adv

AZIENDE, SERVIZI, NOTIZIE E INFORMAZIONE DAL MUGELLO E DALLA VALDISIEVE. NEWS MUGELLO E VALDISIEVE, NOTIZIE DALLA VAL DI SIEVE E NOTIZIE DAL MUGELLO. AZIENDE DI PRODUZIONE, COMMERCIO, SERVIZI, NEWS E INFORMAZIONI DALLA VALDISIEVE E IL MUGELLO. NOTIZIE, TERRITORIO, CULTURA, MODA, SPORT, AGRITURISMO, VINO, PRODOTTI TIPICI TOSCANI. AZIENDE DI PRODUZIONE E VENDITA. PUBBLICITÀ E MARKETING TERRITORIALE.

Home  |  WebMail

SIEVE NEWS

AZIENDE E SERVIZI

PER SAPERNE DI PIÙ

FOTOGALLERY

SIEVE WEB TV

CHE TEMPO FA?

ORARIO TRENITALIA

COMMUNITY

LINKS E UTILITA'

ABOUT US

SERVIZI E MARCHI

HOME PAGE

SIEVE NEWS - NOTIZIE ED EVENTI IN VALDISIEVE E MUGELLO

Circolo Fratelli ROSSELLI VALDISIEVE
Periodico Laburista NOTIZIE

A cura della Redazione  |  E-Mail: rosselli.valdisieve@alice.it

 

      LABURISTA NOTIZIE - N.5 DICEMBRE 2016

                     18/11/2016 - AUMENTO DELL’ECOTASSA: PERCHE’ ?

<<<

Un comunicato della Regione intitolato Ecotassa: via libera al ritocco delle aliquote ha annunciato l’approvazione (a maggioranza) di un provvedimento che istituisce nuove aliquote per “disincentivare il ricorso allo smaltimento in discarica”.
Le aliquote sono differenziate per i vari tipi di rifiuto. Così, ad esempio, “l’ammontare del tributo speciale dovuto per il deposito in discarica dei rifiuti urbani ed assimilati passa dagli attuali 18 euro a tonnellata a 25,82 euro/t; quello per i rifiuti derivanti da impianti di trattamento di urbani indifferenziati passa da 12 euro/t a 21 euro/t “.
Collegato alla legge, anche un ordine del giorno, presentato dal gruppo Pd, per impegnare la Giunta ad “utilizzare i proventi derivanti dall’applicazione delle rideterminate tariffe sulla componente di rifiuti solidi urbani ed assimilabili, per sostenere il potenziamento delle modalità di raccolta di prossimità, come il porta a porta, e per ridurre il ricorso al conferimento in discarica del rifiuto tal quale o trattato”.
Qui nascono alcune domande: Cosa significa esattamente l’espressione ““disincentivare il ricorso allo smaltimento in discarica”? Non penso che voglia essere un assist per gli inceneritori perché l’ecotassa si applica anche ai rifiuti portati ai termovalorizzatori… E allora? Probabilmente è un disincentivo alla produzione di rifiuti, un invito a “fare meno rifiuti”.
Già, ma la Tari si paga a seconda della superficie della casa, non del peso dei rifiuti conferiti quindi l’impegno individuale conta fino a un certo punto. Inoltre –fattore ancora più importante- sappiamo tutti che la crescita dei rifiuti dipende molto dalle confezioni, dal tipo di contenitore, di involucro e spesso finiscono tra i rifiuti prodotti scaduti perché non si trovano in commercio di formato minore… In tutti i casi non sono i consumatori a poter decidere ma i produttori. Confezioni ingombranti, enormi giustificate solo da motivi pubblicitari per far risaltare il prodotto mi danno fastidio, ma che ci posso fare? E adesso mi becco anche l’aumento dell’ecotassa che poi, a dispetto del titolo del comunicato, non è proprio un “ritocchino” ma un bell’aumento.
Ultima considerazione: si parla (o si sussurra) di criteri di premialità… sarebbe l’ora di attuarli perché al cittadino (singolo o come collettività) devono essere date anche delle opportunità non solo punizioni.
La Toscana sempre tra le prime regioni per comportamenti virtuosi mi sembra invece abbastanza restìa a riconoscere il merito di tali comportamenti, nel nord Italia la premialità è in atto da anni, anche in regioni del Sud è avviata… Un Comune come Pontassieve che è sempre ai primi posti per la differenziata, dovrebbe avere riconoscimenti non solo simbolici ma più tangibili come una riduzione della Tari
Gabriele Parenti