adv

AZIENDE, SERVIZI, NOTIZIE E INFORMAZIONE DAL MUGELLO E DALLA VALDISIEVE. NEWS MUGELLO E VALDISIEVE, NOTIZIE DALLA VAL DI SIEVE E NOTIZIE DAL MUGELLO. AZIENDE DI PRODUZIONE, COMMERCIO, SERVIZI, NEWS E INFORMAZIONI DALLA VALDISIEVE E IL MUGELLO. NOTIZIE, TERRITORIO, CULTURA, MODA, SPORT, AGRITURISMO, VINO, PRODOTTI TIPICI TOSCANI. AZIENDE DI PRODUZIONE E VENDITA. PUBBLICITÀ E MARKETING TERRITORIALE.

Home  |  WebMail

SIEVE NEWS

AZIENDE E SERVIZI

PER SAPERNE DI PIÙ

FOTOGALLERY

SIEVE WEB TV

CHE TEMPO FA?

ORARIO TRENITALIA

COMMUNITY

LINKS E UTILITA'

ABOUT US

SERVIZI E MARCHI

HOME PAGE

SIEVE NEWS - NOTIZIE ED EVENTI IN VALDISIEVE E MUGELLO

Circolo Fratelli ROSSELLI VALDISIEVE
Periodico Laburista NOTIZIE

A cura della Redazione  |  E-Mail: rosselli.valdisieve@alice.it

 

      LABURISTA NOTIZIE - N.5 OTTOBRE 2017

                     31/10/2017 - LA LEGGE DEI SOAL

<<<

“Si trattava della classica situazione in cui, da una parte, coloro che fanno le leggi non ne vedono i risultati e quindi sono
volontariamente ciechi ai loro effetti, e dall’altra coloro che applicano quelle leggi non hanno la facoltà di cambiarle. In
cima alla fila sta il potere, con i cervelli, in fondo i muscoli, cioè coloro che non hanno facoltà di giudizio. Purtroppo il
contatto coi risultati delle cattive leggi avviene in fondo alla fila”
Questa frase ha un significato profondo: in pratica spiega il distacco tra il potere ed i cittadini dallo stesso amministrati.
Da noi, purtroppo, siamo andati oltre: il potere quando fa le leggi sa bene quali saranno i risultati, ma insensibile alle
ricadute sui cittadini, legifera lo stesso. Quando il governo Monti decise di attuare la legge Fornero sapeva bene che
avrebbe creato una nuova categoria di cittadini: gli esodati, persone di nuova generazione, non lavoratori, non pensionati,
non disoccupati! Ci ricordiamo la polemica del governo con INPS perché i nostri legislatori avevano addirittura sbagliati i
conti degli aventi diritto a questa “investitura”.
Quando la Consulta ha sentenziato che lo Stato ha sottratto ai pensionati un fracco di soldi e dovevano essere restituiti, il
governo (Renzi) ha dato una “una tantum” passando da predatore perché non ha restituito il denaro sottratto e si è
bellamente “fregato” di quanto deciso dal tribunale. La Consulta ha poi deciso che pure ai dipendenti statali dovessero
essere restituiti i soldi del blocco degli stipendi, ma ha aggiunto una splendida postilla “ad usum administratitia”: i soldi
dovevano essere restituiti, ma trattandosi di 16 miliardi di euro si autorizzava il governo a non rendere niente.
Normalmente esiste un certo scollamento tra chi governa e chi è governato, ma in questa nazione in cui 11 milioni di
persone non si curano per mancanza di denaro, in cui 4,5 milioni di persone sono sotto la soglia di povertà, lo stato e
quindi il governo che lo rappresenta è molto, molto lontano dai bisogni dei cittadini. E’ mai possibile che i lavoratori
dipendenti ed i pensionati siano assimilati a mucche da spremere in quanto pagano interamente le tasse e chi riporta i
capitali dall’estero, invece di andare in galera, sia al di sopra della legge. E se dovete milioni di euro all’erario, non
preoccupatevi: potete sempre patteggiare quanto restituire, e restituire molto meno di quanto dovuto. Chi non paga le tasse
danneggia direttamente i bambini che vogliono scuole migliori, gli anziani che hanno bisogno di tante cose, gli ammalati
che vogliono più cure…
Il prologo di questo articolo è stato scritto, nel 1977, dal signor Garry Kilworth che non è un economista, un politico, un
filosofo, ma uno scrittore di fantascienza ed il romanzo, in cui è riportata la frase, si intitola proprio “La legge dei
Soal”... ma credo che sia pure fantascienza che in questa nazione non si riesca a far pagare le tasse a tutti e chi evade per
milioni di euro abbia un trattamento di favore…
V. B.