adv

AZIENDE, SERVIZI, NOTIZIE E INFORMAZIONE DAL MUGELLO E DALLA VALDISIEVE. NEWS MUGELLO E VALDISIEVE, NOTIZIE DALLA VAL DI SIEVE E NOTIZIE DAL MUGELLO. AZIENDE DI PRODUZIONE, COMMERCIO, SERVIZI, NEWS E INFORMAZIONI DALLA VALDISIEVE E IL MUGELLO. NOTIZIE, TERRITORIO, CULTURA, MODA, SPORT, AGRITURISMO, VINO, PRODOTTI TIPICI TOSCANI. AZIENDE DI PRODUZIONE E VENDITA. PUBBLICITÀ E MARKETING TERRITORIALE.

Home  |  WebMail

SIEVE NEWS

AZIENDE E SERVIZI

PER SAPERNE DI PIÙ

FOTOGALLERY

SIEVE WEB TV

CHE TEMPO FA?

ORARIO TRENITALIA

COMMUNITY

LINKS E UTILITA'

ABOUT US

SERVIZI E MARCHI

HOME PAGE

SIEVE NEWS - NOTIZIE ED EVENTI IN VALDISIEVE E MUGELLO

Circolo Fratelli ROSSELLI VALDISIEVE
Periodico Laburista NOTIZIE

A cura della Redazione  |  E-Mail: rosselli.valdisieve@alice.it

 

      LABURISTA NOTIZIE - N.5 - OTTOBRE 2013

                     26/10/2013 - PONTEMEDICEO

<<<

CRONACA DI UN FALLIMENTO


Due anni fa il nostro giornale si era occupato della nascita di una nuova società pallavolistica nel nostro territorio: il PONTEMEDICEO.
Questa nasceva dalla fusione di due storiche società radicate nel territorio, il Curiel e il Volley Valdisieve, come risposta alle esigenze di molte bambine e ragazze appassionate alla pallavolo. Se da un lato nasceva per poter competere con le grandi società delle zone a noi limitrofe, offrendo la possibilità alle atlete meritevoli e vogliose di poter gareggiare ad alti livelli, con alle spalle una società capace non solo di lanciarle, ma di offrire loro un naturale sbocco alle ambizioni agonistiche, dall’altro voleva soprattutto promuovere l’attività sportiva come luogo privilegiato dove educare e crescere. La pallavolo, come tanti altri sport, è in grado di accompagnare e sostenere le nostre ragazze dall’infanzia all’età adulta, creando un ambiente non solo dove conoscersi e divertirsi insieme, ma dove imparare ad assaporare l’importanza delle regole nella vita societaria, dell’impegno e della passione.
Prendendo a braccetto queste due linee guida nasceva così il Pontemediceo, forte dei numeri e dell’esperienza delle due precedenti società: ben 150 ragazze iscritte e un ricco gruppo dirigente.
A due anni di distanza torniamo ad occuparci di questa società, e purtroppo non possiamo che sottolinearne il fallimento. Se alla nascita poteva vantare la militanza di squadre dalla scuola alla serie C, di 13/14 squadre in vari campionati, adesso ne troviamo poco più che la metà; delle 150 ragazze iscritte (dell’ambizione di arrivare a 200 non parliamo neanche!) ne sono rimaste circa 50- 60; nel gruppo dirigente non troviamo più nessuno di provenienza Curiel, così come nei tecnici, fra i quali non c’è nessuno originario di Pontassieve o Pelago, come in precedenza. Non che la territorialità degli allenatori rappresenti in sé una garanzia di competenza e professionalità, ma sicuramente l’appartenenza al nostro territorio è un legame importante che può spronare a dare il meglio, forte di una connessione a doppio filo.
Purtroppo questa Società ha rinnegato le esigenze di questo territorio per privilegiare l’aspetto prettamente agonistico ponendosi fuori dal progetto originario su cui i era stata fondata. Crediamo che una riflessione si imponga e con urgenza, prendendo atto del fallimento di questo progetto che non ha trovato compimento rispetto alle finalità di partenza e che oltretutto non ha nemmeno dato risultati sul piano agonistico.
Anche le Amministrazioni Comunali di Pontassieve e di Pelago ed in special modo i rispettivi Assessori allo sport, non possono continuare a dare credibilità ed a sostenere questi maldestri Dirigenti assegnandogli spazi palestra sproporzionati rispetto al numero di atleti e rispetto alle finalità perseguite.