adv

AZIENDE, SERVIZI, NOTIZIE E INFORMAZIONE DAL MUGELLO E DALLA VALDISIEVE. NEWS MUGELLO E VALDISIEVE, NOTIZIE DALLA VAL DI SIEVE E NOTIZIE DAL MUGELLO. AZIENDE DI PRODUZIONE, COMMERCIO, SERVIZI, NEWS E INFORMAZIONI DALLA VALDISIEVE E IL MUGELLO. NOTIZIE, TERRITORIO, CULTURA, MODA, SPORT, AGRITURISMO, VINO, PRODOTTI TIPICI TOSCANI. AZIENDE DI PRODUZIONE E VENDITA. PUBBLICITÀ E MARKETING TERRITORIALE.

Home  |  WebMail

SIEVE NEWS

AZIENDE E SERVIZI

PER SAPERNE DI PIÙ

FOTOGALLERY

SIEVE WEB TV

CHE TEMPO FA?

ORARIO TRENITALIA

COMMUNITY

LINKS E UTILITA'

ABOUT US

SERVIZI E MARCHI

HOME PAGE

SIEVE NEWS - NOTIZIE ED EVENTI IN VALDISIEVE E MUGELLO

Circolo Fratelli ROSSELLI VALDISIEVE
Periodico Laburista NOTIZIE

A cura della Redazione  |  E-Mail: rosselli.valdisieve@alice.it

 

      LABURISTA NOTIZIE - N.2 - APRILE 2014

                     3/5/2014 - VERSO LE ELEZIONI DEL 25 MAGGIO

<<<

di Valdo Spini
Il 25 maggio avremo una scadenza di grande rilievo nella vita politica nazionale. Si vota per le elezioni europee e si svolge il turno amministrativo generale per il rinnovo dei consigli comunali.
Riguardo alla prima scadenza, c’è una novità importante. Le forze politiche europee che si presentano alle elezioni per il Parlamento Europeo devono indicare in anticipo il loro candidato alla presidenza della Commissione Europea. In altre parole, devono dire chi nominerebbero nel caso che conseguissero la maggioranza degli elettori.
Il Partito del Socialismo Europeo ha designato il presidente uscente del parlamento europeo Martin Schultz diventato famoso fra l’altro per lo scontro che lo oppose a Silvio Berlusconi in una memorabile seduta del massimo consesso rappresentativo europeo.
Le posizioni di Martin Schultz, dimostratesi indipendenti rispetto a quelle del governo tedesco di Angela Merkel, sono un elemento importante a favore di una politica realmente europea che tenga conto di tutti i partners e non solo della Germania.
Nel turno generale delle elezioni amministrative si segnalano quelle che si svolgono in Toscana, nella stessa Pontassieve, e direi soprattutto nel capoluogo regionale, Firenze, visto anche che il 1° gennaio 2015 al posto della Provincia nascerà la Città metropolitana.
Il sindaco uscente, Matteo Renzi, come del resto avevo personalmente pronosticato nelle elezioni del 2009, ha lasciato Firenze per Roma. Il Partito Democratico con delle sue primarie interne, ha designato come candidato sindaco l’attuale vice sindaco reggente Dario Nardella.
Intorno a lui si è formata un’ampia coalizione di liste. In questa coalizione, spicca la novità della lista “Sostieni Firenze” che ho l’onore di guidare personalmente e che riunisce di nuovo tutti i socialisti, insieme con i Verdi, con le espressioni della società civile, con candidati provenienti dalla Sel, dall’Idv e dallo stesso Pd.
Una lista quindi che invece della ricerca della frammentazione propria di molti ambienti politici, ha perseguito la convergenza e l’unione all’insegna di questo slogan: “nel centro sinistra con le nostre idee”.
Logico infatti pensare che una lista siffatta possa ragionevolmente pensare di diventare determinante nel prossimo consiglio comunale. Le nostre idee del resto le abbiamo coltivate con coerenza in questi anni: dare alla politica urbanistica un respiro veramente metropolitano, agire sui pilastri cultura, ambiente e lavoro, per costruire una Firenze in grado di dare prospettive alle sue giovani e ai suoi giovani.
L’importanza dell’aspetto metropolitano è evidente. Negli scorsi 10 anni quasi 100.000 fiorentini hanno lasciato la città per i comuni vicini. Ma molti di loro la mattina tornano a Firenze per lavorare, studiare, usufruire in generale dei servizi della città. Tutto questo ha bisogno di essere disciplinato a livello intercomunale per migliorare la qualità dalla vita dei cittadini.
La vita delle cittadine e dei cittadini fiorentini dipende dalle loro possibilità di lavoro e di reddito ma anche dalla qualità dei trasporti, dall’ ambiente in cui vivono e dai consumi sociali e culturali che sono per loro disponibili. Una lista come la nostra in cui sono presenti le espressioni significative della tradizione di sinistra e ambientalista fiorentina, può dare le garanzie necessarie per una scelta ben ponderata e motivata. Quando diciamo” la grande Firenze” e “con le nostre idee nel cento sinistra” sappiamo di essere credibili.
Valdo Spini