adv

AZIENDE, SERVIZI, NOTIZIE E INFORMAZIONE DAL MUGELLO E DALLA VALDISIEVE. NEWS MUGELLO E VALDISIEVE, NOTIZIE DALLA VAL DI SIEVE E NOTIZIE DAL MUGELLO. AZIENDE DI PRODUZIONE, COMMERCIO, SERVIZI, NEWS E INFORMAZIONI DALLA VALDISIEVE E IL MUGELLO. NOTIZIE, TERRITORIO, CULTURA, MODA, SPORT, AGRITURISMO, VINO, PRODOTTI TIPICI TOSCANI. AZIENDE DI PRODUZIONE E VENDITA. PUBBLICITÀ E MARKETING TERRITORIALE.

Home  |  WebMail

SIEVE NEWS

AZIENDE E SERVIZI

PER SAPERNE DI PIÙ

FOTOGALLERY

SIEVE WEB TV

CHE TEMPO FA?

ORARIO TRENITALIA

COMMUNITY

LINKS E UTILITA'

ABOUT US

SERVIZI E MARCHI

HOME PAGE

SIEVE NEWS - NOTIZIE ED EVENTI IN VALDISIEVE E MUGELLO

Circolo Fratelli ROSSELLI VALDISIEVE
Periodico Laburista NOTIZIE

A cura della Redazione  |  E-Mail: rosselli.valdisieve@alice.it

 

      CHI SIAMO

                     26/2/2015 - CEMENTIFICIO DI PONTASSIEVE

<<<

Lettera al Presidente del Consiglio
Nel’ultimo numero di Laburista notizie dicembre 2014, abbiamo pubblicato il comunicato dell’Assemblea dei lavoratori ex Italcementi–Colacem, indirizzato al Presidente del Consiglio Matteo Renzi, appello pubblicato anche su un quotidiano nazionale. Visto che non c’è stata nessuna risposta all’appello, questo Circolo, ritenendo grave la situazione in cui si trovano questi lavoratori, le proprie famiglie e l’intera zona, ha ritenuto di portare il problema direttamente al Presidente del Consiglio, al Ministro del Lavoro e a quello dello Sviluppo Economico, scrivendo la lettera sotto riportata.

Pontassieve, 30.12.2014

Al Presidente del Consiglio dei Ministri - Roma
e, p.c., Al Ministro del Lavoro - Roma
e, p. c., Al Ministro dello Sviluppo Economico - Roma

Oggetto: Cementificio di Pontassieve

Il nostro concittadino Presidente del Consiglio dei Ministri non può non essere a conoscenza della sorte del Cementificio di Pontassieve, già Italcementi poi Gruppo Colacem.
Lo storico impianto sta per chiudere definitivamente, e i lavoratori stanno per perdere il posto.
I lavoratori hanno già indirizzato una lettera aperta al Presidente del Consiglio dei Ministri, pubblicata – a pagamento – anche su un quotidiano nazionale.
Ma non hanno ricevuto risposte, e si sentono abbandonati dal Governo.
Il Circolo Fratelli Rosselli Valdisieve di Pontassieve, che pubblica il periodico “LABURISTA notizie”, fattosi interprete della preoccupazione per gli effetti economici e occupazionali della chiusura del Cementificio (mentre, altrove, si inaugurano nuovi e moderni impianti), ha ritenuto di inserire nell'ultimo numero (che si unisce in copia) la lettera aperta di cui sopra.
Ma il Circolo, con questa nota, si fa portavoce diretto della necessità che le alte cariche del Governo sopra destinatarie vogliano dare prova di attenzione e di impegno per una positiva soluzione del problema drammaticamente posto da quei lavoratori.
E confida in un cenno di non formale riscontro.
Con i distinti ossequi.
Il Presidente
Al momento abbiamo avuto due lettere in risposta, da
parte del Segretario Particolare del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali. Di seguito si riportano i contenuti.
La prima lettera informa che, in risposta alla questione in oggetto, il Ministro Poletti ha chiesto di avere via posta elettronica un report aziendale in merito alla vertenza interessata: iniziative intraprese, stato dell’impresa, numero di lavoratori coinvolti, ecc. In tal modo, il suddetto Ministero potrà capire meglio la situazione specifica di Pontassieve; potendo così valutare ed eventualmente dare una risposta concreta al problema.
Comunque precisa che, a prima vista, sembrerebbe trattarsi di una (purtroppo) “classica” situazione locale, per la quale il Ministero non possiede strumenti diretti d’intervento. Restando in attesa di risposta, fa, presente inoltre, che questa lettera è stata anche spedita al sindaco di Pontassieve, Dott.ssa Monica Marini e al Dr. Gianfranco Simoncini, Assessore Regione Toscana alle Attività Produttive, Credito e Lavoro.
L’altra lettera pervenuta precisa: “Dopo la Vostra pubblicazione su “Laburista notizie” è stata contattata la Regione Toscana per verificare l’attuale situazione delle cose, che ci è stata esposta puntualmente dall’Assessorato alle Attività Produttive. In merito sono in corso dialoghi fra Italcementi (proprietaria dell’area), Colacem (che ha avuto in affitto l’attività), Regione e amministrazione comunale di Pelago.
Sperando in un esito soddisfacente della vertenza in atto siamo già d’accordo con la Regione Toscana affinché ci tenga prontamente aggiornati su eventuali sviluppi della pratica in essere. Proprio a tal fine, per conoscenza, questa lettera è stata inviata anche a loro”.
Questa è la situazione attuale, nella speranza che tutte le parti coinvolte, si attivino affinché ai lavoratori siano garantite le occasioni di reinserimento nel mondo del lavoro prima della cessazione della Cassa Integrazione speciale.