adv

AZIENDE, SERVIZI, NOTIZIE E INFORMAZIONE DAL MUGELLO E DALLA VALDISIEVE. NEWS MUGELLO E VALDISIEVE, NOTIZIE DALLA VAL DI SIEVE E NOTIZIE DAL MUGELLO. AZIENDE DI PRODUZIONE, COMMERCIO, SERVIZI, NEWS E INFORMAZIONI DALLA VALDISIEVE E IL MUGELLO. NOTIZIE, TERRITORIO, CULTURA, MODA, SPORT, AGRITURISMO, VINO, PRODOTTI TIPICI TOSCANI. AZIENDE DI PRODUZIONE E VENDITA. PUBBLICITÀ E MARKETING TERRITORIALE.

Home  |  WebMail

SIEVE NEWS

AZIENDE E SERVIZI

PER SAPERNE DI PIÙ

FOTOGALLERY

SIEVE WEB TV

CHE TEMPO FA?

ORARIO TRENITALIA

COMMUNITY

LINKS E UTILITA'

ABOUT US

SERVIZI E MARCHI

HOME PAGE

SIEVE NEWS - NOTIZIE ED EVENTI IN VALDISIEVE E MUGELLO

Circolo Fratelli ROSSELLI VALDISIEVE
Periodico Laburista NOTIZIE

A cura della Redazione  |  E-Mail: rosselli.valdisieve@alice.it

 

      LABURISTA NOTIZIE - N.1 - FEBBRAIO 2014

                     21/2/2014 - I SOLDI NON CI SONO ….. O NO?

<<<

Letta torna dal Kuwait con 500 milioni
Il Presidente annuncia pomposamente come un suo grande successo aver ottenuto dall’Emirato investimenti in Italia per 500 milioni. Ricordiamo al Presidente e agli Italiani che quella somma basterebbe per costruire SOLO 2 (DUE) Km della Torino-Lyon, che il suo Governo ha appena confermato a Nov. 2013. Infatti se l’Europa paga il 40% dei 8,5 miliardi preventivati per la tratta “Saint-Jean-de-Maurienne – Susa”, l’accordo Italia –Francia firmato da Lupi, prevede che la Francia per i suoi 45 Km di tunnel paghi il 42% (2,14miliardi) e l’Italia per i suoi 12 Km di tunnel paghi il 58% (2,96 miliardi). Questo in virtù del limite nel budget di spesa imposto dalla Francia: 45 milioni a Km. Se voi italiani volete proprio farlo questo Tunnel mettete la differenza: quindi i nostri 12 Km costeranno 245 milioni di € a Km!! A preventivo: ma anche l’Europa si è accorta che a consuntivo il TAV in Italia è costato 6 volte che in Francia.
La Cassa Depositi e Prestiti
I 500 milioni del Kuwait verranno gestiti dalla CDP che è nata prima dell’Unità d’Italia (nel 1857) con lo scopo di raccogliere e gestire il risparmio postale degli italiani. Gestire voleva dire fornire credito a bassi interessi calmierato agli Enti Locali per finanziare opere pubbliche. E’ rimasta un Ente di Stato e Pubblica sino al 2003 quando è diventata una SpA e sono entrate nel suo capitale, per l’80% in mano al Tesoro, le Fondazione Bancarie private (63 nel 2012 con il 18% di partecipazione).
Il suo Fatturato attuale ammonta a oltre 300 MILIARDI ,di cui 235 dalla raccolta del risparmio postale. Nel 2012 ha avuto un UTILE di 2,8 miliardi! E un ROE del 19,8% (redditività del capitale). Partecipa alla svendita del patrimonio pubblico: ha appena comprato il Teatro Comunale di Firenze per 23 milioni privatizzando con i soldi pubblici (sic!), e ha appena venduto partecipazioni dello Stato incassando 7 miliardi con un dividendo di 2 miliardi da girare al Tesoro e 360 milioni alle Fondazioni Bancarie.
Come SPA ha continuato a finanziare gli investimenti degli Enti

Locali ma a tassi di mercato, costringendo i Sindaci a cercare fonti presso le Banche, aprendo così a loro il mercato delle Opere Pubbliche, sino ad allora non accessibile. CDP è da tempo al servizio dei poteri forti del nostro Paese.
I SOLDI NON CI SONO ma IL TUNNEL TO-LY E’ STRATEGICO!
In realtà non è vero che in Italia non ci siano i soldi: ce ne sono ma sono distribuiti in maniera diseguale e sono tutti al servizio dei grandi interessi finanziari. Un Paese che è passato dal 1990 con un Controllo Pubblico delle banche al 74% e oggi, unico Paese in Europa, lo ha lasciato andare a ZERO, non può che essere in balia dei poteri forti delle stesse Banche e del sistema finanziario.
Volete un esempio: perché si finanziano opere con costi astronomici tipo il Tunnel To-LY del TAV (vedi le cifre riportate sopra) vista la sua inutilità dimostrata dalla caduta verticale del trasporto passeggeri e merci e dell’utilizzo al 25% della linea esistente e perfettamente funzionante? Pensate davvero che sia per il bene futuro della gente italica o solo per il bene di Imprese come quelle che hanno intascato 66 milioni a Km per il TAV tra TO e MI con un preventivo di 7 milioni? E nella Pianura Padana non c’era da scavare alcun tunnel! O finanziare il mostro Inceneritore di Selvapiana con 104 milioni e portare il costo di smaltimento rifiuti al record italiano: 240€ a tonnellata e quindi con una TARES o TARI alle stelle? Ora il 7 febbraio sorso ci hanno ripensato i Sindaci della ValdiSieve dopo anni di consenso incondizionato senza cercare soluzioni alternative che esistono e che cittadini informati suggerivano da tempo.
Quando riprenderemo in mano i nostri risparmi e li useremo quale risorsa per uscire dalla crisi utilizzandoli per opere pubbliche quali sistemazione delle Scuole, riduzione del Dissesto Idrogeologico, creazione di posti di lavoro in Agricoltura? Dare una speranza di futuro, come abbiamo avuto noi, ai nostri figli e nipoti? Non vi saranno più margini operativi del 19% da distribuire ai soliti noti, ma garantiranno Posti di Lavoro, Reddito distribuito e garantiranno anche e sempre il giusto interesse da ridistribuire al risparmio dei cittadini.
f.r.