adv

AZIENDE, SERVIZI, NOTIZIE E INFORMAZIONE DAL MUGELLO E DALLA VALDISIEVE. NEWS MUGELLO E VALDISIEVE, NOTIZIE DALLA VAL DI SIEVE E NOTIZIE DAL MUGELLO. AZIENDE DI PRODUZIONE, COMMERCIO, SERVIZI, NEWS E INFORMAZIONI DALLA VALDISIEVE E IL MUGELLO. NOTIZIE, TERRITORIO, CULTURA, MODA, SPORT, AGRITURISMO, VINO, PRODOTTI TIPICI TOSCANI. AZIENDE DI PRODUZIONE E VENDITA. PUBBLICITÀ E MARKETING TERRITORIALE.

Home  |  WebMail

SIEVE NEWS

AZIENDE E SERVIZI

PER SAPERNE DI PIÙ

FOTOGALLERY

SIEVE WEB TV

CHE TEMPO FA?

ORARIO TRENITALIA

COMMUNITY

LINKS E UTILITA'

ABOUT US

SERVIZI E MARCHI

HOME PAGE

SIEVE NEWS - NOTIZIE ED EVENTI IN VALDISIEVE E MUGELLO

Circolo Fratelli ROSSELLI VALDISIEVE
Periodico Laburista NOTIZIE

A cura della Redazione  |  E-Mail: rosselli.valdisieve@alice.it

 

      LABURISTA NOTIZIE - N.4 - AGOSTO 2013

                     19/9/2013 - PROSPERANO LE CHIACCHIERE

<<<

... e la crisi aumenta

Non lasciatevi ingannare “dai timidi segnali di ripresa” di cui parlano i nostri governanti. La crisi Italiana si sta abbattendo su tutti noi ed i veri effetti cominciano “adesso” a farsi sentire sulla maggior parte della popolazione. Il paese è fermo al 1975, cioè alla prima crisi petrolifera, anche se sono passati 40 anni e la situazione non è più quella di allora, adesso è molto peggio. Nessuna delle cose più ovvie sono state realizzate. Nessuna politica industriale, nessun progetto sociale, nessun indirizzo culturale, solo la crisi ha prosperato, aumentando a dismisura il debito pubblico che adesso stanno tentando di far ripagare ai soliti, cioè a noi tutti, è stato prodotto solo disoccupazione, disaffezione, furbizie. Il lavoro manca, anzi è quasi scomparso, non vi è un solo settore economico vitale e prospero. Il degrado è aumentato a dismisura i servizi sono obsoleti ed antieconomici, la burocrazia si è impadronita del paese. C’è una parola in Italia messa al bando “Concretezza” nessuno sa’cosa sia. Ed un’altra nascosta accuratamente “responsabilità”, inutile citare ”l’etica”.
In questa situazione prosperano le chiacchiere di chi parla di timidi segnali di ripresa. Ed i più chiacchieroni stanno al vertice del paese. Certo, ci dicono, ci vuole ottimismo e fiducia altrimenti la ripresa non ci sarà. Lo dicono perché dobbiamo ingoiare tutte le misure anticrisi che sono le stesse che in questi 40 anni hanno creato questa situazione. Gli italiani sono insofferenti e sbuffano ”arrangiandosi“ nessuno dei chiacchieroni si azzarda a prenderli di petto, nonostante le larghe intese e, come dice il principio di fisica, ad ogni azione corrisponde una reazione uguale e contraria, in un equilibrio perfetto ma sempre più precario.
L’Italia non è un paese da rivoluzione facile, ma la via italiana alla risoluzione dei problemi comincia a farsi strada non attraverso leggi o normative od accordi improbabili ma sulle ceneri di questo disastro, continuano a germogliare qua e là fiori che tutto il mondo ci invidia e esporta. Speriamo di imparare la lezione, cominciando a creare, anziché distruggere, smettendola con le chiacchiere e le polemiche sterili ed inutili convogliando le nostre poche risorse sulle cose concrete sui progetti che creano cultura, lavoro, sviluppo. Purtroppo sembra che di questo gli Italiani non siano ancora coscienti e convinti, forse come diceva mia nonna occorrerà che “bisognino faccia trottare gli asini”.

Rino Capezzuoli