adv

AZIENDE, SERVIZI, NOTIZIE E INFORMAZIONE DAL MUGELLO E DALLA VALDISIEVE. NEWS MUGELLO E VALDISIEVE, NOTIZIE DALLA VAL DI SIEVE E NOTIZIE DAL MUGELLO. AZIENDE DI PRODUZIONE, COMMERCIO, SERVIZI, NEWS E INFORMAZIONI DALLA VALDISIEVE E IL MUGELLO. NOTIZIE, TERRITORIO, CULTURA, MODA, SPORT, AGRITURISMO, VINO, PRODOTTI TIPICI TOSCANI. AZIENDE DI PRODUZIONE E VENDITA. PUBBLICITÀ E MARKETING TERRITORIALE.

Home  |  WebMail

SIEVE NEWS

AZIENDE E SERVIZI

PER SAPERNE DI PIÙ

FOTOGALLERY

SIEVE WEB TV

CHE TEMPO FA?

ORARIO TRENITALIA

COMMUNITY

LINKS E UTILITA'

ABOUT US

SERVIZI E MARCHI

HOME PAGE

SIEVE NEWS - NOTIZIE ED EVENTI IN VALDISIEVE E MUGELLO

Circolo Fratelli ROSSELLI VALDISIEVE
Periodico Laburista NOTIZIE

A cura della Redazione  |  E-Mail: rosselli.valdisieve@alice.it

 

      LABURISTA NOTIZIE - N.2 - APRILE 2004

                     26/4/2004 - Terza età in Val di Sieve

<<<

di Giovanni Casalini
Considerazioni e proposte


Partendo da una semplice lettura delle tabelle che riportiamo in questo articolo, riguardanti la popolazione residente e anziana maggiore di 65 anni e le famiglie residenti, nei sei comuni della Val di Sieve di Dicomano, Londa, Pelago, Pontassieve, Rufina e San Godenzo alla
fine del 2003 si hanno 42.927 residenti, mentre i cittadini con oltre 65 anni sono 9.481 pari al 22,09% della popolazione, con un aumento del 3,36% rispetto al 1991, con punte 27,70% di San Godenzo, mentre la media italiana è del 18,70%.
Altro dato che ci deve far riflettere riguarda le persone di oltre 65 anni che vivono sole. Su 17.211 nuclei familiari presenti nei sei comuni della Val di Sieve, ben 2.185 pari al 12,70% sono monofamiliari, con punte del 18,46% di San Godenzo.
Questi sono i dati eloquenti di una situazione, dove oltre un quinto della popolazione è composta di anziani, con una percentuale tra le maggiori nella provincia di Firenze e superiore alla media nazionale. Resta il fatto che questi dati mostrano una crescita costante di questa popolazione.
La stampa, specializzata e non, ne parla, a momenti se ne parla anche nelle istituzioni, il problema sta diventando una priorità, in modo particolare quello della non autosufficienza, già oggi è un problema serio anche
Val di Sieve - Popolazione residente e anziana > di 65 anni
censimento1991residenti anziani> di 65 anni %anzianisu residenti residentidicembre2003 anziani> di 65 anni % anzianisuresidenti
DICOMANO 4.570 845 18,49 5.108 1.075 21,05
LONDA 1.216 225 18,50 1.748 306 17,51
PELAGO 7.218 1.324 18,34 7.320 1.655 22,61
PONTASSIEVE 20.439 3.765 18,42 20.692 4.712 22,77
RUFINA 5.922 1.113 18,79 6.835 1,394 20,40
SAN GODENZO 1.105 308 27,87 1.224 339 27,70
TOTALE 40.470 7.580 18,73 42.927 9.481 22,09

Val di Sieve - famiglie residenti
censimento1991residenti censimento1991famiglie residentidicembre2003 famigliedicembre2003 monofamiglie> di 65anni % monofamiglie > di 65 anni
DICOMANO 4.570 1.618 5.108 2.050 249 12,15
LONDA 1.216 448 1.748 720 63 8,75
PELAGO 7.218 2.500 7.320 2.911 391 13,43
PONTASSIEVE 20.439 7.119 20.692 8.240 1.058 12,84
RUFINA 5.922 2.110 6.835 2.732 321 11,75
SAN GODENZO 1.105 436 1.224 558 103 18,46
TOTALE 40.470 14.261 42.927 17.211 2.185 12,70
per la Val di Sieve e nei prossimi anni rischia di diventare esplosivo. Infatti sembra che vi sia una rimozione a questo problema, invece tutto questo riguarda il presente.
Ebbene chi ne trae le conseguenze indispensabili? Chi adegua le strutture e i bilanci a questa realtà? Non ci sembra che sia lo Stato dato che ad oggi non viene ancora applicata la legge 328 sull’assistenza, ne vi è un progetto per trovare fondi per la non autosufficienza. Ma carente è anche la regione dato i modesti stanziamenti iscritti a bilancio, come pure quegli degli Enti Locali compresi anche quelli della nostra zona.
Certamente il quadro è molto complesso e le necessità tante, a nostro parere per la nostra zona si possono riassumere nelle seguenti proposte:
· mappatura dei bisogni al fine di avere un quadro complessivo delle necessità, propedeutico ad una mirata politica sociale in zona;
· aumento delle risorse, da destinare agli anziani per: servizi alla persona ed in particolare, assistenza domiciliare e assistenza domiciliare integrata;
· sostegno economico alle famiglie e alle persone che prendono in cura anziani non autosufficienti;
· realizzazione di nuove residenze e case protette per anziani autosufficienti e per i non autosufficienti, visto la totale mancanza delle prime ed insufficienti le seconde;
· potenziamento del poliambulatorio attraverso la costruzione di un nuovo fabbricato in modo da raggruppare i servizi sanitari del territorio attualmente dislocati in quattro sedi tra Pontassieve e San Francesco di Pelago, per aumentare i servizi sanitari attualmente carenti in termini di lunghe attese nelle visite specialistiche e sia per una maggior offerta di prestazioni sanitarie attualmente mancanti in special modo per gli anziani.
Vedremo se queste nostre proposte, che hanno affrontato, un tema di grande attualità per tante famiglie della nostra zona, troveranno accoglienza sia nei programmi elettorali dei prossimi candidati a Sindaco, come pure nelle azioni di governo delle future Amministrazioni