adv

AZIENDE, SERVIZI, NOTIZIE E INFORMAZIONE DAL MUGELLO E DALLA VALDISIEVE. NEWS MUGELLO E VALDISIEVE, NOTIZIE DALLA VAL DI SIEVE E NOTIZIE DAL MUGELLO. AZIENDE DI PRODUZIONE, COMMERCIO, SERVIZI, NEWS E INFORMAZIONI DALLA VALDISIEVE E IL MUGELLO. NOTIZIE, TERRITORIO, CULTURA, MODA, SPORT, AGRITURISMO, VINO, PRODOTTI TIPICI TOSCANI. AZIENDE DI PRODUZIONE E VENDITA. PUBBLICITÀ E MARKETING TERRITORIALE.

Home  |  WebMail

SIEVE NEWS

AZIENDE E SERVIZI

PER SAPERNE DI PIÙ

FOTOGALLERY

SIEVE WEB TV

CHE TEMPO FA?

ORARIO TRENITALIA

COMMUNITY

LINKS E UTILITA'

ABOUT US

SERVIZI E MARCHI

HOME PAGE

SIEVE NEWS - NOTIZIE ED EVENTI IN VALDISIEVE E MUGELLO

Circolo Fratelli ROSSELLI VALDISIEVE
Periodico Laburista NOTIZIE

A cura della Redazione  |  E-Mail: rosselli.valdisieve@alice.it

 

      LABURISTA NOTIZIE - N.1 - FEBBRAIO 2012

                     8/3/2012 - “I COMPAGNI”

<<<

L’infinità di canali televisivi del nuovo sistema del digitale terrestre, mette fra le altre cose a disposizione degli utenti alcune decine di film al giorno. Sfruttando questa novità ed essendo un appassionato del bianco e nero. Mi diverto a riscoprire vecchie pellicole in programmazione per rivedere e rinnovare vecchie sensazioni, vecchi ricordi che fanno parte della storia personale di tutti noi.
Animato da questi ricordi giovanili, mi sono trovato a rivedere una pellicola dei primi anni 60, che mi ha nuovamente emozionato come allora. Era “I Compagni” con Marcello Mastroianni, molto giovanile e la trama narrava le lotte della nascente classe operaia, per la giornata di 8 ore, per aumenti di salario, per vietare il lavoro minorile.
Questa pellicola mi ha fatto fare una considerazione che si cala nell’attualità della sinistra italiana.
Perché è stata abbandonato questo termine “Compagni” che nella sua storia ha rappresentato un termine di riconoscimento della sinistra italiana e europea? Credo non ci sia una parola con un significato più ecumenico di compagno (colui che spezza e divide il pane), una parola che nasce a metà dell’ottocento con la Comune di Parigi, che viene usata da Carlo Marx nel manifesto dei comunisti, che rappresenta da sempre la storia dei socialisti di tutta Europa e nel mondo ancora oggi. In Italia è diventata una roba entrata nel dimenticatoio, perché il partito più grande della sinistra-centro usa altri termini per manifestare l’appartenenza al Pd. Ma il problema della parola compagno non è solo di un’espressione che non esiste quasi più, se non per le coppie di fatto, e per alcune frange della sinistra senza rappresentanza in Parlamento.
La metamorfosi del Pd. non si è fermata solo al nome, ma il problema sono le non posizioni, i silenzi di pietra, che questo partito sta attuando sulla sfera della laicità dello stato. La legge sul testamento biologico, nonostante l’impegno dell’on. Marino, illustre medico e parlamentare Pd., si sta preparando un papocchio mostruoso. Sui diritti civili delle donne, sul riconoscimento delle coppie di fatto e i loro diritti, stanno facendo come gli struzzi. Sulla tassazione IMU ex ICI che la chiesa vuole da sola decidere per quali attività imprenditoriali di sua proprietà pagare la tassa, non si dice niente. L’elenco è lungo, alla fine ricordando le battaglie anche di una semplice pellicola viene da chiedersi: Perché siamo ridotti così! Il perché è sotto gli occhi di tutti.
L’unificazione tra il vecchio Pci e una parte della DC con tutti i cambiamenti di entrambi i partiti nell’arco della cosiddetta seconda repubblica hanno portato un solo punto fermo. La parte maggioritaria dell’attuale Pd che proviene dal PCI non ha mai avuto nella sua storia una tradizione di laicità. Basti pensare che sia sulla legge sul divorzio, sia quella che regola l’aborto terapeutico sono montati sul carro in corsa, senza mai essere protagonisti. D’altra parte ha mantenuto i valori che sono propri della dottrina cattolica sul lavoro che difende assieme alla sinistra le parti della difesa del lavoro e dei diritti dei lavoratori. Ma al momento dei diritti civili di uno stato laico ascoltano con orecchio attento, quello che dicono i vescovi della Cei.
Con questa situazione le difficoltà per affermare i principi di laicità di uno stato da parte del Pd saranno sempre ambigui.
Albert Einstein, in una delle affermazioni più azzeccate diceva: solo due cose sono infinite, l’universo, e la stupidità umana. Ma della prima non sono sicuro.
fortebraccio