adv

AZIENDE, SERVIZI, NOTIZIE E INFORMAZIONE DAL MUGELLO E DALLA VALDISIEVE. NEWS MUGELLO E VALDISIEVE, NOTIZIE DALLA VAL DI SIEVE E NOTIZIE DAL MUGELLO. AZIENDE DI PRODUZIONE, COMMERCIO, SERVIZI, NEWS E INFORMAZIONI DALLA VALDISIEVE E IL MUGELLO. NOTIZIE, TERRITORIO, CULTURA, MODA, SPORT, AGRITURISMO, VINO, PRODOTTI TIPICI TOSCANI. AZIENDE DI PRODUZIONE E VENDITA. PUBBLICITÀ E MARKETING TERRITORIALE.

Home  |  WebMail

SIEVE NEWS

AZIENDE E SERVIZI

PER SAPERNE DI PIÙ

FOTOGALLERY

SIEVE WEB TV

CHE TEMPO FA?

ORARIO TRENITALIA

COMMUNITY

LINKS E UTILITA'

ABOUT US

SERVIZI E MARCHI

HOME PAGE

SIEVE NEWS - NOTIZIE ED EVENTI IN VALDISIEVE E MUGELLO

Circolo Fratelli ROSSELLI VALDISIEVE
Periodico Laburista NOTIZIE

A cura della Redazione  |  E-Mail: rosselli.valdisieve@alice.it

 

      LABURISTA NOTIZIE - N.3 - GIUGNO 2016

                     7/6/2016 - NOTE A MARGINE

<<<

Senza data: La deputata Michela Marzano, lasciando il PD, ha detto: “ Se restando qui tradisco la mia vita, le mie battaglie, i miei Valori, non sono più nulla e non vale più niente ch’io resti qui... Lì dentro, tutto viene deciso dal capo, che spaccia ordini a cui bisogna obbedire...”
Ed io aggiungo: che segretario di partito è uno che dice: A chi non è d’accordo, io rispondo: CIAO?
Anche il dibattito sulle adozioni – ma c’è stato dibattito in Parlamento? A me pare di no – è stato a dir poco penoso.
Alla fine il testo, sul quale il governo ha posto la fiducia – su un tema ETICO! - E’ passato con i voti dei verdiniani di ALA. Bersani ha detto: il PD è diventato la Casa delle Libertà! Ma se le cose stanno così – e cos’altro è il Partito della Nazione se non una riedizione, in forma riveduta e corretta, della Casa delle Libertà?
Occorre avere il coraggio di trarne le conseguenze, diceva don Abbondio, se uno non ce l’ha, non se lo può dare.
E così la sinistra dem – nel suo insieme – va avanti. AVANTI? Fino a dove ? Chi vivrà vedrà. Se non è cieco.

10/03/2016 n.a.m. di quello che è successo alle primarie del PD a Napoli. Ne parlano tutti, a proposito ed a sproposito. Tutti meno Renzi.
Ma non vi pare impossibile accettare “L’inerzia del segretario del PD davanti a questo piccolo, GRANDE scandalo.“ (e non è la prima volta, lì e altrove) (Roberto Saviano)?
Il silenzio di oggi genera la cattiva politica del futuro. E uno solo è il padre: colui che tace.
Fatte salve TUTTE le differenze del caso: Matteotti, a suo tempo, non tacque.
E non ditemi che esagero: sono i piccoli torrenti che alimentano i grandi fiumi.

28/03/2016 E se domani Telecom, Mediaset Premium, ILVA e chissà chi altri diventassero francesi per ottenere l’appoggio di Hollande per la fiscalità e le flessibilità Europee, cosa direste? FANTAPOLITICA!

Senza data: Oggi mi sento in vena di confessioni: Sono un fan di Vasco Rossi. Per questo ho appreso con piacere che la sua vita è da poco sulla TRECCANI!
Rispondendo alla domanda di un intervistatore, il Blasco ha detto: “Quello che più manca oggi è il senso di RESPONSABILITA’”.
Sono andato a rileggermi quanto scriveva Carlo Rosselli nel capitolo VII di Socialismo Liberale: “Ora è triste cosa a dirsi – ma non per questo meno vera, - che in Italia l’educazione dell’uomo, la formazione della cellula morale base – l’individuo – è ancora in gran parte da fare. Difetta nei più per miseria, indifferenza, secolare rinuncia, il senso geloso e profondo dell’autonomia e della RESPONSABILITA’.
Che ne dite? Li rottamiamo entrambi?

08/04/2016 : Credo che ben pochi dei miei già scarsi lettori sappiano bene chi era Beniamino Andreatta: professore, uomo politico, deputato, ministro. Ma soprattutto economista tanto preparato quanto tenace difensore delle proprie idee ed esempio, per i suoi allievi, di specchiata onestà e assoluto disinteresse. Cosa rara, specie oggi.
L’AREL gli ha dedicato un volume, dal quale scegliamo alcune brevi lezioni;
a) “La politica è la vita e la vita è il ciclo delle generazioni che si succedono. Prima di me c’è stato qualcuno e dopo di me ci sarà qualcun altro. Dunque generazioni che si passano la mano e vivono intorno al NOI e non all’IO: La politica è sempre progetto collettivo; non è mai impresa, avventura personale”.
Non vedo in queste parole traccia del “pensiero” e dell’azione del ns. Premier.
b) “l’iperpragmatismo non ha respiro, non ha futuro... Astrazione e concretezza possono coesistere solo in presenza di GRANDI COMPETENZE”.
Quante ne vedete di grande competenza sull’attuale scena politica, a partire dalla testa?
c) “La modernità non vuol dire fare surf sulle onde del presente, ma è entrare nelle sue contraddizioni e assumere anche comportamenti, se necessario, FUORI DAL CORO”.
Vi sembra che chi ci guida, sia, nei fatti, fuori dal coro dei potentati costituiti, a partire da Confindustria e via via, attraverso infinite Lobbies, C.L. compresa? Di quanti esempi abbiamo bisogno ancora, dopo due anni di governo (o di “malgoverno”)?
Beniamino Andreatta, purtroppo, mancò troppo presto; fosse vissuto a lungo, sarebbe stato sicuramente ROTTAMATO.

17/04/2015 Nei miei ormai lontani anni di lavoro, ho avuto occasione di “considerare” sia i pescatori di Chioggia che i petrolieri di Ravenna. Rispolverando questi ricordi, non ho avuto esitazione a votare sì al “Referendum sulle trivelle.”
Anche questa volta FUORI DAL CORO: con la coscienza limpida e le mani pulite.

19/04/2016 Il CORO si è astenuto ed il Referendum è “fallito”. Ma i SI sono stati circa 13 milioni su 15 milioni di votanti. E non c’è dubbio che fossero tanti NO contro la politica energetica del GOVERNO. In sostanza, una buona base per ottobre.
“Pensaci, Giacomino”!

27/04/2016 n.a.m. delle dimissioni presentate dal presidente regionale campano del P.D., tale Graziano, accusato dai p.m. di “concorso esterno in associazione camorristica”.
Caro Segretario Nazionale del P.D., se fosse ancora vivo Enrico Berlinguer, alla luce di quest’ultimo “fatto”, che purtroppo si aggiunge a numerosi altri, anche di “diverso colore”, avrebbe o non avrebbe motivo di parlare ancora oggi di “Questione Morale”? Io mi guardo intorno e senza allontanarmi troppo, penso proprio di sì. P.S. a seguito di quanto sopra:
Il Presidente del Consiglio si è stracciato le vesti – griffate Scervino? – per questa frase pronunciata da Pier Camillo Davigo, Presidente dell’A.N.M. “Gli imputati del processo Mani Pulite – 1992 – erano quasi tutti accusati di “finanziamento illecito dei partiti”. In sostanza rubavano per il partito. Gli imputati di oggi sono quasi tutti accusati per “corruzione e reati connessi”. In sostanza rubano per sé stessi. Spesso con compiaciuta soddisfazione”.
SACROSANTA VERITA!
C’è un particolare di non poco conto taciuto da quasi tutti: nel 1992, ai tempi di Tangentopoli, la gente si accalcava alle porte dei Tribunali – o faceva girotondi – per manifestare la propria indignazione.
Oggi, alle porte dei Tribunali, ci sono inutili intervistatori di Tg o fotografi in cerca di scoop da vendere all’editore CAIRO (CHI? E compagnia): quello che vuol comprare il CORRIERE che fu di Albertini, di Piero Ottone ecc.
E la folla? Non c’è più. Basta che le facciano fare i “cavoli” suoi! (visto che sono più educato di Salvini?).

Good night and good luck!
E.T.