adv

AZIENDE, SERVIZI, NOTIZIE E INFORMAZIONE DAL MUGELLO E DALLA VALDISIEVE. NEWS MUGELLO E VALDISIEVE, NOTIZIE DALLA VAL DI SIEVE E NOTIZIE DAL MUGELLO. AZIENDE DI PRODUZIONE, COMMERCIO, SERVIZI, NEWS E INFORMAZIONI DALLA VALDISIEVE E IL MUGELLO. NOTIZIE, TERRITORIO, CULTURA, MODA, SPORT, AGRITURISMO, VINO, PRODOTTI TIPICI TOSCANI. AZIENDE DI PRODUZIONE E VENDITA. PUBBLICITÀ E MARKETING TERRITORIALE.

Home  |  WebMail

SIEVE NEWS

AZIENDE E SERVIZI

PER SAPERNE DI PIÙ

FOTOGALLERY

SIEVE WEB TV

CHE TEMPO FA?

ORARIO TRENITALIA

COMMUNITY

LINKS E UTILITA'

ABOUT US

SERVIZI E MARCHI

HOME PAGE

SIEVE NEWS - NOTIZIE ED EVENTI IN VALDISIEVE E MUGELLO

Circolo Fratelli ROSSELLI VALDISIEVE
Periodico Laburista NOTIZIE

A cura della Redazione  |  E-Mail: rosselli.valdisieve@alice.it

 

      LABURISTA NOTIZIE - N.1 - FEBBRAIO 2013

                     18/2/2013 - RIFORME E TASSE

<<<

Due riforme bloccate e nuove tasse. E a destra nuovi attacchi all’euro....
di Gabriele Parenti

A
lla fine della legislatura ci troviamo con due riforme annunciate e non attuate. La prima è la riduzione del numero dei parlamentari:se ne è parlato per anni, sarebbe bastato poco per approvarla; si tornerà invece a votare per i quasi mille deputati e senatori.
La seconda è l’accorpamento delle province per il quale era stato affrontato un iter lungo e laborioso. Poi il decreto decade..dicono che se ne parlerà nel corso del 2013 ma visto che ci siamo fermati a cose quasi fatte, è lecito dubitarne.
Intanto, quasi come contrappasso arrivano altre due tasse..la TARES che sostituisce la TIA ma con una “maggiorazione” per costi indivisibili delle comunità locali come illuminazione e strade. Ma non servivano a questo scopo anche le altre tasse locali,a cominciare dalle addizionali Irpef ? (a proposito, da gennaio aumentano quelle regionali anche se si salvano i redditi più bassi).
Poi, l’aumento dei bolli che colpisce il risparmio...Che strano. Da anni si discute di una patrimoniale per le grandi ricchezze... poi arriva un’imposta che colpisce anche i conti deposito e anche i conti correnti oltre i cinquemila euro...forme di risparmio che non riguardano certo i possessori di grandi ricchezze.
Il governo Monti ci ha salvato da un possibile default..ma vari provvedimenti, come la riforma previdenziale e il blocco delle pensioni (oltre i 1400 euro lordi, 1217 netti)...mentre molti maxi stipendi continuano a correre, mi hanno lasciato alquanto deluso. Eppure tutte queste delusioni sono niente di fronte al terrore che mi provocano quanti auspicano la fine dell’euro e il ritorno alla lira...Berlusconi, pur con molti distinguo, (dicendo che è un’ipotesi da ultima spiaggia a cui spera non si debba arrivare..) torna su questo tasto…sulla cara liretta che favoriva le esportazioni ...ma perché non ricorda le conseguenze dell’inflazione anni ’70 per i lavoratori a reddito fisso ? ...un crollo dell’euro e il ritorno alle monete nazionali vorrebbe dire inflazione....risparmi bruciati, salari e stipendi in ginocchio (per non parlare delle pensioni)...insomma occorre rivedere la politica delle tasse che blocca la ripresa ma senza smarrirci nell’idea che la “salvezza” sia fuori dall’ euro ...fuori dall’euro può esserci solo un futuro da paese sottosviluppato, con ricchi sempre più ricchi, grandi masse di poveri...allora sì che la fine mese diverrebbe un traguardo irraggiungibile.
Insomma, a destra l’orizzonte è sempre più scuro per i ceti popolari...ma questo non ci autorizza ad ingoiare senza rimostranze nuove tasse e mancate riforme…per uscire dalla crisi e per rimanere in Europa dobbiamo razionalizzare e snellire la macchina pubblica e allentare la pressione fiscale...questa è davvero politica di sinistra se per tale s’intende quella che “sta dalla parte della gente”
Gabriele Parenti