adv

AZIENDE, SERVIZI, NOTIZIE E INFORMAZIONE DAL MUGELLO E DALLA VALDISIEVE. NEWS MUGELLO E VALDISIEVE, NOTIZIE DALLA VAL DI SIEVE E NOTIZIE DAL MUGELLO. AZIENDE DI PRODUZIONE, COMMERCIO, SERVIZI, NEWS E INFORMAZIONI DALLA VALDISIEVE E IL MUGELLO. NOTIZIE, TERRITORIO, CULTURA, MODA, SPORT, AGRITURISMO, VINO, PRODOTTI TIPICI TOSCANI. AZIENDE DI PRODUZIONE E VENDITA. PUBBLICITÀ E MARKETING TERRITORIALE.

Home  |  WebMail

SIEVE NEWS

AZIENDE E SERVIZI

PER SAPERNE DI PIÙ

FOTOGALLERY

SIEVE WEB TV

CHE TEMPO FA?

ORARIO TRENITALIA

COMMUNITY

LINKS E UTILITA'

ABOUT US

SERVIZI E MARCHI

HOME PAGE

SIEVE NEWS - NOTIZIE ED EVENTI IN VALDISIEVE E MUGELLO

Circolo Fratelli ROSSELLI VALDISIEVE
Periodico Laburista NOTIZIE

A cura della Redazione  |  E-Mail: rosselli.valdisieve@alice.it

 

      LABURISTA NOTIZIE - N.3 - GIUGNO 2012

                     1/7/2012 - Il Diario di E.T.-2 -

<<<

(seconda parte)
15.04.2012 Secondo Amnesty International, nei giorni 19 – 20 – 21 del giugno 2001 si consumò a Genova, durante il G8, il più grave scempio delle regole della civile convivenza dalla fine della seconda guerra Mondiale. Questo scempio è oggi documentato da un film – DIAZ si chiama – che si attiene scrupolosamente a quanto emerge dagli atti processuali per i fatti avvenuti nella Scuola Diaz e nella caserma di Bolzaneto. Il film non parla delle responsabilità politiche, perché il processo non ne parla. Ma io ricordo che in quegli stessi giorni i sigg.ri Fini, Scajola, Castelli e De Gennaro, furono quasi in permanenza “ospiti” della questura di Genova, da dove venivano coordinate le operazioni di polizia e da dove partì l’ordine di far venire trecento poliziotti da Roma per fare quella che un vice-questore ebbe a definire “macelleria messicana”.
Scrivo queste cose PRIMA che si conosca la sentenza di appello, perché questa è verità acclarata.
Non risulta che nessuno dei suddetti signori abbia mai avuto, in seguito, un moto di repulsione per quanto ordinato. SOLO PROMOZIONI! Questa è una delle ragioni per cui sono contrario alla “larghe intese”; perché mi sento DIVERSO. Proprio come E.T..

1 Maggio 2012 a) Questa proprio non me l’aspettavo! Il governo dei tecnici ha sentito il bisogno di appaltare ad altri tre Tecnici alcune cose da fare che evidentemente non riusciva a sbrogliare da solo. Cose da pazzi! E se, come ha detto Bersani, Enrico Bondi è un tecnico di primo ordine, allora lo si chiama a sostituire qualcuno che di prim’ordine non è. O no? Altrimenti, cosa ci resta a fare?
b) Questa invece non solo me l’aspettavo, ma l’avevo anche largamente prevista. Il signor Beppe Grillo, ex comico dalla vena esaurita da tempo, poi trasformatosi in cinico qualunquista a caccia di voti (e di poltrone!), è andato a Palermo per dire che la mafia al contrario dello stato i cittadini non li strangola. AL MASSIMO chiede un 10% di pizzo!
Come si può dire una cosa del genere in una terra che ancora gronda di sangue delle VITTIME della mafia? Io credo che ad una persona che parla così dovrebbe essere applicato il 41/bis, senza bisogno di tanti processi.
Infine, come ha scritto Michele Serra, ricordate: “Contro la mafia don Ciotti, che non ha mai fatto ridere nessuno, vale un milione di Grillo messi insieme”.

08.05.2012 Ieri e ieri l’altro si sono svolte le elezioni Amministrative, di cui voi conoscete portata e risultati.
Io non voglio aspettare l’esito dei ballottaggi – sarebbe troppo facile – per buttare giù queste mie considerazioni: - è giunto il momento che la sinistra definisca – da subito e non dopo le Calende greche della fine dei professori – il suo progetto per il futuro, con chiarezza di programmi, di alleanze, di guida, da portare avanti con passione pulita e genuina per mezzo di una legge elettorale che renda il paese governabile comunque e non faccia finire tutti in uno spezzatino alla greca, per falso rispetto di minoranze incontrollabili.
Quindi si abbandoni subito il progetto Violante – Quaglarella, che riuscirebbe a resuscitare tutti i morti possibili, dal PDL alla Lega a Casini. Un po’ come avvenne con la famosa “bicamerale D’Alema- Berlusconi”.
Perché si odia tanto il doppio turno alla francese, che fa scegliere ai cittadini il loro candidato preferito su base uninominale e costringe prima del secondo turno alle eventuali, successive alleanze? Nessuno è riuscito a spiegarmelo.
Altrimenti, meglio la Porcata attuale – Dio mi perdoni!
Ma prima dell’estate si definisca la cornice e si riempia il quadro con i nostri colori. Gli altri, facciano altrettanto, se ne hanno-di colori o di idee, fate voi. E si voti quanto prima! Paura di non aver “tecnici” all’altezza? Ma un Damiano vale dieci Fornero!
E poi basta con questo inseguimento ai moderati, classe indefinita, malleabile come il pongo: ma non eravamo progressisti? Io dico che nella situazione attuale non riformisti occorrono ma rivoluzionari democratici!
Oppure avete già nostalgia del Farabutto che torni a lanciare una fantomatica Federazione dei Moderati alla quale i vari Casini, Pisano, Tabacci ecc. ecc. – con contorno di CL e cattolici impegnati vari aderirebbero di corsa; basta che gli diate il tempo e vedrete cosa succederà.
Nota personale: leggendo e rileggendo il Vangelo, non sono mai riuscito a trovare Cristo moderato. Io amo il Card. Martini, Don Ciotti, Don Gallo: questi preti qui, per fermarci ai viventi.
Riepilogando: o la Sinistra batte un colpo ORA o correrà il rischio di ridursi ad un ideale di pochi o, peggio ancora, ad un moderato “modus vivendi”. meno che il Lestofante non ci tolga le castagne dal fuoco…; ma ci credo poco.
P.S. Cosa aspetta Bersani a commissariare il PD siciliano ? Che resusciti Pio La Torre?
Good night and good luck.
E.T.