adv

AZIENDE, SERVIZI, NOTIZIE E INFORMAZIONE DAL MUGELLO E DALLA VALDISIEVE. NEWS MUGELLO E VALDISIEVE, NOTIZIE DALLA VAL DI SIEVE E NOTIZIE DAL MUGELLO. AZIENDE DI PRODUZIONE, COMMERCIO, SERVIZI, NEWS E INFORMAZIONI DALLA VALDISIEVE E IL MUGELLO. NOTIZIE, TERRITORIO, CULTURA, MODA, SPORT, AGRITURISMO, VINO, PRODOTTI TIPICI TOSCANI. AZIENDE DI PRODUZIONE E VENDITA. PUBBLICITÀ E MARKETING TERRITORIALE.

Home  |  WebMail

SIEVE NEWS

AZIENDE E SERVIZI

PER SAPERNE DI PIÙ

FOTOGALLERY

SIEVE WEB TV

CHE TEMPO FA?

ORARIO TRENITALIA

COMMUNITY

LINKS E UTILITA'

ABOUT US

SERVIZI E MARCHI

HOME PAGE

SIEVE NEWS - NOTIZIE ED EVENTI IN VALDISIEVE E MUGELLO

Circolo Fratelli ROSSELLI VALDISIEVE
Periodico Laburista NOTIZIE

A cura della Redazione  |  E-Mail: rosselli.valdisieve@alice.it

 

      LABURISTA NOTIZIE - N.1 - FEBBRAIO 2015

                     26/2/2015 - Sinistra: idee di città, in città.

<<<

di Giuseppe Masi

E’ cosa nota che sono io un’immorale, stupenda condizione che è la risultante tra ciò che sono e quel che avrei voluto essere. Tutte le caratteristiche dell’immoralità mi sono bagaglio ma l’immoralista, bellissimo il libro di Andrè Gide, non è il mio mestiere; scrissi tutto qualche tempo fa proprio su questo giornale. Certo che c’è una parte di me che tuttavia pretende l’ossequio alle regole ed il rispetto delle medesime anche se queste non sono da me condivise quindi, mentre seguo diligentemente le regole normate dalle leggi, cerco di cambiarle con tutti gli strumenti che la democrazia mi mette a disposizione. Questo sono io. Esigo, da chi fa politica ed amministra la vita degli altri ed il Bene Comune, la rettitudine poiché questi non stanno lì prescritti da nessun medico o con la pistola alla tempia. Sono lì per il loro ego, la loro ambizione, che poi nascondono sotto il tappeto della passione, talvolta, quando si fa più dura, con risposte standard: “…vieni te”, “…non c’è nessuno che lo vuole fare” ed altri timbri dell’incapacità evidente stuzzicata dalla mia pretesa della loro integrità morale.
D’altra parte io ho la presunzione di conoscere la moralità in quanto immorale. Tuttavia sogno ed auspico Cittadini che partecipano alla manutenzione ed al decoro della nostra città con atteggiamenti e vigile severità a difesa di ogni anfratto di Patrimonio Pubblico per far dell’onirica “qualità della vita” il montante della nostra esistenza.
In fondo è vero che un uomo di Sinistra, come io ambisco ad essere, sta bene solo se lo stanno anche gli altri ed è questa una delle primarie differenze con il qualunquismo e la destra, l’idiozia e l’opportunismo. Certo che è fondamentale il feedback con il Palazzo, perché io non credo alla democrazia delegata in nessuna versione sia sindacale che politica ed avverso sovente ogni analogia a ciò perfino nelle amministrazioni pubbliche che troppo spesso hanno dato esempio di vasi comunicanti con confinante potere; troppi transiti da patronati, sindacati, partiti ed associazionismo al Palazzo mercé la politica.
Ecco che noi Cittadini potremmo svolgere un ruolo fondamentale, se solo politica e Palazzo ci chiamassero al compito, sollecitando la voglia di pulito ed ordine insita in ognuno di noi. Siamo sempre disposti alla critica per amor della polemica pretta mentre non ci indigniamo se non ci viene offerto un terapeutico luogo di costruzione e smistamento delle nostre osservazioni. Vero che non tocca a me spazzare le strade della mia città, ma l’educazione civica m’impone di non insudiciarle, gli spazzini devono farlo e la legge deve rettificare le negligenze. Invocare il decoro del Patrimonio Pubblico necessita che l’Amministrazione Comunale tenga i giardini pubblici puliti e gioiosi ed io non debba portare nessun animale a scaricarci ogni corporale bisogno, tanto non c’è mica scritto il nome sulle deiezioni. Oppure scuotere la testa davanti agli scarabocchi sui muri di viziati bimbi di tutte le età che scambiano l’Arte con gli arti replicando le banlieue e le Street sempre su proprietà pubbliche. La precedente Giunta ha perfino regalato uno storico muro lungosieve a queste attività contravvenendo la teoria del sindaco di New York, Rudolph Giuliani, che sosteneva che laddove c’è degrado alberga, potenzialmente, la densa aria di reato ed invitava i proprietari degli immobili a cambiare quel vetro rotto.
E’ cosi! Personalmente vorrei una città più sobria ed il Palazzo, chiunque lo abiti, è sempre indaffarato alla gestione dell’ABC ed a cautelare, con indicazioni financo nei CdA, il sottogoverno privato a sensazione pubblica ma quanto sarà bello “cambiare passo”; consapevoli che non si è “cambiato il mondo” proviamo ad esempio a “cambiare modo”, contaminandosi per stringere la forbice dei bisogni. Troviamo complicità nell’humus fattivo che incontri l’economia più adeguata per la città collaboriamo con l’economia mercantile ed artigianale, nonché con l’industria esistente e che verrà, invece che con la Finanza e la sua economia responsabile di questa crisi.
Propongo di dare alle attività commerciali e produttive locali un bollo, che so, una distinzione che ne sottolinei la storia ed il prestigio a chi nel territorio ha dato lustro e buona occupazione e movimentato l’economia e contribuito alla qualità della vita ed alla dignità dei Cittadini. Un bollo da appiccicare ed esporre, spero e vorrei, con vanto, bene in vista nelle attività che sono davvero riconosciute dalla città come esempio. affinché l’orgoglio della proprietà sia condivisibile con i Cittadini, specialmente se questi ne sono stati e sono dei Lavoratori dipendenti di queste Aziende. Un bollo che sia sprone e riferimento per investimenti di nuove realtà e recenti ragioni sociali.
Tempo fa una Banca ci regalò un prestigioso volume in sulle attività di questo tipo e secondo me dovrebbe essere ripreso ed analizzato, discusso anche pubblicamente, in modo da proporre, a costo zero, un catalogo di negozi storici e Imprese che hanno portato Pontassieve, nel tempo, ai fasti del ricordo dei più, anche fuori dal paese per la qualità del loro lavoro. Un catalogo da inserire in tutte le brochure di promozione turistica, associando un bollo che sia una specie di “scudetto”, un trofeo per l’Azienda e per la città. Probabilmente non avremo prenotazioni turistiche per godere ciò ma almeno la città dei Cittadini sarà più a portata di mano. Per me questo può essere di Sinistra.