adv

AZIENDE, SERVIZI, NOTIZIE E INFORMAZIONE DAL MUGELLO E DALLA VALDISIEVE. NEWS MUGELLO E VALDISIEVE, NOTIZIE DALLA VAL DI SIEVE E NOTIZIE DAL MUGELLO. AZIENDE DI PRODUZIONE, COMMERCIO, SERVIZI, NEWS E INFORMAZIONI DALLA VALDISIEVE E IL MUGELLO. NOTIZIE, TERRITORIO, CULTURA, MODA, SPORT, AGRITURISMO, VINO, PRODOTTI TIPICI TOSCANI. AZIENDE DI PRODUZIONE E VENDITA. PUBBLICITÀ E MARKETING TERRITORIALE.

Home  |  WebMail

SIEVE NEWS

AZIENDE E SERVIZI

PER SAPERNE DI PIÙ

FOTOGALLERY

SIEVE WEB TV

CHE TEMPO FA?

ORARIO TRENITALIA

COMMUNITY

LINKS E UTILITA'

ABOUT US

SERVIZI E MARCHI

HOME PAGE

SIEVE NEWS - NOTIZIE ED EVENTI IN VALDISIEVE E MUGELLO

Circolo Fratelli ROSSELLI VALDISIEVE
Periodico Laburista NOTIZIE

A cura della Redazione  |  E-Mail: rosselli.valdisieve@alice.it

 

      LABURISTA NOTIZIE - N.5 - SETTEMBRE 2015

                     10/9/2015 - NOTE A MARGINE

<<<

12/06/2015 : Che cosa è la crudeltà? Credevo di saperlo, oggi non più. Ma sono in buona compagnia.
Neppure la Giustizia italiana lo sa più.
Infatti: per la Corte di Cassazione (ci risiamo) un omicidio compiuto con 36 (dica trentasei!) coltellate non comporta l’aggravante della crudeltà richiesta dai P.M.
Per la Corte Penale di Milano, lo sfregio, fatto con l’acido, del volto di un giovane, con danni irreversibili e perdita di un occhio, non comporta la crudeltà, come richiesto dal P.M.
Allora, che cosa è la crudeltà?
Leggo dal Dizionario della Lingua Italiana: “Atto crudele. Dal latino “crudelitate(m): malvagità, ferocia.
Temo che il cosiddetto “garantismo” abbia ormai invaso anche le aule dei tribunali, oltre ai “bla – bla” dei nostri politici.
Io penso che qualche ripetizione di latino sarebbe utile a molti... Ma se non sanno nemmeno l’italiano! (leggansi in proposito le intercettazioni dei vari filoni di Mafia Capitale – politici compresi!)

16/06/2015 n.a.m. dei risultati dei ballottaggi delle elezioni amministrative di domenica scorsa, che hanno visto un’altra brusca frenata del PD, con la perdita, fra gli altri, dei comuni di Venezia ed Arezzo.
Secondo Massimo Cacciari, stiamo assistendo allo sfarinamento del Partito Democratico. E’ logico; se il mugnaio adopera la farina solo per fare le proprie ciambelle, che fra l’altro, non gli riescono più tutte col buco, non può andare che così.
Fuori di metafora, un partito ormai senza fondamenta culturali, che sono sempre la fonte sicura di ogni scelta politica consapevole, un partito che è solo luogo di conflitti e non di idee, che rischia di perdere financo la propria identità, abbandonando il proprio campo naturale, rischiando così di diventare un partito SENZA TERRA. Un partito il cui Segretario dovrebbe, a mio avviso, dimettersi per continuare ad esercitare la sua leadership, peraltro affievolita, solo come Capo del Governo. In un partito confuso la sola leadership non basta più. E mi pare anche scorretto, per non dire peggio, cercare di sviare la propria incapacità, sulle vicende del Sindaco Marino colpevole, al momento, solo di essere ONESTO!

02/07/2015 “Spezzeremo le reni alla Grecia” – urlò “Er Puzzone” (così lo chiamavano a Roma gli “anti”) dal balcone di Palazzo Venezia. Sappiamo tutti come andò a finire.
Oggi, l’asse Merkel – Lagarde (a proposito, sapevate che la “mannequine” direttrice del F.M.F. è in scadenza di mandato e teme di non essere rieletta?) col palese assenso del “nostro”, sempre pronto a scegliere la parte dei più forti – o presenti tali – ci riprova, in nome delle leggi ferree del mercato finanziario globale, sfidando gli altri stati europei con decisioni prese PRIMA che ci siano pronunciati gli organi competenti, alla faccia di quella CIVILTA’ lungimirante e solidale, quale l’avevano sognata i padri fondatori dell’Unione Europea.
Ecco, questo è il punto. Quale che sia l’esito del Referendum che si terrà in Grecia domenica prossima, possiamo dire fin d’ora che ci sarà un solo sconfitto: l’EUROPA.
Eventuali futuri accordi saranno solo RATTOPPI su un tessuto lacerato.

17/07/2015 Voglio qui ricordare le parole con le quali Papa Francesco ha chiuso il suo ultimo discorso in Bolivia: “Questo sistema non regge più. Non lo sopportano... i lavoratori, le comunità... E’ necessario un cambiamento che tocchi tutto il mondo e metta l’economia al servizio del popolo... Si tratta di restituire ai poveri ed al popolo ciò che a loro appartiene: è un dovere morale”.
Naturalmente, il Papa parla in nome della fede: “ma la fede è sempre rivoluzionaria”.
Ed il Vangelo, allora? E la chiesa che basa (o dovrebbe basare) la sua azione sul Vangelo, come può non essere rivoluzionaria?
Se lo si guarda con occhi politici, questo discorso ci fa scoprire come questi siano i valori della sinistra che occorre costruire o ricostruire in Europa e, soprattutto, in Italia. Sempre che si riesca a farlo. Abbiamo perso, come minimo, trent’anni! Con rare parentesi.

27/08/2015 Agosto è un buon mese per riflettere; vi riporto di seguito due mie conclusioni, alle quali applico l’aggettivo “definitive”.
1) oggi in Italia c’è un centro e un po’ di destra. La sinistra non esiste più. La cultura liberal – democratica, quella che fu di Giustizia e Libertà e del Partito d’Azione, non esiste più. Una sinistra liberale è lontana anni luce. Questo addolora e preoccupa.
2) La nuova legge elettorale, così com’è, unita alla Riforma del Senato, così come la si vorrebbe, portano inequivocabilmente ad una forma di PREMIERATO che, qualunque cosa ne pensi il Presidente del Consiglio, non è conciliabile con la “democrazia parlamentare” ma solo il prodromo di altre forme di governo, da noi ben conosciute.
Ognuno si comporti come gli detta la propria coscienza. Sempre che ce l’abbia.

Good night and good luck.!
E.T.