adv

AZIENDE, SERVIZI, NOTIZIE E INFORMAZIONE DAL MUGELLO E DALLA VALDISIEVE. NEWS MUGELLO E VALDISIEVE, NOTIZIE DALLA VAL DI SIEVE E NOTIZIE DAL MUGELLO. AZIENDE DI PRODUZIONE, COMMERCIO, SERVIZI, NEWS E INFORMAZIONI DALLA VALDISIEVE E IL MUGELLO. NOTIZIE, TERRITORIO, CULTURA, MODA, SPORT, AGRITURISMO, VINO, PRODOTTI TIPICI TOSCANI. AZIENDE DI PRODUZIONE E VENDITA. PUBBLICITÀ E MARKETING TERRITORIALE.

Home  |  WebMail

SIEVE NEWS

AZIENDE E SERVIZI

PER SAPERNE DI PIÙ

FOTOGALLERY

SIEVE WEB TV

CHE TEMPO FA?

ORARIO TRENITALIA

COMMUNITY

LINKS E UTILITA'

ABOUT US

SERVIZI E MARCHI

HOME PAGE

SIEVE NEWS - NOTIZIE ED EVENTI IN VALDISIEVE E MUGELLO

Circolo Fratelli ROSSELLI VALDISIEVE
Periodico Laburista NOTIZIE

A cura della Redazione  |  E-Mail: rosselli.valdisieve@alice.it

 

      LABURISTA NOTIZIE - N.1 - FEBBRAIO 2003

                     21/3/2003 - IL PONTE SULLO STRETTO SI O NO? di Alberto Trifoglio

<<<

Le considerazioni sul fare o no il ponte sullo stretto sono molte! Andiamo con ordine e cominciamo dall'aspetto tecnico che credo sia il più importante: sappiamo tutti che quella zona è altamente sismica, nel 1908 c'è stato un violento terremoto che ha fatto circa 90.000 morti con maremoti e scosse telluriche che si sono sentiti oltre i cento chilometri di distanza scuotendo oltre alla Sicilia orientale anche tutta la punta della Calabria! Già questo dovrebbe porre i primi dubbi, ma ce ne sono altri e cioè che la Sicilia e la Calabria si muovono circa di un millimetro all'anno più esattamente si alzano, ma sembra anche che si allontanino una dall'altra (calcolabile in circa un metro in cento anni) ma il terreno è in continuo movimento e credo che le ultime eruzioni dell'Etna accentueranno questa instabilità del terreno.
Un mio primo commento è quello di dire: lasciamo perdere e non rischiamo!
Proseguiamo con un altro aspetto quello dell'utilità: secondo il mio modesto parere non serve! L'economia siciliana può benissimo farne a meno in quanto i porti, gli aeroporti ed il breve tragitto con traghetto che separa Messina da Reggio non compromette diciamo i tempi di consegna dei prodotti siciliani, inoltre sia Reggio sia Messina saranno per così dire sorvolate e quindi escluse dal traffico che può essere un bene ma anche un male perché i turisti non si fermeranno (qualche beneficio comunque potrebbe anche venire nella vendita dei souvenir e dei ristoranti con vista). Il turismo è solo estivo e non credo che per molti mesi all'anno i visitatori verranno a fotografare il più grande ponte del mondo; in inverno non è che il tempo sia sempre buono anzi il vento è di tutto rispetto ed è anche una delle cause tecniche per mettere in discussione l'intervento.
I finanziamenti: Com'è nella prassi berlusconiana le promesse vanno mantenute e quindi il ponte va fatto! Con quali soldi scusi? risposta: con la partecipazione di privati, per esempio banche internazionali! va bene, dove sono? Io non lo so naturalmente ma forse Berlusconi si e ce lo dica però!
Lo stato non credo che di questi tempi abbia soldi per finanziare un intervento di questa portata ma comunque il miracolo italiano annunciato da questo governo li potrebbe anche trovare (ho i miei dubbi). L'aspetto politico: Il nostro presidente del consiglio ha a cuore la Sicilia che ha votato compatta Forza Italia e qualcosa per Lei va fatto come per Bossi la devolution. Vorrei nel mio piccolo fare una valutazione da persona nata nel profondo sud proprio vicino a Reggio Calabria: in linea di massima credo che sia una pericolosa cattedrale nel deserto, la classica grossa opera (o fabbrica) che può crollare buttando al vento miliardi che potevano per il sud essere spesi in altro modo per esempio la costa Ionica calabrese ha una grande potenzialità turistica ma le strade non sono minimamente sufficienti come anche la mancanza di posti letto ricettivi.
La Sicilia è da sempre meta turistica e il ponte è una cosa troppo sproporzionata per una sola regione(gli altri grandi ponti nel mondo collegano realtà molto più vaste, pensiamo alla Danimarca con la Svezia, l'Europa con la Turchia ecc.).
Un ultimo aspetto anche se secondario: si pagherà per attraversare il ponte? Io credo di si, perciò credo che le file delle auto per andare nell'isola ci saranno comunque. Vogliamo fare un grosso investimento in quell'area per dare lavoro alla gente! Bene facciamone altre! Costruire servizi per la gente o un ponte non è sempre dare lavoro?