adv

AZIENDE, SERVIZI, NOTIZIE E INFORMAZIONE DAL MUGELLO E DALLA VALDISIEVE. NEWS MUGELLO E VALDISIEVE, NOTIZIE DALLA VAL DI SIEVE E NOTIZIE DAL MUGELLO. AZIENDE DI PRODUZIONE, COMMERCIO, SERVIZI, NEWS E INFORMAZIONI DALLA VALDISIEVE E IL MUGELLO. NOTIZIE, TERRITORIO, CULTURA, MODA, SPORT, AGRITURISMO, VINO, PRODOTTI TIPICI TOSCANI. AZIENDE DI PRODUZIONE E VENDITA. PUBBLICITÀ E MARKETING TERRITORIALE.

Home  |  WebMail

SIEVE NEWS

AZIENDE E SERVIZI

PER SAPERNE DI PIÙ

FOTOGALLERY

SIEVE WEB TV

CHE TEMPO FA?

ORARIO TRENITALIA

COMMUNITY

LINKS E UTILITA'

ABOUT US

SERVIZI E MARCHI

HOME PAGE

SIEVE NEWS - NOTIZIE ED EVENTI IN VALDISIEVE E MUGELLO

Circolo Fratelli ROSSELLI VALDISIEVE
Periodico Laburista NOTIZIE

A cura della Redazione  |  E-Mail: rosselli.valdisieve@alice.it

 

      LABURISTA NOTIZIE - N.5 - OTTOBRE 2011

                     31/10/2011 - SIAMO AL LUMICINO

<<<

Siamo in pieno Rinascimento, a Firenze un gruppo di persone caritatevoli fonda la “Compagnia dei Bonomini” con lo scopo primario di aiutare persone cadute in miseria, che in precedenza avevano avuto attività di livello quali: artigiani, commercianti, proprietari di terreni e anche alcuni nobili caduti in disgrazia economica, che non erano in grado di andare a mendicare la carità.
Il detto “siamo al lumicino” proprio di questa associazione caritatevole, tuttora esistente, si deve al fatto che l’Associazione priva di mezzi da elargire ai bisognosi esponeva alla finestra della sede una candela accesa per avvertire che i fondi erano finiti.
Questa frase da oltre 500 anni fa parte del nostro modo di esprimere per una qualsiasi cosa che sta per finire.
Questo accenno storico per dire che il Governo del Bunga Bunga deve accendere la candela. Questo Paese con tutti i suoi difetti non merita questa situazione di discredito a livello mondiale.
Bisogna dare come partiti, movimenti, che si dichiarano contrari al governo, la forza di accendere noi la “candela”, e allo stesso momento accendere un grande cero di speranza. Perché al momento non riusciamo ad avere una proposta condivisa di governo che ci faccia essere attori principali del cambiamento, e non giocare sempre di rimessa. Le nostre divisioni vanno dalla leadership, al referendum, alle elezioni e al governo di transizione. Alla questione cattolica, all’economia, alla politica estera.
Per continuare a farsi del male come succede da 60 anni, le contraddizioni attuali del centro-sinistra possono bastare.
E’ il PD che in base alla sua forza elettorale deve fare una proposta. Non solo ad uso e consumo interno per accontentare tutte le varie voci che esistono nel PD, ma per coalizzare tutte le forze grandi e piccole che esistono, compresi i giovani indignati, il popolo viola, i ragazzi che difendono la libertà su internet contro la legge bavaglio del governo.
Se il PD riuscirà in questo sforzo, questo Paese si potrà sollevare e recuperare dignità e autorevolezza nel contesto dell’Europa.
Se questo non accade e andiamo alle elezioni con queste divisioni, la candela dell’Associazione dei “Bonomini”si accende e si spegne per il Centro sinistra e per il Paese.
fortebraccio