adv

AZIENDE, SERVIZI, NOTIZIE E INFORMAZIONE DAL MUGELLO E DALLA VALDISIEVE. NEWS MUGELLO E VALDISIEVE, NOTIZIE DALLA VAL DI SIEVE E NOTIZIE DAL MUGELLO. AZIENDE DI PRODUZIONE, COMMERCIO, SERVIZI, NEWS E INFORMAZIONI DALLA VALDISIEVE E IL MUGELLO. NOTIZIE, TERRITORIO, CULTURA, MODA, SPORT, AGRITURISMO, VINO, PRODOTTI TIPICI TOSCANI. AZIENDE DI PRODUZIONE E VENDITA. PUBBLICITÀ E MARKETING TERRITORIALE.

Home  |  WebMail

SIEVE NEWS

AZIENDE E SERVIZI

PER SAPERNE DI PIÙ

FOTOGALLERY

SIEVE WEB TV

CHE TEMPO FA?

ORARIO TRENITALIA

COMMUNITY

LINKS E UTILITA'

ABOUT US

SERVIZI E MARCHI

HOME PAGE

SIEVE NEWS - NOTIZIE ED EVENTI IN VALDISIEVE E MUGELLO

Circolo Fratelli ROSSELLI VALDISIEVE
Periodico Laburista NOTIZIE

A cura della Redazione  |  E-Mail: rosselli.valdisieve@alice.it

 

      LABURISTA NOTIZIE - N.2 - APRILE 2015

                     30/4/2015 - IL PERCORSO DI RENZI

<<<

Renzi getta la maschera e piglia tutto

Nella direzione del Partito Democratico di oggi, 30 marzo, Renzi ha reso esplicito ciò che era già evidente da tempo. Con una forzatura imperiosa, convinto di aver già vinto, ha detto alle minoranze interne al ”suo” partito: “Se vi pare è così fate quello che volete”. Le minoranze non hanno votato rimandando la battaglia in Parlamento quando ci sarà il voto sulla legge elettorale. Così facendo Renzi si ripromette due cose: ridurre ad un ruolo insignificante la sinistra interna ed esterna al suo partito e sfondare al centro dell’elettorato italiano, cioè riprendere il posto che fu per tanto tempo della Democrazia Cristiana, ovviamente con i relativi aggiustamenti, se ci fossero degli incidenti di percorso, e, se il governo finisse in minoranza, andare al voto. Un disegno audace e probabilmente vincente. Il vero problema sarà come ne esce il paese da questa prova. Sicuramente con una crisi economica più lunga e grave e con meno democrazia. In questo quadro potrebbe tornare importante il ruolo dei socialisti, poiché le elezioni potrebbero dare la maggioranza a Renzi, ma si scordi, in queste condizioni del paese, di ridurre a marginali le opposizioni. Dico le opposizioni perché gli spazi si possono aprire a destra come a sinistra e non saranno marginali. Se riprende fiato l’azione di unità europea sarà battuta la destra xenofoba e si apriranno spazi per una ripresa della sinistra. La sinistra dovrà però imparare ad avere un progetto economico valido e non aleatorio e spingere su temi progressisti che non spaventino gli elettori moderati; e qui potrebbero avere buon gioco i socialisti, accentuando il programma riformatore che diventerebbe centrale per cambiare davvero il paese, colpendo il Renzismo nei suoi svolazzamenti a destra ed al centro. Soprattutto il riformismo dovrebbe uscire con chiarezza e diventare un metodo di fare politica chiaro a tutta la popolazione, riempito di contenuti realmente progressisti. Un metodo da attuare ai vari livelli di iniziativa pubblica e privata. Vi è un altro aspetto da tener presente; potrebbe riprendere vigore un progetto di austerità, per necessità o per imposizione centralista, che toglierebbe spazio al riformismo prefigurando una specie di economia pianificata in cui avrebbero buon gioco in politica il populismo di destra e di sinistra. Gli italiani si sono dimostrati sempre molto attenti, lo faranno anche in futuro riuscendo a smussare anche le spigolature più dure.
R. C.