adv

AZIENDE, SERVIZI, NOTIZIE E INFORMAZIONE DAL MUGELLO E DALLA VALDISIEVE. NEWS MUGELLO E VALDISIEVE, NOTIZIE DALLA VAL DI SIEVE E NOTIZIE DAL MUGELLO. AZIENDE DI PRODUZIONE, COMMERCIO, SERVIZI, NEWS E INFORMAZIONI DALLA VALDISIEVE E IL MUGELLO. NOTIZIE, TERRITORIO, CULTURA, MODA, SPORT, AGRITURISMO, VINO, PRODOTTI TIPICI TOSCANI. AZIENDE DI PRODUZIONE E VENDITA. PUBBLICITÀ E MARKETING TERRITORIALE.

Home  |  WebMail

SIEVE NEWS

AZIENDE E SERVIZI

PER SAPERNE DI PIÙ

FOTOGALLERY

SIEVE WEB TV

CHE TEMPO FA?

ORARIO TRENITALIA

COMMUNITY

LINKS E UTILITA'

ABOUT US

SERVIZI E MARCHI

HOME PAGE

SIEVE NEWS - NOTIZIE ED EVENTI IN VALDISIEVE E MUGELLO

Circolo Fratelli ROSSELLI VALDISIEVE
Periodico Laburista NOTIZIE

A cura della Redazione  |  E-Mail: rosselli.valdisieve@alice.it

 

      LABURISTA NOTIZIE - N.1 - FEBBRAIO 2016

                     28/2/2016 - EUROPA, PARIGI E TERRORISMO

<<<

Dagli attentati di Parigi, allo sfaldamento dell’Europa, alla sconfitta del terrorismo.

Le ingiustizie economiche, la povertà, la fame, creano grandi disuguaglianze, guerre, morte, migrazioni. La parte più ricca del pianeta è la causa di questa situazione e ne subisce le conseguenze positive e negative.
L’ingiusto meccanismo di accumulo della ricchezza, con il distorto sviluppo economico crea ricchi ancora più ricchi e poveri ancora più poveri. Il rapporto numerico tra coloro che sono molto ricchi, e possiedono la maggior parte della ricchezza del pianeta, e coloro che sono poveri, e possiedono una percentuale infinitesima di tale ricchezza, è quasi incalcolabile. Questa è la realtà pratica da cui partire per affrontare il problema. Poi ci sono i principi morali, etici, e politici regolarmente calpestati e dimenticati da quei “pochi” ricchi che governano il mondo.
A tutto c’è però un limite oltre il quale non si può andare, pena la distruzione del pianeta. La conferenza di Parigi sull’ambiente ha prodotto un accordo con ombre e luci, ma su cui nessun paese se l’è sentita di tirarsi indietro.
Poiché sembra che quasi tutti abbiano capito che quei limiti di cui parlavo sopra sono stati già superati di molto, gli attentati di Parigi sono l’effetto di questi sforamenti a cui non si può rispondere girando la testa, ma soltanto cercando di ridurre le differenze economiche fra i “pochi” ed i “molti” e non con fili spinati, muri o, peggio ancora, bombe.
L’Europa, se non vuole divenire ininfluente e sfaldarsi, deve preparare un grande piano di aiuti verso il Medioriente e l’Africa, unico strumento per fermare le migrazioni, e lo potrà fare solo se rafforzerà la sua unione economica, politica, geografica.
Nel periodo di transizione, perché per fare questo ci vorrà ancora del tempo, è necessario munire di un visto di ingresso valido per tutti i paesi d’Europa coloro che ci chiedono asilo ed attrezzarsi per un’assistenza ed un’integrazione, non più lasciata al caso od al volontariato.
In fondo siamo circa 450 mlioni e lo 0,1% di migranti non dovrebbe essere un problema soddisfarli, ed accoglierli, purchè non ci si arrocchi su politiche razziste, ma si tengano alti i nostri principi ideali. Solo così riusciremo a sconfiggere il terrorismo e le nostre paure.
Rino Capezzuoli