adv

AZIENDE, SERVIZI, NOTIZIE E INFORMAZIONE DAL MUGELLO E DALLA VALDISIEVE. NEWS MUGELLO E VALDISIEVE, NOTIZIE DALLA VAL DI SIEVE E NOTIZIE DAL MUGELLO. AZIENDE DI PRODUZIONE, COMMERCIO, SERVIZI, NEWS E INFORMAZIONI DALLA VALDISIEVE E IL MUGELLO. NOTIZIE, TERRITORIO, CULTURA, MODA, SPORT, AGRITURISMO, VINO, PRODOTTI TIPICI TOSCANI. AZIENDE DI PRODUZIONE E VENDITA. PUBBLICITÀ E MARKETING TERRITORIALE.

Home  |  WebMail

SIEVE NEWS

AZIENDE E SERVIZI

PER SAPERNE DI PIÙ

FOTOGALLERY

SIEVE WEB TV

CHE TEMPO FA?

ORARIO TRENITALIA

COMMUNITY

LINKS E UTILITA'

ABOUT US

SERVIZI E MARCHI

HOME PAGE

SIEVE NEWS - NOTIZIE ED EVENTI IN VALDISIEVE E MUGELLO

Circolo Fratelli ROSSELLI VALDISIEVE
Periodico Laburista NOTIZIE

A cura della Redazione  |  E-Mail: rosselli.valdisieve@alice.it

 

      LABURISTA NOTIZIE - N.5 - OTTOBRE 2011

                     31/10/2011 - TUNNEL FIRENZE

<<<

(seconda parte)
TUNNEL TAV e Treni Metropolitani per Valdisieve/Valdarno

Renzi in campagna elettorale 2009: ai genitori della Scuola RODARI, preoccupati per la vicinanza al Cantiere TAV. “Vi dico come la penso io e quello che farei qualora fossi eletto sindaco. Si dice no a questo progetto di sottoattraversamento, questo progetto non ci piace ... io dico, per primo io, qualora fossi sindaco andrei alla Rodari a impedire i lavori “se i lavori partono davvero, i bambini (della Rodari) vengono spostati! Punto” .
In occasione dei 100 LUOGHI di RENZI, un genitore della Rodari ha suggerito di aggiungere il loro problema, incredibilmente NON incluso nell’elenco. Ecco Riccardo Panerai - LUOGO 101:
”Buongiorno, sono un genitore di due bambini che frequentano la scuola Rodari di Viale Corsica, Firenze e vorrei avere una risposta chiara su questi punti legati alla TAV:
a) è ammissibile che una scuola con 250 alunni, insegnanti, operatori possa restare a meno di 100 metri dal più grande cantiere di Firenze dal 1860 ad oggi e dalle emissioni dello stesso (rumore, polvere...)?
b) è ammissibile che non si rispettino gli accordi firmati sul trasferimento degli stessi alunni, accordi risalenti al 1999 e onorati per tutti gli altri punti ? ( abbattimento e ricostruzione scuola Rosai - spesa 12 milioni euro ma oggi si scopre che è edificio comunque a rischio TAV! + spostamento Centrale del Latte - 20 milioni euro di indennizzi! aree sottoposte a esproprio e occupazione con relativi indennizzi alle casse del Comune)?
c) è ammissibile questo spreco di denaro PUBBLICO ? ( costi TAV italiani = da 4 a 6 volte maggiori della media europea) per un'opera chiaramente inutile ( la TAV funziona già a Firenze), dannosa
(per i troppi rischi che porta con se a causa dei troppi punti oscuri dell'iter e del progetto stesso).
d) è possibile che l'alta velocità preveda due tunnel con due curve secche in sotterranea e che non sia stata progettata e prevista, oltretutto, una galleria di emergenza ?
e) è ammissibile che il progetto TAV non preveda niente in
merito ai collegamenti tra stazione Foster e stazione S Maria Novella ? si tratta di "appena" 1,6 km.!
f) è ammissibile che non si siano ancora risolti i problemi relativi alla mancanza di Valutazione Impatto Ambientale su stazione Foster e allo smaltimento delle terre di scavo, appena 3 milioni di metri cubi, che sono e restano rifiuti speciali?
g) è ammissibile che i cittadini non possano conoscere, nonostante gli spot e le dichiarazioni di principio dell'Amministrazione, i dati del monitoraggio z Trenitalia /RFI ( cioè i controlli sui lavori li fa una società che appartiene a chi ha commissionato i lavori stessi! È normale?). Grazie per l’attenzione anche se non ho molta fiducia sul fatto di averle, queste risposte.”
Ed ecco ancora Renzi nel 2010: “In tempi di crisi l' idea di investire un miliardo e rotti in questa opera, fra tunnel e stazione, che non serve a nulla non è una buona idea. L' Alta velocità a Firenze c'è già e i treni veloci qui già si fermano”. “Non hanno capito che se io non posso fare come voglio io la stazione dell'Alta velocità, e purtroppo non la posso fare, ho un’infinità di occasioni per difendere la città di Firenze. E le userò tutte. Incaricheremo dei legali che giorno dopo giorno verificheranno la corrispondenza tra gli impegni che le Fs hanno preso e quello che fanno e ho ragione di credere che ci siano già delle discrepanze”. E il 5 agosto 2011, Renzi dopo la firma a Roma: “Non ci sarà nessun disastro annunciato. Credo che sarà così per la nuova stazione e il sottoattraversamento. Non mi piace l`allarmismo che c`è in giro, non è giustificato. Da Roma abbiamo portato a casa novanta milioni, un tesoretto` che spenderemo bene nell`interesse di Firenze». Il rispetto per il Bene Comune dovrebbe spingere a rifiutare di venderne o barattarne una parte (è già successo al Mugello) non tenendo conto dell’insegnamento di RISPETTARE CIO’ CHE ABBIAMO RICEVUTO, e tanto più per chi dice di credere in certi valori. In conclusione: perché non fermarsi e dirottare almeno 1,5 miliardi ORA su opere utili alla collettività (le Scuole?) e non per far passare pochi treni AV al giorno SENZA, come afferma senza pudicizia Moretti A.D. di RFI, alcun vantaggio di minor tempo di percorrenza: a causa delle due curve a gomito sotto al Viale Lavagnini e alla Fortezza il tempo di percorrenza sarà superiore all’attuale con la fermata al Campo di Marte. Perché insistere a favore di un'opera che non migliorerebbe in nulla il servizio? In un momento di grave crisi economica in cui è messo in discussione addirittura il mantenimento del servizio dei trasporti regionale, a nessuno viene in mente di rinunciare ad un progetto tanto stupido quanto inutile e dannoso? Come può il Partito Democratico, che potrebbe accingersi a guidare il Paese in questa difficile fase, sostenere e continuare a giustificare con argomenti speciosi la necessità di destinare miliardi di euro in enormi buchi sotto la Città e non stornarli per integrare il TPL e a favore di opere pubbliche e per investimenti allo scopo di creare posti di lavoro veri e duraturi, ciò che non farà il lavoro meccanico in 5/6 anni della talpa?
Concludendo: ci dite QUANDO e SE MAI farete sapere PERCHE’ insistete così tanto su tale progetto nelle attuale contingenza economica? O attendete che vengano a chiedervelo a breve e con grande forza moltitudini di arrabbiatissimi giovani “indignados”?
Fernando Romussi