è tornata ad essere europeista. Largo alla Banca centrale europea, specie se ci salva dal fallimento comprando i nostri titoli di Stato.
Evidentemente Umberto Bossi sa usare la calcolatrice: «Dobbiamo andare dietro un po’ all’Europa.» E alla domanda «ci condiziona?» la risposta è stata «positivamente».
Si dirà: è lecito cambiare ancora una volta idea.
E si dirà, anche, che in un paese normale un partito di questo tipo potrebbe comunque avere un suo piccolo seguito di stravaganti elettori.
Ma che una banda come questa esprima 26 senatori, 59 deputati e 3 ministri è un fatto che davvero ci stupisce.
Eriprando Cipriani