adv

AZIENDE, SERVIZI, NOTIZIE E INFORMAZIONE DAL MUGELLO E DALLA VALDISIEVE. NEWS MUGELLO E VALDISIEVE, NOTIZIE DALLA VAL DI SIEVE E NOTIZIE DAL MUGELLO. AZIENDE DI PRODUZIONE, COMMERCIO, SERVIZI, NEWS E INFORMAZIONI DALLA VALDISIEVE E IL MUGELLO. NOTIZIE, TERRITORIO, CULTURA, MODA, SPORT, AGRITURISMO, VINO, PRODOTTI TIPICI TOSCANI. AZIENDE DI PRODUZIONE E VENDITA. PUBBLICITÀ E MARKETING TERRITORIALE.

Home  |  WebMail

SIEVE NEWS

AZIENDE E SERVIZI

PER SAPERNE DI PIÙ

FOTOGALLERY

SIEVE WEB TV

CHE TEMPO FA?

ORARIO TRENITALIA

COMMUNITY

LINKS E UTILITA'

ABOUT US

SERVIZI E MARCHI

HOME PAGE

SIEVE NEWS - NOTIZIE ED EVENTI IN VALDISIEVE E MUGELLO

Circolo Fratelli ROSSELLI VALDISIEVE
Periodico Laburista NOTIZIE

A cura della Redazione  |  E-Mail: rosselli.valdisieve@alice.it

 

      LABURISTA NOTIZIE - N.2 - APRILE 2015

                     30/4/2015 - CEMENTIFICIO DI PONTASSIEVE

<<<

La situazione attuale

“Nell’ultimo numero di “Laburista notizie” febbraio 2015, abbiamo pubblicato la lettera inviata al Presidente del Consiglio dei Ministri, e p.c. al Ministro del Lavoro e al Ministro dello Sviluppo economico, con oggetto: Cementificio di Pontassieve. Poi abbiamo pubblicato le lettere pervenute da parte del Segretario Particolare del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali. In questo numero si pubblica la lettera sotto riportata, che il Circolo Fratelli Rosselli Valdisieve ha scritto al Segretario particolare del Ministero del Lavoro, al fine di fare il punto della situazione e la richiesta di un suo coinvolgimento tra i lavoratori, l’Italcementi e le Amministrazioni locali, per trovare una possibile soluzione alle difficoltà di questi lavoratori”.

Pontassieve, 12 marzo 2015

OGGETTO: Chiusura del cementificio di Pontassieve / San Francesco (Pelago)

Egr. Dott. Leonardo Andreaus,

La ringrazio innanzitutto a nome del Circolo che presiedo e dei dipendenti del Cementificio di Pontassieve per il Suo interessamento alla questione in oggetto.
Come avrà avuto modo di apprendere, la situazione si è venuta a creare per il disimpegno della Italcementi dall’impianto di Pontassieve che, pur senza determinare alcuna perdita economica per l’azienda, non raggiungeva i livelli di redditività di altri impianti di cui Italcementi era proprietaria. Per questo, quando in data 12 luglio 2012 la Colacem è subentrata a Italcementi attraverso un contratto di affitto di ramo di azienda, si sono levate numerose voci di preoccupazione sulla sorte dell’impianto. Colacem è una concorrente diretta di Italcementi ed è proprietaria di un analogo impianto in Casentino, a non più di 50 km dal cementificio di Pontassieve, dunque l’acquisizione sembrava preannunciare la chiusura e la dismissione dell’impianto, a favore di quello del Casentino, eventi che si sono regolarmente verificati nel successivo mese di ottobre, a meno di 5 dall’acquisizione. I dipendenti coinvolti erano, all’epoca, ben 52, parte dei quali, in questi anni, hanno raggiunto, attraverso due anni di CIG e CIGS, i requisiti per il pensionamento o sono stati riassorbiti nell’impianto Colacem del Casentino o, in altri pochi casi, hanno trovato opportunità di lavoro alternative al cementificio. Restano attualmente 28 dipendenti in CIGS fino al 24 novembre 2015, una parte dei quali sembra intenzionata a costituire un’impresa, probabilmente a carattere cooperativo, per un progetto di sviluppo culturale e turistico da attuare in quell’area (ancora di proprietà di Italcementi). L’impresa potrebbe avviarsi attraverso il sostegno previsto da un progetto regionale della Toscana per l’imprenditoria di lavoratori già destinatari di ammortizzatori sociali. Per avviare questa soluzione, sarebbe auspicabile poter iniziare un confronto fra le parti interessate, cioè i lavoratori, Italcementi, come proprietà dell’area, le amministrazioni locali e regionali, titolari della programmazione territoriale e urbanistica.
Mi auguro che dal Ministero possiate continuare a promuovere presso i livelli regionale e locale (Comune di Pelago) tutte le azioni possibili per la risoluzione della vertenza, emblematica della difficile situazione occupazionale della nostra zona.
Nel ringraziarLa nuovamente dell’interessamento, invio cordiali saluti
Il Presidente del Circolo Fratelli Rosselli Valdisieve