adv

AZIENDE, SERVIZI, NOTIZIE E INFORMAZIONE DAL MUGELLO E DALLA VALDISIEVE. NEWS MUGELLO E VALDISIEVE, NOTIZIE DALLA VAL DI SIEVE E NOTIZIE DAL MUGELLO. AZIENDE DI PRODUZIONE, COMMERCIO, SERVIZI, NEWS E INFORMAZIONI DALLA VALDISIEVE E IL MUGELLO. NOTIZIE, TERRITORIO, CULTURA, MODA, SPORT, AGRITURISMO, VINO, PRODOTTI TIPICI TOSCANI. AZIENDE DI PRODUZIONE E VENDITA. PUBBLICITÀ E MARKETING TERRITORIALE.

Home  |  WebMail

SIEVE NEWS

AZIENDE E SERVIZI

PER SAPERNE DI PIÙ

FOTOGALLERY

SIEVE WEB TV

CHE TEMPO FA?

ORARIO TRENITALIA

COMMUNITY

LINKS E UTILITA'

ABOUT US

SERVIZI E MARCHI

HOME PAGE

SIEVE NEWS - NOTIZIE ED EVENTI IN VALDISIEVE E MUGELLO

Circolo Fratelli ROSSELLI VALDISIEVE
Periodico Laburista NOTIZIE

A cura della Redazione  |  E-Mail: rosselli.valdisieve@alice.it

 

      LABURISTA NOTIZIE - N.2 - APRILE 2004

                     26/4/2004 - Mobilità e sviluppo

<<<

di Aleandro Murras L’OBBIETTIVO DEI PROSSIMI ANNI: IL DIRITTO ALLA MOBILITA’ DEI CITTADINI IN UN AMBIENTE SALUBRE E IN UN TERRITORIO IMPEGNATO IN UN FORTE SVILUPPO DI SOSTENIBILITA’ AMBIENTALE.



Lunedì 22 marzo insieme a molti cittadini e amministratori della zona, ho partecipato all’inaugurazione della variante di S. Francesco. In questi ultimi anni ho assistito anche all’apertura della Variante di Pontassieve, alla Variante di Molin del Piano e alla nuova Strada Provinciale di Rosano.
Mentre scrivo queste riflessione, mi viene da pensare che il tempo passa, ma che comunque, se pur con tempi non sempre rapidi come avremmo desiderato, nella nostra zona si stanno realizzando le infrastrutture che i cittadini, le forze politiche e sociali richiedono e che le Amministrazioni locali hanno programmato.
Grazie alle scelte oculate di programmazione economica ed urbanistica, alla salvaguardia dello sviluppo sostenibile la nostra realtà territoriale è riuscita a crescere conservando un patrimonio ambientale e naturale di grande qualità.
La salvaguardia della campagna, portata avanti mediante una politica mirata allo sviluppo di alcuni prodotti di qualità dell’agricoltura, la cura del territorio montano, dei corsi d’acqua hanno permesso un consistente reinsediamento nei fabbricati ex rurali ristrutturati.
La presenza umana è stata determinante per arrestare il degrado e per riiniziare un nuovo sviluppo tutelando la bellezza del nostro territorio.
I nuovi insediamenti abitativi, le nuove aree artigianali e industriali diffusi a macchia di leopardo sul territorio hanno integrato, completato aree insediative già esistenti.
\La tutela della bellezza del territorio è un valore aggiunto di cui la nostra zona può essere fiera e può valorizzare mediante uno sviluppo sostenibile.
Anche per le infrastrutture che sono state finora realizzate è stato tenuto conto del contesto in cui si inserivano, riuscendo a migliorare la vivibilità dei centri abitati e nello stesso tempo non procurando danni irreparabili al territorio e all'ambiente.
Utilizzando lo stesso criterio dobbiamo continuare il nostro impegno per realizzare al più presto la variante alla S.S. 67 da Selvapiana a Dicomano, con priorità per la variante di Rufina.
Per questo motivo è necessario che il nuovo progetto che la Provincia di Firenze, in accordo con gli Enti Locali della Zona presenterà al C.I.P.E. per il finanziamento dell'opera, tenga conto delle particolarietà ambientali della Valle della Sieve da Selvapiana a Rufina, dell'attraversamento del Centro abitato di Montebonello i cui abitanti non potranno e non dovranno sopportare peggioramenti alla loro qualità della vita ma, al contrario, dovranno ricevere consistenti vantaggi sia nei collegamenti con la Rufina, sia per gli spostamenti verso Pontassieve e la Città di Firenze, così come dovrà essere tenuto conto della qualità del territorio da attraversare fino a Dicomano.
Certo, deve essere risolto anche il problema del collegamento tra Firenze e Pontassieve, infatti se con la realizzazione della strada provinciale di Rosano il traffico si è quasi equamente distribuito fra le due arterie che collegano Pontassieve con Firenze, è altrettanto vero che la mobilità per e dal Capoluogo è notevolmente aumentata ed ormai le due strade, specie nelle ore di punta, sono attraversate da un flusso di traffico tale da rendere necessario interventi urgenti che prevedano una variante del Centro abitato di Vallina, collegando le due sponde dell’Arno, mettendo in sicurezza e attenuando sensibilmente i problemi di attraversamento dei centri abitati di Sieci, Le Falle, Ellera, Compiobbi e del Girone e riclassificando a strada di grande comunicazione l’attuale strada provinciale di Rosano.
Anche questi interventi, nella Valle dell’Arno, dovranno essere realizzati tenendo conto della necessità di riqualificazione delle rive dell’Arno e della realizzazione del parco fluviale. Per questo ritengo giusta la scelta dell’ANAS, della Regione e degli Enti locali interessati di aver bandito un concorso europeo per la progettazione dell’infrastruttura e la salvaguardia dell’area.
Tutto ciò si dovrà aggiungere ad un efficiente servizio ferroviario metropolitano e ad un qualificato servizio di trasporto pubblico su gomma che dovranno comunque divenire la struttura portante della mobilità fra la Val di Sieve ed il Valdarno con Firenze.
Il diritto alla mobilità in un ambiente salubre e in un territorio che poggi il suo sviluppo nella valorizzazione della sua storia, cultura, dei suoi prodotti, delle innovazioni tecnologiche dovrà essere a mio avviso l’obiettivo su cui impegnarsi nei prossimi anni contrastando altre infrastrutture devastanti per il nostro territorio.