adv

AZIENDE, SERVIZI, NOTIZIE E INFORMAZIONE DAL MUGELLO E DALLA VALDISIEVE. NEWS MUGELLO E VALDISIEVE, NOTIZIE DALLA VAL DI SIEVE E NOTIZIE DAL MUGELLO. AZIENDE DI PRODUZIONE, COMMERCIO, SERVIZI, NEWS E INFORMAZIONI DALLA VALDISIEVE E IL MUGELLO. NOTIZIE, TERRITORIO, CULTURA, MODA, SPORT, AGRITURISMO, VINO, PRODOTTI TIPICI TOSCANI. AZIENDE DI PRODUZIONE E VENDITA. PUBBLICITÀ E MARKETING TERRITORIALE.

Home  |  WebMail

SIEVE NEWS

AZIENDE E SERVIZI

PER SAPERNE DI PIÙ

FOTOGALLERY

SIEVE WEB TV

CHE TEMPO FA?

ORARIO TRENITALIA

COMMUNITY

LINKS E UTILITA'

ABOUT US

SERVIZI E MARCHI

HOME PAGE

SIEVE NEWS - NOTIZIE ED EVENTI IN VALDISIEVE E MUGELLO

Circolo Fratelli ROSSELLI VALDISIEVE
Periodico Laburista NOTIZIE

A cura della Redazione  |  E-Mail: rosselli.valdisieve@alice.it

 

      LABURISTA NOTIZIE - N.2 - APRILE 2016

                     27/4/2016 - UNIRSI PER CRESCERE.....

<<<

... e anche per Migliorare, di Stefano Bindi

Il 23 gennaio si è tenuto a Pontassieve presso la sede del PD di zona un incontro che aveva come titolo “Unirsi per Crescere”; leggendo solamente il titolo qualcuno poteva pensare a un incontro organizzato per parlare sulla nuova legge delle unioni di fatto o un incontro sul tema della famiglia, vista l'attualità dell'argomento. In realtà l'incontro aveva come obbiettivo di “interpretare il cambiamento e governarlo …. e dare alcuni indirizzi puntuali su temi ritenuti vitali per il Comune di Pontassieve” come si legge nel documento. Nell'incontro sono state affrontate quattro macro-aree che riguardano il Comune di Pontassieve: 1) assetti istituzionali, 2) urbanistica, 3) sanità e 4) scuola, cultura e sport.
L'attenzione dell’incontro e del dibattito si è catalizzata sul primo argomento riguardante gli assetti istituzionali del nostro territorio: “L'unione dei Comuni”; la presentazione e il dibattito che ne è scaturito mi è sembrato ricco di spunti di riflessione e l’inizio di un serio percorso di approfondimento; il tema dei cambiamenti degli assetti istituzionali in questo ultimo anno è un argomento fortemente dibattuto anche a seguito dei recenti cambiamenti normativi che favorisce l’unione di comuni (in Toscana ci sono già state 9 unioni dei comuni). Il PD locale ha avuto un buon approccio sull’argomento in quanto occorre prima capire le realtà sociali in cui viviamo per poi progettare insieme i cambiamenti; questi mutamenti istituzionali hanno un forte impatto sulla cittadinanza e sulle scelte strategiche per lo sviluppo della nostra società.
In questi ultimi anni vi sono già stati grandi cambiamenti istituzionali: la riforma costituzionale delle Regioni, l'elezione diretta del Sindaco; la cancellazione delle provincie e la costituzione della città metropolitana, la riforma del Senato; tutte scelte importanti per cercare di governare meglio i nostri territori, ma lontane dalla quotidianità dei cittadini.
Certamente i cittadini si sono accorti della riorganizzazioni di alcuni servizi dei Comuni e che i comuni sono sempre più in affanno a mantenere i servizi ai cittadini; il Patto di Stabilità ha di fatto bloccato la possibilità per molti enti di fare investimenti. I comuni stanno cercando di gestire i servizi insieme a altri comuni su un ambito territoriale più ampio per cercare sinergie sui costi.
Mettere insieme servizi di più comuni è stata una scelta quasi obbligata, soprattutto per i piccoli comuni che altrimenti dovevano rinunciare a quel tipo di servizio. La politica nazionale e regionale ha cercato di premiare queste scelte, ma purtroppo, senza premiare le decisioni strategiche e un vero percorso di unione delle comunità in ottica di medio lungo periodo.
Il PD di zona, con questo incontro, ha voluto iniziare una riflessione strategica con uno studio ed un’analisi approfondita e un percorso di condivisione con i cittadini su come riuscire a garantire un buon livello di servizi alle nostre comunità in continuo cambiamento.
Nell’ultimo mese si sono tenuti due incontri promossi dal comune di Pontassieve in cui venivano mostrati dati del territorio della Valdisieve e esperienze di Unioni dei Comuni, per capire quale sono le strade percorribili dalla nostra comunità.
Molto utile sono stati gli incontri per capire quali sono le realtà del nostro territorio, ma prima occorre ripercorrere la storia di come si sono formati i nostri paesi, quali flussi demografici ci sono stati e quali saranno nei prossimi anni, capire come vogliamo sviluppare il nostro territorio in termini di servizi migliori ai cittadini e anche come dare peso maggiore alle istanze della nostra zona. Occorre pensare a quali e quanti ponti sono stati costruiti in questi ultimi anni e quali vogliamo costruire per il futuro.
Osservare le differenti specificità del nostro territorio può essere un buon punto di partenza; come poterle sviluppare e tenerle insieme in un nuovo modello di Comune unico è la vera domanda che dovremmo affrontare per avere successo. Tornare a mettere al centro i cittadini e non pensare alle differenze di logiche o correnti partitiche. Questa non è una scelta che può essere presa solo da una parte politica ma è una scelta condivisa con tutti.
Condivido pienamente il percorso intrapreso ma aggiungerei al titolo “Unirsi per Crescere”…Unirsi per Migliorare.
Mi auspico che le politiche per “L’unione dei Comuni” saranno argomenti molto dibattuti in modo tale che attraverso il confronto e il dibattito nel rispetto dei ruoli istituzionali possa portare il migliore risultato per il nostro territorio.