adv

AZIENDE, SERVIZI, NOTIZIE E INFORMAZIONE DAL MUGELLO E DALLA VALDISIEVE. NEWS MUGELLO E VALDISIEVE, NOTIZIE DALLA VAL DI SIEVE E NOTIZIE DAL MUGELLO. AZIENDE DI PRODUZIONE, COMMERCIO, SERVIZI, NEWS E INFORMAZIONI DALLA VALDISIEVE E IL MUGELLO. NOTIZIE, TERRITORIO, CULTURA, MODA, SPORT, AGRITURISMO, VINO, PRODOTTI TIPICI TOSCANI. AZIENDE DI PRODUZIONE E VENDITA. PUBBLICITÀ E MARKETING TERRITORIALE.

Home  |  WebMail

SIEVE NEWS

AZIENDE E SERVIZI

PER SAPERNE DI PIÙ

FOTOGALLERY

SIEVE WEB TV

CHE TEMPO FA?

ORARIO TRENITALIA

COMMUNITY

LINKS E UTILITA'

ABOUT US

SERVIZI E MARCHI

HOME PAGE

SIEVE NEWS - NOTIZIE ED EVENTI IN VALDISIEVE E MUGELLO

Circolo Fratelli ROSSELLI VALDISIEVE
Periodico Laburista NOTIZIE

A cura della Redazione  |  E-Mail: rosselli.valdisieve@alice.it

 

      LABURISTA NOTIZIE - N.5 DICEMBRE 2016

                     18/11/2016 - COCKTAIL

<<<

di Eriprando Cipriani

«Su, leggiamo dalla Treccani la definizione di “bicameralismo perfetto”.»
«Eccola: “Sistema parlamentare che si fonda sull’esistenza di due camere, poste in posizione di assoluta parità, cosicché pur costituendo organi distinti, possono dar luogo a manifestazioni di volontà imputabili allo Stato soltanto se consentano entrambe sullo stesso testo di deliberazione.»
«Chiaro, no?»
«Certo. Uno: un disegno di legge viene discusso, modificato e approvato da uno dei due rami del Parlamento. Due: Passa all'altro ramo. A questo punto può diventare legge solo se viene approvato senza vedersi modificato neanche di una virgola. Tre: se invece c’è una modifica, anche minima, il testo deve ritornare nuovamente al ramo del Parlamento che lo ha esaminato per la prima volta. Quattro: Se a questo punto il testo viene approvato, nella nuova versione, diventa legge. Ma se c’è una nuova modifica, si ricomincia.»
«Bravo. Che ne pensi?»
«Mi sembra un po’ macchinoso. Non è mica male l’idea di semplificare la faccenda.»
«Ma non temi per le sorti della democrazia? Molti sostengono che i Costituenti avrebbero adottato questo sistema perché ritenuto il più sicuro. Non dimenticare che l’Italia era appena uscita dal fascismo.»
«Ma allora perdonami una domanda: esistono paesi che hanno addirittura una sola camera? Non dico due camere con poteri diversi. Dico una sola camera. »
«Sì...»
«Allora saranno paesi di provata dittatorialità e mancanza di democrazia. Mi pare ovvio.»
«Beh… Danimarca, Norvegia e Svezia non è che siano le culle della tirannide.»
«Poi ci saranno anche paesi in cui solo una delle due camere è eletta a suffragio universale.»
«Certo.»
«E l’altra?»
«Nell’altra i parlamentari sono figure elette indirettamente o provenienti dalle assemblee locali.»
«Un po’ come diverrebbe il nostro Senato se passasse la riforma costituzionale.»
«Esatto.»
«E quali sono quei paesi?»
«Belgio, Francia...»
«Ah. Allora non è una cosa così strana e fuori dal mondo.»
«...Austria, Germania... »
«Hai detto Austria e Germania? Allora il bicameralismo imperfetto non fa tornare le dittature dove ci sono state. Austriaci e tedeschi, purtroppo, ne dovrebbero sapere qualche cosa.»
«La smetti di interrompere?»
«Dai, ormai ho capito. Quello che mi sfugge è perché una cosa così normale venga presentata, dai sostenitori del no, come una catastrofe.»
«Perché è stata proposta in modo assurdo: all’interno di un pacchetto completo.»
«Che pacchetto?»
«Il pacchetto di tre elementi: riforma costituzionale+Italicum+approvazione dell’operato del governo Renzi.»
«E spiegati!»
«Immagina la riforma costituzionale senza l’Italicum. Ti sembrerebbe altrettanto inquietante, senza dover pensare a una Camera dominata da una maggioranza artificiale?»
«Certo che no.»
«E ora considera che in Senato, con il premio di maggioranza dato di regione in regione, l’Italicum non avrebbe effetto nel creare una maggioranza artificiale.»
«Quindi mantenere il Senato com’è sarebbe un modo per annullare lo stesso Italicum.»
«Esatto. E poi c’è il terzo punto del pacchetto. E lo sai chi l’ha ben delineato?»
«Chi?»
«Silvio Berlusconi.»
«Ma pensa. E che ha detto?»
«Secondo lui, Renzi starebbe cercando di usare il referendum per “ottenere quella legittimazione elettorale che non ha mai avuto”.»
«Non è che il sospetto sia solo suo.»
«Esatto. Quindi, il problema qual è? Un referendum mescolato con troppa altra roba.»
«E che dovrei votare?»
«Dipende da quanto ami i cocktail.»
«O da quanto amo questo cocktail.»

Eriprando Cipriani