adv

AZIENDE, SERVIZI, NOTIZIE E INFORMAZIONE DAL MUGELLO E DALLA VALDISIEVE. NEWS MUGELLO E VALDISIEVE, NOTIZIE DALLA VAL DI SIEVE E NOTIZIE DAL MUGELLO. AZIENDE DI PRODUZIONE, COMMERCIO, SERVIZI, NEWS E INFORMAZIONI DALLA VALDISIEVE E IL MUGELLO. NOTIZIE, TERRITORIO, CULTURA, MODA, SPORT, AGRITURISMO, VINO, PRODOTTI TIPICI TOSCANI. AZIENDE DI PRODUZIONE E VENDITA. PUBBLICITÀ E MARKETING TERRITORIALE.

Home  |  WebMail

SIEVE NEWS

AZIENDE E SERVIZI

PER SAPERNE DI PIÙ

FOTOGALLERY

SIEVE WEB TV

CHE TEMPO FA?

ORARIO TRENITALIA

COMMUNITY

LINKS E UTILITA'

ABOUT US

SERVIZI E MARCHI

HOME PAGE

SIEVE NEWS - NOTIZIE ED EVENTI IN VALDISIEVE E MUGELLO

Circolo Fratelli ROSSELLI VALDISIEVE
Periodico Laburista NOTIZIE

A cura della Redazione  |  E-Mail: rosselli.valdisieve@alice.it

 

      LABURISTA NOTIZIE - N.2 - APRILE 2015

                     30/4/2015 - PROBLEMI SANITARI

<<<

LA CASA DELLA SALUTE A PONTASSIEVE E I
PROBLEMI SANITARI DELLA ZONA

Nel progetto della Regione Toscana le Case della Salute, nel quadro generale dei servizi per la salute, dovrebbero garantire ai cittadini:
a) l’accoglienza e l’orientamento ai servizi sia sanitari che socio sanitari;
b) l’accoglienza di primo livello;
c) la gestione delle cronicità;
d) la prevenzione e la promozione della salute.
I piani aziendali prevedono l’apertura di 11 CDS per la ASL 10 di Firenze. Al momento per Firenze risultano aperte solo 2 Case della Salute. Come priorità, detto dall’attuale Direttore ASL 10, per la zona Valdarno e Valdisieve sono quelle di Pontassieve, Reggello e Figline Valdarno.
Per quanto riguarda la nostra Zona, questa è un’opportunità su cui lavorare, se andiamo a realizzare un servizio migliore dell’esistente, in una zona che non ha ospedali pubblici vicini.
Importante è fare chiarezza da parte dei Sindaci della Val di Sieve con Regione ed ASL 10 su quello che sarà il servizio offerto da questa struttura, sui tempi e sulla reale realizzazione e sulla situazione finanziaria (preventivo di 6 milioni di Euro, disponibilità di 3 milioni di Euro? A fronte della necessità di € 1.800.000 per la messa a norma del Poliambulatorio di Via Bettini), sui Servizi nel periodo necessario alla realizzazione della Struttura.
Questo è possibile oggi, quando devono essere rinegoziati i rapporti fra i Comuni di Pontassieve, Pelago e Rufina e ASL 10 per effetto della nuova legge Regionale 44/2014 e anche per effetto del protocollo d’intesa del 26/03/2014 relativo alla realizzazione della “CASA DELLA SALUTE – VALDSIEVE”, con lo scopo di ottenere:
- Un Presidio veramente completo, attrezzato ed efficiente, con la presenza, oltre ai Servizi definiti dalla Delibera Regionale 636/2013 (di recente è uscita la Delibera della Giunta Regionale Toscana n. 117/ del 16/02/2015), anche dell’Ambulatorio Diabetologico (2° livello), dell’Ambulatorio Oncologico, Ginecologico e di igiene pubblica, del potenziamento dell’Ambulatorio di Geriatria e della Riabilitazione, dell’Ambulatorio Dentistico e dell’Ambulatorio Chirurgico che agiscano in sinergia con gli Ospedali e le Associazioni del Volontariato del Territorio.
Inoltre:
- Mantenere i Medici di Base sul territorio;
- Mantenere un Presidio a Rufina;
- La presenza di posti letto per l’Ospedale di Comunità (per le preospedalizzazioni e per le deospedalizzazioni, oltre quelli già convenzionati, ma insufficienti in zona, con particolari disagi per i malati e i loro familiari nel fare il pendolare della salute. Attualmente sono previsti solo 10 posti letto presso la “Valdisieve Hospital” di San Francesco di Pelago.)
- Un punto di primo (Pronto) Soccorso potenziato nei mezzi (strumentazione radiografica, prelievi...), e nel personale, per rispondere in modo adeguato almeno ai Codici Bianchi e Azzurri che affollano i Pronto Soccorso ospedalieri e per non lasciare sguarnito il Presidio, anche di fronte a urgenze particolari, quando l’unico mezzo oggi presente è in missione.
- Una struttura per gli Handicappati, che consenta loro una vita Autonoma, oltre i loro Genitori (magari al posto dell’attuale Distretto, dove potrebbero collocarsi anche Centri Diurni (Vedi Delibera Giunta Regionale 117/2015).
- Reintegrare i Medici di Neuropsichiatria infantile mancanti, specie per il lavoro da condurre con le Scuole del Territorio e i servizi sociali.
In ultimo ma non ultimo, c’è la necessità, dettata dai bisogni che ha il nostro territorio di una maggiore caratterizzazione, rispetto alle altre aree della Città Metropolitana, di verificare la possibilità di localizzare nell’area ferroviaria di proprietà del Comune di Pontassieve, di un Servizio Socio Sanitario di competenza di Area Vasta (es: diabetologia – odontoiatria).

Come sopra illustrato, siamo una zona fortemente carente di servizi sanitari e per questo portare più sanità e servizi in zona, può essere considerato ambizioso: certamente no! Questo è solo un progetto per ridare maggiori servizi sanitari e dignità a queste nostre popolazioni.
Perciò, per realizzare questo progetto, occorre un grosso impegno di tutte le sue realtà, sia Amministrative (vedi Sindaci), politiche, delle Associazioni tutte del territorio e di quei personaggi, emanazione del nostro territorio, che si ricordino di impegnarsi anche per questa terra.
G.C