adv

AZIENDE, SERVIZI, NOTIZIE E INFORMAZIONE DAL MUGELLO E DALLA VALDISIEVE. NEWS MUGELLO E VALDISIEVE, NOTIZIE DALLA VAL DI SIEVE E NOTIZIE DAL MUGELLO. AZIENDE DI PRODUZIONE, COMMERCIO, SERVIZI, NEWS E INFORMAZIONI DALLA VALDISIEVE E IL MUGELLO. NOTIZIE, TERRITORIO, CULTURA, MODA, SPORT, AGRITURISMO, VINO, PRODOTTI TIPICI TOSCANI. AZIENDE DI PRODUZIONE E VENDITA. PUBBLICITÀ E MARKETING TERRITORIALE.

Home  |  WebMail

SIEVE NEWS

AZIENDE E SERVIZI

PER SAPERNE DI PIÙ

FOTOGALLERY

SIEVE WEB TV

CHE TEMPO FA?

ORARIO TRENITALIA

COMMUNITY

LINKS E UTILITA'

ABOUT US

SERVIZI E MARCHI

HOME PAGE

SIEVE NEWS - NOTIZIE ED EVENTI IN VALDISIEVE E MUGELLO

Circolo Fratelli ROSSELLI VALDISIEVE
Periodico Laburista NOTIZIE

A cura della Redazione  |  E-Mail: rosselli.valdisieve@alice.it

 

      LABURISTA NOTIZIE - N.1 FEBBRAIO 2017

                     3/6/2017 - IO STO’ CON LA GHIACCIAIA

<<<

di Luciano Borghini
arlare così della Ghiacciaia vengono i brividi di freddo.
Invece è un posto dove c’è tanto tanto calore.
O gente, la Ghiacciaia non è solo un Bar ma è tante altre
cose. Intanto si colloca fra due bellissimi monumenti. Un
ponte Mediceo circa 1200 – 1300 e la chiesa di San
Francesco del 1350, tutto in piazza Verdi, per noi invece
piazza dei frati.
La prima volta che sono entrato in Ghiacciaia era il 5
maggio 1949. Ero un bambino timido, ero nato a San
Bavello, una piccola frazione di S. Godenzo, frequentavo la
prima elementare nella scuola che vedete ora. Allora non
era strano che ci fossero le classi miste, la 4° con la 5°, la
2° con la 3° e noi di Prima dove c’era posto, da poco era
finita la guerra, e noi subivamo le conseguenze. Tre stanze
tutti lì. Riscaldamento? Si a fiati e fagioli. Che casino e che
divertimento e tanta nostalgia.
Dicevo prima, era il 5 maggio, il giorno precedente il 4, un
giorno triste, l’aereo che trasportava la squadra del Torino,
si era schiantato contro la basilica di Superga. Tutti morti,
giocatori, giornalisti e equipaggio. Fu un grande dolore per
tutta la nazione.
Mi capitò fra le mani la foto del Torino, fu amore a prima
vista. Anche ora che ho passato i settanta sono rimasto
tifoso del Torino come allora.
Ricordo con simpatia tutti i barristi che si sono succeduti
alla ghiacciaia, Brodolo, Turone, Orazio, Savoia ecc. ecc.
Su Savoia voglio spendere due righe. Livornese, barman
nato, impeccabile nell’abbigliamento, pantaloni neri, camicia
bianca, riga nera al collo e polsini, che sembrava la
seconda maglia della Juventus, dava del lei a tutti e per noi
ragazzi era una novità. Dopo due mesi quando facevamo
casino, urlava (scherzando) bucaioli andatevi a lava’ il muso
a Sieve. Adesso il barista è un carissimo amico (siamo stati
compagni di scuola). Pescioli Giancarlo detto il Presidente,
di che cosa direte voi? Presidente di tutto: Basket, giuoco
delle carte, tifo del calcio, ecc. ecc. E’ assistito dal figlio
Filippo, allenatore del Basket Valdisieve serie C. A loro si
deve il Basket a Pontassieve che iniziò come basket
Ghiacciaia. Si può gustare anche un buon caffè, prima o poi
se lo fanno, altrimenti rivolgersi alla concorrenza.
Alla Ghiacciaia negli anni cinquanta nasce una squadra
giovanile di calcio, si chiamava “Falchi Rossi”. I nomi d’arte
come: Brasiliani, Paiolo, Cicalo Parisella, Cicalo Mortensen
e Joe lo scamiciato e tanti altri. Un ricordo per quelli che ci
hanno lasciato.
Mortensen, il capitano lo chiamavano così perché si
muoveva in campo e faceva tanti gol come un suo
omonimo centravanti dell’Inghilterra. Cicalo mediano di
spinta , e si di spinte ne tirava tante e qualche pedata, allo
scamiciato sempre in camicia, anche d’inverno, sembrava
che del caldo così nemmeno a ferragosto. Poi venne il
periodo dei tornei di calcio in notturna. La Ghiacciaia fece
la sua parte e vinse un torneo alla faccia degli amici di quelli
del “Borgo”. Per sfotterli si organizzò un funerale con cassa
da morto vera, e morto non vero. Quelli di Borgo
mangiarono la foglia e al passaggio del morto (vivo) gli
buttarono addosso un secchio d’acqua, mezza balla di
farina, sembrava un tonno pronto per la frittura. Che risate
ragazzi, volò qualche parolaccia per le mamme, e finì lì!
Poi la Ghiacciaia si dette all’arte, organizzò un Festival
canoro in collaborazione con il Cinema –Teatro Europa (ora
non c’è più). Per tre anni consecutivi, pienone di spettatori,
e tante orchestre venute da tutta Italia. Il Festival si
chiamava “Il Ponte D’oro”. I promotori veri e le anime furono
tra i frequentatori del Circolo. Piero Giusti, grande mediano
e capitano dell’ U.S. Pontassieve degli anni 50, grande
sportivo, amava anche il ciclismo. Era facile vedere al suo
forno (faceva il fornaio) campioni di ciclismo, come Nencini,
Boni, Baroni, per assaggiare la sua schiacciata all’olio. Si
diceva che, in quanto a bontà, se la vedeva con quella del
forno di Vezio di Mannelli, (anche lui ex giocatore del
Ponte). Se poi uno voleva il dolce s’andava a mangiare il
Pane Novecento da Mondello.
Dino Alterini, cosa dire di Dino Poeta, inventore e bravo
meccanico (solo la moto Parilla non lo confortò). L’inno
della Ghiacciaia, come si vede scritto, è tutta opera sua.
Galardi Piero ha il merito di aver riportato il ballo di sala
dalle nostre parti. Lo chalet dell’Albereta col suo socio
Frische fu fatto da loro, prima come pista di pattinaggio, poi
come sala da ballo .
Poi siamo invecchiati un po’ tutti, qualcuno ci ha lasciato e
s’è perso un po’ la voglia di fare. Ma la Ghiacciaia rimane
sempre in piedi, tanto che il famoso attore “Alessandro
Benvenuti” ha scritto un testo teatrale “Atletico Ghiacciaia”.
Ma la Ghiacciaia è tutta in Piazza dei Frati.
Merita due parole anche la chiesa di San Francesco,
bellissima nella sua semplicità. Ho fatto lì, come tanti,
Cresima, e Comunione, e due pretacci, sì pretacci s’intende
in amichevole. Cito Don Cerbai, per noi Don Quintale
(anche uno e mezzo ardito). Fondò anche Lui una squadra
di calcio, “Juventus Cattolica”, ebbe anche un discreto
successo nei tornei giovanili. Poi Don Quintale fu trasferito
alle Palaie e costruì 2 campi da Tennis. Praticamente ha
portato il Tennis a Pontassieve.
Poi Don Lorenzo (attuale parroco dicasi della Chiesa di San
Francesco). Bravissima persona. La mattina viene sempre
a fare la colazione alla Ghiacciaia. E’ molto impegnato nel
sociale assieme a qualche “beghina” e qualche
“mangiacorone”. Raccoglie abiti usati che vende, e il
ricavato và in beneficienza, che Dio lo benedica. Ha un
difetto grosso, è tifoso della Juventus. D’altra parte nessuno
è perfetto. Vuol dire nell’aldilà gli faranno fare qualche
mesetto di purgatorio senza condizionale. Ovvia ho finito.
Chiedo scusa a chi non ho menzionato e l’avrebbe meritato
(per ragioni di spazio). E un grazie a tutti quelli che hanno
avuto il coraggio di leggere questo articolo.
Luciano Borghini