adv

AZIENDE, SERVIZI, NOTIZIE E INFORMAZIONE DAL MUGELLO E DALLA VALDISIEVE. NEWS MUGELLO E VALDISIEVE, NOTIZIE DALLA VAL DI SIEVE E NOTIZIE DAL MUGELLO. AZIENDE DI PRODUZIONE, COMMERCIO, SERVIZI, NEWS E INFORMAZIONI DALLA VALDISIEVE E IL MUGELLO. NOTIZIE, TERRITORIO, CULTURA, MODA, SPORT, AGRITURISMO, VINO, PRODOTTI TIPICI TOSCANI. AZIENDE DI PRODUZIONE E VENDITA. PUBBLICITÀ E MARKETING TERRITORIALE.

Home  |  WebMail

SIEVE NEWS

AZIENDE E SERVIZI

PER SAPERNE DI PIÙ

FOTOGALLERY

SIEVE WEB TV

CHE TEMPO FA?

ORARIO TRENITALIA

COMMUNITY

LINKS E UTILITA'

ABOUT US

SERVIZI E MARCHI

HOME PAGE

SIEVE NEWS - NOTIZIE ED EVENTI IN VALDISIEVE E MUGELLO

Circolo Fratelli ROSSELLI VALDISIEVE
Periodico Laburista NOTIZIE

A cura della Redazione  |  E-Mail: rosselli.valdisieve@alice.it

 

      LABURISTA NOTIZIE - N.1 - FEBBRAIO 2014

                     21/2/2014 - CANDIDATI A SINDACO PONTASSIEVE

<<<

TRE PROPOSTE AI CANDIDATI A SINDACO DEL COMUNE DI PONTASSIEVE


Prima proposta: ripartire dalla promozione del territorio
Il territorio della ValdiSieve è splendido e non ha nulla da invidiare ad altre aree della Toscana più famose.
Il patrimonio naturalistico, paesaggistico, storico e artistico di Pontassieve è un valore aggiunto importante per le attività produttive e commerciali che devono anch’esse interagire: settore agroalimentare, ristorazione, ricettività turistica, esercizi commerciali, artigianato, sono elementi fondamentali di un distretto locale particolarmente significativo del Tuscany lifestyle. Tra Pievi, castelli, fattorie, deve essere fortemente promosso e valorizzato il turismo slow con adeguate strategie d’immagine.
Merita anche porre attenzione alla recente legge regionale sull’“albergo diffuso” che –ha spiegato il primo firmatario della proposta Paolo Tognocchi – “intende ampliare l’offerta turistica con modelli innovativi che coinvolgano cittadini e amministrazioni locali”. Ma anche a prescindere da questa specifica formula individuata dalla legge regionale, quello che è importante è un modello di accoglienza che valorizzi al massimo il territorio, il rapporto fra turisti e comunità locale, fatto di feste, eventi gastronomici, degustazioni, spettacoli, laboratori, visite guidate.
Ovviamente, a fianco di ogni iniziativa è importante anche la promozione turistica che dovrebbe contemplare una vasta gamma di interventi da quelli più rilevanti, come poter essere location di un film o di una fiction televisiva, a quelli di impatto capillare ma anch’essi efficaci, con un occhio sempre rivolto ai nuovi media e agli eventi di promozione a livello internazionale.

Seconda proposta: servizi e tasse di pari passo
I Comuni stanno accentuando l’integrazione di molti servizi; ed è un fatto decisamente positivo sul piano dell’efficienza e del risparmio. Ma si spera che sia consequenziale una “parificazione” delle imposte locali (addizionali Irpef e Imu o come si chiamerà ). Perché più i servizi sono analoghi, più dovrebbero essere analoghe le imposte.
D’altronde se si potesse realizzare anche una modesta riduzione di imposte locali ciò darebbe un’iniezione di fiducia a molti lavoratori e pensionati che, impauriti dalla crisi, hanno ridotto i consumi anche di beni necessari creando un circuito recessivo, con immediati effetti negativi sulle attività produttive. Viceversa, si potrebbe innescare un circuito virtuoso perché a livello locale, come a livello nazionale, una riduzione della pressione fiscale e una conseguente ripresa dei consumi e delle attività produttive porterebbe anche maggiori entrate per le finanze pubbliche.

Terza proposta: interscambio generazionale
Accendo la Tv e vedo nei talk show, come nei Tg, esponenti politici e parlamentari sempre più giovani. Anche a livello locale, sindaci, assessori, consiglieri sono sempre più giovani. Il che è un bene per vari motivi. Anzitutto perché ciò simboleggia il rinnovamento. Inoltre, avere molti giovani impegnati in politica e nelle istituzioni è senz’altro un fattore positivo e un’iniezione di ottimismo, un sinonimo di dinamismo e di voglia di fare. Ma io credo anche nell’interscambio di generazioni, non vorrei che insieme a noi “attempati” andassero in soffitta anche i nostri problemi e le nostre esperienze. I problemi di una popolazione che invecchia sempre più non sono uno scherzo a cominciare dal settore socio sanitario e forse il contributo di chi se li trova vicini non è da buttare. Quanto all’esperienza avuta nel mondo del lavoro, del sindacato, del volontariato, dei problemi socio economici di questi ultimi decenni può sempre essere utile… inoltre è fondamentale che le generazioni interagiscano per avere una visione complessiva delle varie problematiche.
G.P.