adv

AZIENDE, SERVIZI, NOTIZIE E INFORMAZIONE DAL MUGELLO E DALLA VALDISIEVE. NEWS MUGELLO E VALDISIEVE, NOTIZIE DALLA VAL DI SIEVE E NOTIZIE DAL MUGELLO. AZIENDE DI PRODUZIONE, COMMERCIO, SERVIZI, NEWS E INFORMAZIONI DALLA VALDISIEVE E IL MUGELLO. NOTIZIE, TERRITORIO, CULTURA, MODA, SPORT, AGRITURISMO, VINO, PRODOTTI TIPICI TOSCANI. AZIENDE DI PRODUZIONE E VENDITA. PUBBLICITÀ E MARKETING TERRITORIALE.

Home  |  WebMail

SIEVE NEWS

AZIENDE E SERVIZI

PER SAPERNE DI PIÙ

FOTOGALLERY

SIEVE WEB TV

CHE TEMPO FA?

ORARIO TRENITALIA

COMMUNITY

LINKS E UTILITA'

ABOUT US

SERVIZI E MARCHI

HOME PAGE

SIEVE NEWS - NOTIZIE ED EVENTI IN VALDISIEVE E MUGELLO

Circolo Fratelli ROSSELLI VALDISIEVE
Periodico Laburista NOTIZIE

A cura della Redazione  |  E-Mail: rosselli.valdisieve@alice.it

 

      LABURISTA NOTIZIE - N.5 - SETTEMBRE 2014

                     18/10/2014 - I GIOVANI E LA POLITICA

<<<

I giovani e la politica ‘che fu’…
di Mauro Messeri


Sono tra gli italiani che possono definirsi ‘appassionati’ di politica, sia interna, che estera o che almeno lo sono stati e fortemente e ricercano, non per amarcord o per patetiche nostalgie di gioventù, ma ancora per radicata convinzione, di individuare, trai giovani in particolare, lo stesso senso di passione che mosse noi ormai tanti anni fa…
A riparlarne mi sento sempre trasportare dalla passione che nacque, appunto, nel lontano 1957: mi piace ripensare a me come uno di quei “gatti” che la sera, anche tarda ed in qualunque stagione, indugiava volentieri in gruppo per organizzare assemblee in giro per la Toscana… Eppure la stragrande maggioranza dei tanti “panini al volo” come me, che militava insieme a noi allora nei giovani DC, oggi ha ottenuto solo l’infausta ‘medaglia di riconoscimento’ di rottamato… termine secondo me mal interpretato e deviato come se ‘vincere’ (politicamente parlando s’intende,…) ne fosse una spontanea derivazione interpretativa.
Non c’è dubbio che ai miei tempi, giovani e anziani, aderissero all’appello del Partito per un piglio elettorale deciso, un motore umano di trasmissione ‘ad impulsi ‘che ci vedeva in giro a richiedere gli strumenti di lavoro e piccole sovvenzioni per un giornale mensile… Questo era il nostro giornale, quelli erano ‘altri tempi’ nei quali proprio ‘IL LABURISTA’ si candidò per la concorrenza di giovani desiderosi di scendere nell’arena.
Non ho mai aderito direttamente a nessun partito ma ho sempre avuto la ferma convinzione che nella politica debbano trovare loro investimento solo quei cittadini per i quali essa ha senso, se il suo obiettivo è un vero e proprio mutamento migliorativo delle condizioni esistenti.
Sentivo anche io sin da allora l’importanza che avevano le forze politiche per un ricambio ed un’alternativa al sistema e lo avvertivo così fortemente che vita di noi giovani non sembrava sacrificata se, che per seguire attentamente le vicende politiche o comunque per ogni sorta di attività di partito, si tralasciavano incontri sentimentali o passioni sportive…; quando si presentava l’occasione, abbastanza spesso…, il gruppo più attivo di giovani veniva richiamato e questo rispondeva prontamente. Fatti poi i Congressi ed i Meeting, tutti dovevano rientrare in sede e mettersi a disposizione degli organi dirigenti. Questa era l’era “dei vitelli grassi” dalla quale, per altro, tenevo molto a non staccarmi: era cioè il periodo più vivace e fertile per il reclutamento giovani e per cercare di affermare la propria personalità politica dietro quel poco di insegnamento e ahimé… solo diversi anni dopo, fu possibile verificare con rammarico che talvolta tale insegnamento formativo era degenerato in un negativo condizionamento ideologico della sinistra extraparlamentare…
Condivido ora da anziano la buona affermazione del Partito Democratico, la cui guida, sul piano governativo e su quello più strettamente di partito nelle persone di Renzi e Bersani, dovrebbe mettere a tacere personaggi oramai squalificati e di nessun interesse per il paese… Se infatti Renzi nel Pd è riuscito ad accendere la speranza di un cambiamento, il problema nei prossimi mesi sarà quello di non far crollare le aspettative che lui, con la stravincita iniziata dalle primarie, è stato in grado di sollevare. Da questo punto di vista, le responsabilità del Pd dei rottamatori saranno molto grandi, ‘stretto’ tra i partiti di destra che si fanno forti della crisi generale del Paese per insinuarsi nei ‘varchi’ scoperti dalla sinistra ed il crescente disagio sociale legato in particolare alla disoccupazione proprio di quei giovani che per i primi sono scesi in piazza per rottamare, pieni di speranze di nuovo e di cambiamento.
Il superamento di questa prova è dunque il mio augurio di vecchio appassionato per questa nuova generazione di PD e soprattutto di riuscire a farlo prima che sia troppo tardi per il Paese.