adv

AZIENDE, SERVIZI, NOTIZIE E INFORMAZIONE DAL MUGELLO E DALLA VALDISIEVE. NEWS MUGELLO E VALDISIEVE, NOTIZIE DALLA VAL DI SIEVE E NOTIZIE DAL MUGELLO. AZIENDE DI PRODUZIONE, COMMERCIO, SERVIZI, NEWS E INFORMAZIONI DALLA VALDISIEVE E IL MUGELLO. NOTIZIE, TERRITORIO, CULTURA, MODA, SPORT, AGRITURISMO, VINO, PRODOTTI TIPICI TOSCANI. AZIENDE DI PRODUZIONE E VENDITA. PUBBLICITÀ E MARKETING TERRITORIALE.

Home  |  WebMail

SIEVE NEWS

AZIENDE E SERVIZI

PER SAPERNE DI PIÙ

FOTOGALLERY

SIEVE WEB TV

CHE TEMPO FA?

ORARIO TRENITALIA

COMMUNITY

LINKS E UTILITA'

ABOUT US

SERVIZI E MARCHI

HOME PAGE

SIEVE NEWS - NOTIZIE ED EVENTI IN VALDISIEVE E MUGELLO

Circolo Fratelli ROSSELLI VALDISIEVE
Periodico Laburista NOTIZIE

A cura della Redazione  |  E-Mail: rosselli.valdisieve@alice.it

 

      LABURISTA NOTIZIE - N.2 APRILE 2017

                     5/10/2017 - LA SINISTRA LOCALE O DI BASE

<<<

di Rino Capezzuoli
ono lontani i tempi di quando si faceva tardi a discutere
di politica nelle fumose sezioni di tutti i partiti. Dopo
tangentopoli e con l’avvento della destra berlusconiana si è
diffusa tra i cittadini l’idea che la politica la fanno solo i
capi e sui media giornali e TV. E che è l’economia che
guida tutto.
E’ passato il concetto che le istituzioni possono essere
gestite come le aziende, cioè, chi è più forte
economicamente comanda e detiene il potere. Cioè, si
possono governare le nostre società senza l’orpello della
politica. Quest’idea ha avuto come logica conseguenza la
scomparsa della sinistra, che si nutriva di ideologia e di
utopismi, senza le quali la sinistra non può esistere. Con ciò
si è realizzata l’affermazione del leaderismo, cioè di uomini
soli al comando, con una spaventosa deriva ideologica della
destra più retriva e conservatrice.
Se la sinistra vuol tornare a vincere, deve tornare a far
politica dalla base, oggi smarrita e sopraffatta dai facili
slogan della destra e dalle paure per il nostro futuro. La
sinistra non ha finora avuto il coraggio e forse la capacità
di aggiornare i propri programmi, adeguandoli alle
necessarie utopie, per governare il futuro delle nostre
comunità.
In fondo temi come solidarietà, lotta alla fame nel mondo,
aiuti ai paesi sotto sviluppati, disarmo,”lavorare meno
lavorare tutti”, libera circolazione degli uomini e dei
commerci, no a qualsiasi muro, sono i temi su cui fondare
un programma per il futuro, ma soprattutto, occorre
penetrare le coscienze dei nostri concittadini abbagliati
dall’egoismo privato, dall’apparire e non più dalle cose
essenziali. Necessario far comprendere che le istituzioni e
la politica hanno un costo, a cui tutti dobbiamo contribuire,
perché le istituzioni sono di tutti i cittadini ed il loro
funzionamento deve essere conosciuto da tutti.
Così come tutti devono andare a votare per eleggerle,
essendo questo un dovere più che un diritto. Infatti nelle
dittature e nelle oligarchie, si cerca sempre di restringere la
libera scelta dei cittadini e di mantenere il popolo
nell’oscurità non solo culturale, ma anche economica,
dando voce all’individualismo più retrivo.
In questo quadro importantissimi sono i partiti e le
associazioni basate sugli aderenti volontari, con uno
statuto, gli iscritti, un registro di entrate ed uscite, un
bilancio annuale da rendere pubblico e degli organi:
segreteria, esecutivo, liberamente eletti in assemblea
plenaria degli iscritti.
Ciò è l’opposto di quello che predica la destra: cioè un
capo unico, che una volta insediato, decide e fa quello che
vuole, sentendosi investito del potere del capo. La sinistra
con queste caratteristiche, ha tempi più lunghi di reazione,
ma sicuramente migliori e più collettivi, o più democratici,
della destra.
Se la sinistra non recupera a livello di base questi valori,
difficilmente tornerà a vincere.
Rino Capezzuoli