adv

AZIENDE, SERVIZI, NOTIZIE E INFORMAZIONE DAL MUGELLO E DALLA VALDISIEVE. NEWS MUGELLO E VALDISIEVE, NOTIZIE DALLA VAL DI SIEVE E NOTIZIE DAL MUGELLO. AZIENDE DI PRODUZIONE, COMMERCIO, SERVIZI, NEWS E INFORMAZIONI DALLA VALDISIEVE E IL MUGELLO. NOTIZIE, TERRITORIO, CULTURA, MODA, SPORT, AGRITURISMO, VINO, PRODOTTI TIPICI TOSCANI. AZIENDE DI PRODUZIONE E VENDITA. PUBBLICITÀ E MARKETING TERRITORIALE.

Home  |  WebMail

SIEVE NEWS

AZIENDE E SERVIZI

PER SAPERNE DI PIÙ

FOTOGALLERY

SIEVE WEB TV

CHE TEMPO FA?

ORARIO TRENITALIA

COMMUNITY

LINKS E UTILITA'

ABOUT US

SERVIZI E MARCHI

HOME PAGE

SIEVE NEWS - NOTIZIE ED EVENTI IN VALDISIEVE E MUGELLO

Circolo Fratelli ROSSELLI VALDISIEVE
Periodico Laburista NOTIZIE

A cura della Redazione  |  E-Mail: rosselli.valdisieve@alice.it

 

      LABURISTA NOTIZIE - N.2 APRILE 2017

                     5/10/2017 - NOTE A MARGINE

<<<

23/01/2017 Se a qualcuno non fossero bastati mille e
passa giorni di governo, con annessa Riforma della
Costituzione, poi fallita “per grazia di Dio e volontà
della Nazione” per capire l’uomo politico Matteo
Renzi e volesse approfondire ancora, consiglio di
leggere non la logorroica, impalpabile intervista
rilasciata ad Ezio Mauro su La Repubblica dell’altra
domenica – due pagine intere senza il minimo
approfondimento della situazione in cui versa il
“paese reale” – ma quella di qualche giorno prima in
cui Sergio Staino, direttore de L’Unità, in uno sfogo
amaro e disilluso diceva (cito a memoria): quando
Matteo mi chiese di prendere in mano il giornale, per
rilanciarlo e farne il megafono della nuova azione
progressista del PD, io gli ho creduto, malgrado gli
sberleffi e gli insulti da cui sono stato ricoperto.
Oggi il giornale è sull’orlo della chiusura ed il suo
“progetto” ha subìto una brusca battuta d’arresto, di
fronte alle mie invocazioni egli è letteralmente
scomparso, sordo ad ogni richiesta di interessamento
per il giornale fondato da Antonio Gramsci. NON GLI
SERVIAMO PIU’: QUINDI CI GETTA IN UN
CANTO.
E’ sufficiente, come approfondimento?
Penso di sì.
Senza data: Requiem per l’Europa
“E c’è chi oggi vuol elevare barriere... (che) giovano
solo ad impoverire il popolo, ad inferocirli gli uni
contro gli altri, a fare ad ognuno di essi proclamare
scomuniche contro gli immigrati stranieri, quasi essi
fossero lebbrosi e quasi il restringersi feroce di ogni
popolo in se stesso potesse creare ricchezza e potenza.
Da un discorso di Luigi Einaudi all’Assemblea
Costituente nel 1947.
Senza data: Requiem per gli Stati Uniti d’America.
“ – Anche gli avversari di Obama, anche quelli che
legittimamente contestano i suoi successi riconoscono
la statura morale di quest’uomo: non una sola ombra
di sospetto ha macchiato la sua reputazione
personale. Né storie di denaro né altro.
Per questo, la conferenza stampa di Trump ha offerto
un contrasto violento: la menzogna sulle tasse, la
beffa del conflitto d’interessi – continuerà a guidare le
sue aziende attraverso i figli – i volta faccia a
ripetizione su Putin, il muro col Messico, la lode della
Brexit: non contano niente. Tanto lui dice: HO VINTO
IO !
E’ un film già visto altrove: il consenso popolare vale
come un’immunità PERMANENTE”.
(Riflessioni su alcuni resoconti dagli U.S.A di
Federico Rampini).
Si consiglia a questo punto l’ascolto del Requiem di
Mozart KV 626, preferibilmente nell’esecuzione dei
Berliner diretti da Claudio Abbado.
27/01/2017 (27/01/1945) Giornata della Memoria.
Oggi, proprio oggi, La Repubblica mi REGALA, sul
suo supplemento settimanale Il Venerdì, un ampio,
dettagliato resoconto sui campi di lavoro di Kalha, in
Turingia, dove, insieme ad altre decine di migliaia di
deportati, dei quali molti erano italiani, i tedeschi e
non solo il freddo e la fame, uccisero mio padre. Lì si
consumò una delle tante stragi dimenticate o che
molti vorrebbero dimenticare. Anche oggi, in
Turingia, “non tutti ne vogliono parlare: Basta visite,
disturbano i pipistrelli”. Ce ne eravamo accorti anche
mio fratello ed io quando andammo lassù qualche
anno fa.
Oggi, poi, la maggior parte di noi è SOMMERSA da
un globalizzazione di indifferenza per ciò che
successe allora.
E i SALVATI, dove sono i salvati?
Ora, si parla molto del silenzio di DIO”; e del silenzio
degli uomini di ALLORA e di oggi, chi parla? Pochi,
troppo POCHI.
21/02/2017 Dunque: è nato il Campo Progressista; è
nata Sinistra Italiana; la ex – sinistra dem. Si chiamerà
Democrazia Progressista.
Vi ricordate gli Inti – Illimani: un loro canto di
successo diceva: El puebro UNIDO, jamas serà
vencido!
Appunto UNIDO! Ma noi siamo italiani, non cileni.
Ci piace stare ognuno per conto nostro, a noi della
SINISTRA; pensando agli “affari” propri.
Senza data “ Senza memoria del passato non si vive il
presente: si SUBISCE. Senza responsabilità verso
l’uomo, non si costruisce il futuro: si DISTRUGGE.
Josè Saramango
Premio Nobel 1998 per la letteratura.
12/03/2017 Scrive il filosofo Z. Bauman: “Ecco i doni
di Papa Francesco: ...lottare contro l’ineguaglianza
dilagante e profonda, contro la povertà e la sofferenza
e l’umiliazione che provoca ... contro l’avidità, la
cecità morale, indifferenza verso il dolore degli altri
esseri umani, accompagnata da
AUTOREFERENZIALITA’ di interessi, intenzioni e
azioni; ... Infine, non dimenticare l’antico proverbio
cinese che dice: Se fai progetti per un anno, semina
grano; se fai progetti per dieci anni, pianta alberi; se
fai progetti per cento anni, EDUCA LE PERSONE”.
n.a.m. Se di fronte a questa proposta non siamo
disposti a FARE, è inutile coltivare SPERANZE.
18/03/2017 n.a.m. dell’indecoroso decreto Minniti,
sui sindaci – sceriffi votato dal PD, col M5S
astenuto(!?): il problema non è il povero, ma la
povertà; non il criminale, ma come nasce il crimine;
non la ricchezza ma il privilegio: Caro Nardella, cosa
te ne farai di un bel centro ripulito da “indecorose
presenze” e di una periferia ghetto con monnezza e
spazzatura UMANA? Il problema è che non ci sono
più idee – sia nei Ministeri che nei sindaci; e senza
idee non c’è più vita ma solo investimenti sul capitale
che oggi vi è più facile trovare: la PAURA.
20/03/2017 Il caso Minniti mi ha fatto per un
momento dimenticare i casi Lotti e Minzolini, che io
considero legati in modo evidente dal mai abbastanza
esacrato Patto del Nazareno. Già quando questa
parola – NAZARENO – apparve legata ai nomi di
Renzi, Berlusconi, e Verdini (di quest’ultimo oggi nel
PD non parla più nessuno!) sentii brividi corrermi giù
per la schiena.
Ora, fermandosi sull’”assoluzione” di Minzolini, mi
basta osservare che i senatori PD che hanno votato a
favore, o si sono astenuti, unendosi alla Lega e a tutta
la destra hanno votato contro una legge dello Stato, la
loro stessi approvata.
Non ho sentito un sussurro di dissenso da loro parte
di Renzi:
con quale faccia tosta si può poi imprecare contro il
populismo?
Con queste premesse il PD si accinge a rappresentare
le sue PRIMARIE in un teatrino di CARTAPESTA.
Enrico Letta ha scritto un libro rivolto al PD, dal
titolo: “Andare insieme, andare lontano”.
Caro Letta mi duole dirlo ma con questi personaggi
non si può né “Andare insieme” né tantomeno,
Andare lontano.
Good night and good luck.!
E.T.