adv

AZIENDE, SERVIZI, NOTIZIE E INFORMAZIONE DAL MUGELLO E DALLA VALDISIEVE. NEWS MUGELLO E VALDISIEVE, NOTIZIE DALLA VAL DI SIEVE E NOTIZIE DAL MUGELLO. AZIENDE DI PRODUZIONE, COMMERCIO, SERVIZI, NEWS E INFORMAZIONI DALLA VALDISIEVE E IL MUGELLO. NOTIZIE, TERRITORIO, CULTURA, MODA, SPORT, AGRITURISMO, VINO, PRODOTTI TIPICI TOSCANI. AZIENDE DI PRODUZIONE E VENDITA. PUBBLICITÀ E MARKETING TERRITORIALE.

Home  |  WebMail

SIEVE NEWS

AZIENDE E SERVIZI

PER SAPERNE DI PIÙ

FOTOGALLERY

SIEVE WEB TV

CHE TEMPO FA?

ORARIO TRENITALIA

COMMUNITY

LINKS E UTILITA'

ABOUT US

SERVIZI E MARCHI

HOME PAGE

SIEVE NEWS - NOTIZIE ED EVENTI IN VALDISIEVE E MUGELLO

Circolo Fratelli ROSSELLI VALDISIEVE
Periodico Laburista NOTIZIE

A cura della Redazione  |  E-Mail: rosselli.valdisieve@alice.it

 

      LABURISTA NOTIZIE - N.1 - FEBBRAIO 2002

                     17/4/2002 - TORNARE A VINCERE

<<<

RIFLESSIONI E PROPOSTE
PER TORNARE A VINCERE
di Maurizio Veri

In questi ultimi mesi (diciamo dalla nascita del governo Berlusconi) molti fatti importanti si sono succeduti nel nostro Paese, rogatorie internazionali, conflitto d’interesse, attacco alla Magistratura, fatti di Genova, caso Taormina, piano decennale per cementificare l’Italia, riforma Moratti e quant’altro (processo SME, ecc. ecc.). Per finire Bossi e Tremonti contro l’Europa, dimissioni del ministro Ruggero.
Mi sbaglierò, ma dato che ci avviamo (purtroppo sempre velocemente) verso una società sempre più consumistica ed individualistica, non credo che la maggioranza degli italiani sia preoccupata per quello che sta accadendo. L’attenzione viene rivolta all’EURO, al gelo, ai fatti di cronaca, alle prostitute da togliere dalle strade! Non dico che non abbiamo la loro importanza, ma ben altri i problemi dei quali dovremmo interessarci.
Purtroppo, come è stato scritto, mancano le idee, Io aggiungo che mancano anche gli ideali, quelli forti.
L’onda lunga della disillusione degli anni ’90 ancora si fa sentire.
Come elettore dell’Ulivo, rivolgo un appello ai partiti del Centrosinistra (con o senza il trattino, questo è il problema!) perché una volta per tutte capiscano le ragioni delle sconfitte di questi ultimi anni.
Dobbiamo deciderci a lavorare per le prossime elezioni con programmi, uomini e donne che si impegnino a realizzarli, con coerenza e passione.
Dobbiamo recuperare il rapporto unitario nella sinistra, ricordarci dei due milioni e mezzo di elettori che si sono allontanati, dei giovani lasciati spesso soli. Senza per questo fare il vecchio errore di volerli inglobare, ma cercare di capirli, di appoggiarli quando lo riteniamo giusto, dar loro una sponda a sinistra.
Dobbiamo rafforzare l’attenzione verso il sociale, il pubblico (da rendere più efficiente);verso coloro che vivono una vita grama per il basso reddito, verso coloro che vivono una vita grama per aver perso ideali, voglia di impegnarsi, di credere in qualcosa di veramente grande.
E’ possibile tutto ciò? Secondo me è difficile, ma non impossibile. Come uomini di sinistra dobbiamo deciderci: o cerchiamo l’accordo (più o meno sottobanco) con Berlusconi, illudendoci di poterlo sconfiggere nel suo stesso campo, rincorrerlo senza essere positivi, facendo una blanda opposizione. Oppure, finalmente, decidiamo di fare una opposizione dura, intransigente, senza sconti. Mettendo da parte i piccoli interessi di bottega, ascoltando la gente comune, far capire che siamo con loro, con un progetto riformatore, dalla Scuola alle Pensioni, dalla Sanità ai Trasporti, per una vita più a misura d’uomo.
Un progetto che avvicini le forze dell’opposizione presenti nel Paese, così da creare solide basi per vincere le prossime elezioni, per governare in ben altro modo.