adv

AZIENDE, SERVIZI, NOTIZIE E INFORMAZIONE DAL MUGELLO E DALLA VALDISIEVE. NEWS MUGELLO E VALDISIEVE, NOTIZIE DALLA VAL DI SIEVE E NOTIZIE DAL MUGELLO. AZIENDE DI PRODUZIONE, COMMERCIO, SERVIZI, NEWS E INFORMAZIONI DALLA VALDISIEVE E IL MUGELLO. NOTIZIE, TERRITORIO, CULTURA, MODA, SPORT, AGRITURISMO, VINO, PRODOTTI TIPICI TOSCANI. AZIENDE DI PRODUZIONE E VENDITA. PUBBLICITÀ E MARKETING TERRITORIALE.

Home  |  WebMail

SIEVE NEWS

AZIENDE E SERVIZI

PER SAPERNE DI PIÙ

FOTOGALLERY

SIEVE WEB TV

CHE TEMPO FA?

ORARIO TRENITALIA

COMMUNITY

LINKS E UTILITA'

ABOUT US

SERVIZI E MARCHI

HOME PAGE

SIEVE NEWS - NOTIZIE ED EVENTI IN VALDISIEVE E MUGELLO

Circolo Fratelli ROSSELLI VALDISIEVE
Periodico Laburista NOTIZIE

A cura della Redazione  |  E-Mail: rosselli.valdisieve@alice.it

 

      LABURISTA NOTIZIE - N.2 - APRILE 2015

                     30/4/2015 - LA VALDISIEVE E’ SCOMPARSA?

<<<

La Val di Sieve – si legge sul sito www.vacanzeintoscana.eu - include la parte finale della vallata del fiume Sieve e una parte del Pratomagno fiorentino. La Val di Sieve è caratterizzata da un dolce paesaggio collinare ricco di uliveti e vigneti e filari di cipressi e da un territorio montano (dal monte Giovi al Falterona) con folti boschi di faggi, querce e abeti.
Il paesaggio è arricchito da castelli, torri, pievi millenarie e da piccoli centri che conservano l’impianto medievale. Una terra definita “incantevole” che esprime i caratteri più tipici della Toscana che hanno reso la nostra regione famosa nel mondo, come stile (il Tuscany way of live) caratterizzato da un sapiente dosaggio tra natura e lavoro dell’uomo.
Per questo mi ha sorpreso, leggendo, la scheda di sintesi del Pit (piano di indirizzo territoriale comunemente detto “piano paesaggistico” della Regione), vedere che nei 20 ambiti paesaggistici della Toscana la ValdiSieve non c'è. Nell’ambito n. 7 sono elencati tutti i Comuni sia del Mugello che della Valdisieve sotto l’uniforme denominazione “Mugello”.
Non mi intendo di aspetti morfologici e geologici ma dal punto di vista paesaggistica credo che la Valdisieve dovrebbe avere “dignità” di entità automa e unitaria.
Infatti, in altri “ambiti territoriali” dove c'erano esigenze di accorpamento ma anche di differenziazione interna si sono usate dizioni doppie :ad esempio: Versilia e costa apuana (n.2), Garfagnana e Val di Lima (n.3), Val di Nievole e Val d'Arno inferiore (n.5), Casentino e Val Tiberina (n,12), Piana di Arezzo e Val di Chiana (15), Val d'Orcia e Val d'Asso (n.17).
Si dirà che è solo una questione nominalistica… ma poiché le dizioni non sono mai ininfluenti e in Valdisieve non si possono dimenticare 30 anni di iniziative per staccarsi da un’assimilazione al Mugello, che se non era funzionale dal punto di vista istituzionale, appare altrettanto “ fuori luogo” dal punto di vista dell’assetto del territorio e tanto più da quello paesaggistico.
Ero da poco arrivato a Pontassieve quando (credo nel 1978 o giù di lì) scrissi su un periodico locale che non potevamo essere una dependance della Mugello (allora lo eravamo dal punto di vista sanitario e anche da quello scolastico... negli anni '80 mi sentii dire che per il liceo si doveva andare a Borgo, non a Firenze e pensiamo cosa volesse dire per un cittadino di Pontassieve recarsi all’ospedale di Borgo invece che a Ponte a Niccheri).
Dal punto di vista dell'assetto del territorio e del piano paesaggistico poi si vede… a occhio nudo che la Valdisieve ha ancora meno da spartire con il paesaggio del Mugello.
In effetti, considerai una grossa conquista il distacco della Comunità Montana del Mugello avvenuto circa 15 anni fa con la costituzione di una nuova Comunità Montana da cui è scaturita l’attuale Unione di comuni.
Per questo vorrei che questa specificità fosse non solo salvaguardata ma valorizzata...ora non è certo una tabella che la mette in discussione, ma dico francamente che mi sarebbe piaciuto che la Regione ce l'avesse scritta.
Permettetemi di concludere con una citazione. Diceva Talleyrand “ça va sans dire” poi aggiungeva: “Ma se lo si dice è meglio”.
Un’ultima annotazione: cito da un comunicato stampa della Regione Toscana

"Paesaggio, come metafora del futuro". E' l'evento sul tema del paesaggio e della pianificazione paesaggistica che la Regione Toscana coordina per l'Expo di Milano, e che vede la partecipazione di altre otto regioni italiane.
"L'importanza del paesaggio per l'Italia – ha detto l’assessore regionale Marson - che in questo caso si offre all'importante ribalta nazionale e internazionale, è quello di rappresentare uno straordinario documento vivo del rapporto tra natura e cultura espresso dalle comunità presenti nel tempo sul territorio. Uno straordinario patrimonio che abbiamo la responsabilità di tramandare alle future generazioni, e al tempo stesso un fattore decisivo per il benessere anche economico delle generazioni”.

Dopo aver letto questo, mi dispiace ancora di più che la Valdisieve non sia menzionata nell’elenco degli ambiti paesaggistici.
GabrieleParenti