adv

AZIENDE, SERVIZI, NOTIZIE E INFORMAZIONE DAL MUGELLO E DALLA VALDISIEVE. NEWS MUGELLO E VALDISIEVE, NOTIZIE DALLA VAL DI SIEVE E NOTIZIE DAL MUGELLO. AZIENDE DI PRODUZIONE, COMMERCIO, SERVIZI, NEWS E INFORMAZIONI DALLA VALDISIEVE E IL MUGELLO. NOTIZIE, TERRITORIO, CULTURA, MODA, SPORT, AGRITURISMO, VINO, PRODOTTI TIPICI TOSCANI. AZIENDE DI PRODUZIONE E VENDITA. PUBBLICITÀ E MARKETING TERRITORIALE.

Home  |  WebMail

SIEVE NEWS

AZIENDE E SERVIZI

PER SAPERNE DI PIÙ

FOTOGALLERY

SIEVE WEB TV

CHE TEMPO FA?

ORARIO TRENITALIA

COMMUNITY

LINKS E UTILITA'

ABOUT US

SERVIZI E MARCHI

HOME PAGE

SIEVE NEWS - NOTIZIE ED EVENTI IN VALDISIEVE E MUGELLO

Circolo Fratelli ROSSELLI VALDISIEVE
Periodico Laburista NOTIZIE

A cura della Redazione  |  E-Mail: rosselli.valdisieve@alice.it

 

      LABURISTA NOTIZIE - N.5 - OTTOBRE 2012

                     15/11/2012 - VOLONTARIATO

<<<

I VOLONTARI NON STANNO MAI FERMI


Quella sera la chiamata del 118 prefigurava l’uscita dell’ambulanza per un intervento come tanti altri nella routine del soccorso a un infortunato o un malato con una patologia grave.
Diventò invece un esempio emblematico delle capacità degli uomini vestiti di arancione di capovolgere una situazione che appariva disperata in una speranza di ritorno alla vita di un giovane colto da un improvviso malore. Fu la caparbia insistenza nel continuare il massaggio cardiaco senza sosta per minuti e minuti, attendendo un minimo segnale di vita. Insistendo nel massaggio cardiaco per garantire l’afflusso del sangue agli organi vitali
E quando il medico giunse sul luogo continuò tale pratica sino, e oltre, il ricovero al Pronto Soccorso. E il segnale di ripresa arrivò prima debole e poi sempre più forte, garantendo ai soccorritori l’esito favorevole del loro impegno non solo professionale, riconsegnando alla vita un giovane senza ulteriori conseguenze.
L’episodio è uno dei tanti sui quali gli operatori Volontari della Croce Azzurra di Pontassieve potrebbero testimoniare sulla loro costante, ininterrotta opera di supporto a chi necessita di un aiuto sanitario urgente e, a volte, in condizioni molto difficili.
E quando vediamo le ambulanze e le auto dei servizi sociali passare sulle nostre strade o assistiamo agli interventi di soccorso della Protezione Civile in zona o in altre aree del Paese, pensiamo a quella larga parte della popolazione che contribuisce associandosi a migliaia ogni anno, consapevole dell’importanza di avere sul territorio una grande Associazione in grado di soddisfare i bisogni dei cittadini. Una zona la nostra che vede una partecipazione massiccia alle varie forme di associazionismo presenti sul territorio e che guarda all’obiettivo del bene comune e lascia in ombra il proprio “particolare”, così come è anche per le attività per i ragazzi della Polisportiva Sieci. Ma perché i servizi sanitari e sociali, e l’organizzazione delle attività sportive siano adeguate alle esigenze occorre andare alla scoperta di chi c’è all’ombra della struttura operativa e che, a volte nel più completo anonimato, svolge un ruolo fondamentale per le attività logistiche di supporto e anche per garantire i fondi necessari alla copertura dei costi di gestione. Sono i Volontari delle varie realtà locali che non stanno mai fermi.
Hanno un ruolo fondamentale nell’organizzare occasioni di socializzazione quali feste e sagre, e inventano e gestiscono e cucinano e servono a tavola ai loro concittadini. E la popolazione risponde, godendo dei momenti sociali e conviviali contribuendo così nuovamente alla raccolta di fondi, sapendo che saranno gestiti con serietà e in piena trasparenza, per sostituire il parco automobilistico obsoleto e per le spese di mantenimento dei servizi sanitari, sociali e sportivi.
E sono anche loro in buona sostanza volontari che non stanno mai fermi.
E poi sono arrivati anche i giovani, i più toccati dalla crisi nelle loro speranze future; prima qualcuno/a timidamente e poi in gruppo si sono messi a non star fermi, a lavorare con vigore nelle attività socializzanti e poi, anche per non smentire la naturale attitudine della loro età, si sono inventati subito un servizio di supporto ai coetanei per le serate del week end.
E poiché il progetto prevede l’acquisto di un minibus, ecco sorgere varie idee per raccogliere i fondi necessari senza pesare sui conti delle Associazioni. Occorrerà ancora un po’ di tempo, ma poichè è successo che la Polisportiva avesse necessità di poter disporre di un mezzo simile per trasportare bambini alle sedi delle varie strutture sportive, ecco nascere (lasciatemi usare una parola tanto abusata a volte impropriamente) la giusta sinergia di interessi per unire le forze delle due Associazioni e arrivare prima all’obiettivo di disponibilità del mezzo. E garantire che facendo pratica sportiva si educhino le giovani generazioni a stili di vita sani, si faccia prevenzione sanitaria e contro l’uso di sostanze compreso l’alcol.
Ed ecco ancora le attività di alcune Volontarie della Croce Azzurra nel supporto a una Scuola Primaria locale durante l’orario di refezione e che sono riuscite ad avere un rapporto eccellente con bimbi, genitori e insegnanti. E poiché l’esempio trascina nuove idee, da tempo c’è un impegno comune nei confronti della Scuola, dalla Infanzia alle Superiori per diffondere la cultura della comunità e per una solidarietà di cittadinanza attiva nella partecipazione. Alcuni recenti incontri con i ragazzi hanno dimostrato quanto sia fertile quel loro terreno e, quasi un miracolo di questi tempi, hanno avuto un ottima accoglienza e interesse da parte dei giovani.
Altri Volontari si sono dedicati con notevole impegno verso la popolazione più debole e in particolare verso gli anziani e i diversamente abili, per garantire loro una vita sociale e non relegata nella solitudine. La cultura dell’accoglienza, che qui in Toscana è presente in misura molto più ampia che in altre parti d’Italia, è di notevole aiuto allo stimolo di partecipazione e alla spontanea decisione di spendersi per il bene comune.
Grazie mille allora ai Volontari delle Associazioni del nostro territorio che non stanno mai fermi, che sono ottimisti nonostante tutto, propositivi, creativi, pensano in grande e lavorano, lavorano, lavorano… per lo sviluppo di una consapevole e partecipativa comunità.
Fernando Romussi