adv

AZIENDE, SERVIZI, NOTIZIE E INFORMAZIONE DAL MUGELLO E DALLA VALDISIEVE. NEWS MUGELLO E VALDISIEVE, NOTIZIE DALLA VAL DI SIEVE E NOTIZIE DAL MUGELLO. AZIENDE DI PRODUZIONE, COMMERCIO, SERVIZI, NEWS E INFORMAZIONI DALLA VALDISIEVE E IL MUGELLO. NOTIZIE, TERRITORIO, CULTURA, MODA, SPORT, AGRITURISMO, VINO, PRODOTTI TIPICI TOSCANI. AZIENDE DI PRODUZIONE E VENDITA. PUBBLICITÀ E MARKETING TERRITORIALE.

Home  |  WebMail

SIEVE NEWS

AZIENDE E SERVIZI

PER SAPERNE DI PIÙ

FOTOGALLERY

SIEVE WEB TV

CHE TEMPO FA?

ORARIO TRENITALIA

COMMUNITY

LINKS E UTILITA'

ABOUT US

SERVIZI E MARCHI

HOME PAGE

SIEVE NEWS - NOTIZIE ED EVENTI IN VALDISIEVE E MUGELLO

Circolo Fratelli ROSSELLI VALDISIEVE
Periodico Laburista NOTIZIE

A cura della Redazione  |  E-Mail: rosselli.valdisieve@alice.it

 

      LABURISTA NOTIZIE - SPECIALI ELEZIONI 2004

                     11/6/2004 - IL PROGRAMMA - 2

<<<

IL PROGRAMMA PER IL COMUNE DI PONTASSIEVE

I GIOVANI
Occorre proporre agli adolescenti un senso del futuro possibile, una speranza per cui valga la pena di investire, muoversi, attivarsi
L’obiettivo finale è quello della piena cittadinanza dei giovani quindi di agire con la capacità di promuovere e realizzare strategie e progettualità comuni, integrate e coordinate in grado di rispondere alle diversificate realtà del mondo giovanile.

LA SCUOLA PRIMA DI TUTTO
La scuola è per noi risorsa fondamentale e primaria del territorio. Con l’autonomia, le Istituzioni Scolastiche si collocano in un rapporto più forte con il territorio, in particolare con gli Enti Locali.
A Pontassieve si sono anticipati i contenuti dell’autonomia scolastica, investendo nella scuola risorse importanti, sia umane sia finanziarie.
Obiettivo primario della futura amministrazione sarà, dunque, quello di intessere un’intensa rete di relazioni e confronti con tutte le scuole di Pontassieve, con le altre Istituzioni Locali, con le famiglie e le loro rappresentanze, con i sindacati della scuola, al fine di costruire una vera e propria maglia di protezione civile, con l’intento di evitare che la controriforma Moratti porti ad un arretramento del livello qualitativo raggiunto dalle nostre scuole.
Tre crediamo debbano essere le direttrici principali di intervento:
1)Continuare il lavoro per rendere più accoglienti e moderne le nostre strutture scolastiche
2)Aggiornare l’offerta formativa, tenendo in evidenza la sfera dei diritti dei più deboli, l’accoglienza dei bambini stranieri, la prevenzione dell’abbandono precoce e della dispersione scolastica, il sostegno all’handicap.
3)Intraprendere politiche tariffarie che aiutino i cittadini a soddisfare quel diritto così solennemente sancito dalla nostra Costituzione che è il diritto allo studio per tutti, adesso messo drammaticamente in discussione dall’attuale Governo nazionale.
Completare il programma di ampliamento dell’offerta di posti nido, nonché delle sperimentazioni rivelatesi positive come quelle di Sieci e S. Brigida ponendosi l’obiettivo di costruire un nuovo Nido nel Capoluogo.

LO SPORT
Il mondo dello sport riveste a Pontassieve un ruolo centrale, rappresenta una ricchezza ed una risorsa importante per tutta la comunità, sia per i valori educativi e sociali di cui è portatore, sia per la sua efficacia nel coinvolgimento dei cittadini, soprattutto i più giovani, che possono trovare nell’attività sportiva uno strumento utile per forgiare la propria identità. Le Società sportive presenti nel nostro territorio si caratterizzano, oltre che per la elevata qualità dei servizi offerti, anche per la particolare attenzione alla diffusione di questi valori, e per questo è nostra intenzione attivare uno scambio sempre più intenso di relazioni tra l’Amministrazione e queste società sportive, inclusa anche un’adeguata politica degli investimenti.

URBANISTICA & INFRASTRUTTURE
Il piano strutturale approvato il 27 aprile 2004, ha avviato una vera trasformazione della città esistente evidenziando la necessità di una visione complessiva, che non guardi solo all’urbanistica come disciplina dell’edificare, ma anche allo sviluppo economico, alle dinamiche sociali e culturali.
L’inclusione di Pontassieve nell’Area Metropolitana ci permetterà di affrontare i tema della viabilità primaria attraverso:
il potenziamento del trasporto pubblico, specie su rotaia
soluzioni infrastrutturali che realizzino un sensibile miglioramento dell’assetto viario esistente, caratterizzato, ancor oggi, dall’attraversamento di numerosi centri abitati
Alle grandi opere, come queste, da includere in una programmazione di vasta area, si devono unire misure per migliorare la qualità urbana nei singoli centri abitati, occupandosi puntualmente:
di tutti gli interventi di manutenzione che di volta in volta si renderanno necessari;
della realizzazione di piste o percorsi ciclabili;
del recupero di piazze e strade;
della messa in opera di nuovi parcheggi;
della realizzazione di percorsi protetti;
del recupero e della valorizzazione delle rive della Sieve e dell’Arno.
Insieme occorre valorizzare le risorse naturali del territorio:
la accettazione di un turismo sostenibile;
la possibilità di fruizione di percorsi naturalistici;
lo sviluppo di progetti di aree protette come il Parco Fluviale o il Parco della Memoria di Monte Giovi.
Valorizzare la partecipazione: l’esperienza fatta a Sieci del progetto “la città delle bambine e dei bambini” basata sulle tecniche dell’urbanistica partecipata, ha dimostrato che le idee che provengono dai cittadini, anche da quelli più piccoli, sono determinanti nella fase progettuale.
L’attuazione degli interventi previsti dall’Accordo di Programma per le ex aree ferroviarie Borgo Verde e Borgo Nuovo, dovrà rappresentare un’occasione storica per una riqualificazione urbana, che punti, da un lato, ad una riunificazione dell’abitato del capoluogo, consentendo la creazione di nuovi spazi d’incontro e socializzazione, dall’altro, ad una ridefinizione delle funzioni pubbliche e private, in grado di rispondere ad istanze sia di tipo locale sia metropolitano, con l’insediamento di uffici pubblici e di strutture d’eccellenza, soprattutto in ambito socio-culturale.
Il progetto “Castel Sant’Angelo”, finalizzato allo sviluppo e all'animazione locale attraverso un processo dinamico di riqualificazione urbana, punta ad una “rinascita” che accentui nel contempo i caratteri di storicità e i valori ambientali attraverso un centro storico restaurato, sostenibile, e che incoraggi la promozione dei prodotti e dei beni ambientali del territorio.
Il recupero dell’area Brunelleschi (ex Fornaci) a Sieci, una volta risolta la questione occupazionale, costituisce l’occasione per un progetto di riqualificazione del paese quali:
ricongiunzione del paese secondo la direttice Remole – Fondacci/Giani con la realizzazione di collegamenti protetti con la stazione, con il centro del paese e con il parco sull’Arno, miglioramento del collegamento con Molin del Piano;
recupero e valorizzazione degli edifici storici delle ex-fornaci prevedendo funzioni compatibili alla tipologia degli edifici, puntando soprattutto a funzioni d’eccellenza, (università, multimedialità e formazione);
sostenibilità urbanistica delle previsioni di un eventuale sviluppo abitativo
La frazione di Molino del Piano attende una serie di interventi che risolvano non solo la questione viabilità, ma che mirino alla riqualificazione del lungo fiume, della cava e del centro storico, alla realizzazione di un percorso protetto ciclo-pedonale in direzione di Montetrini. Il centro abitato di Santa Brigida ha la necessità di mantenere vive le attività commerciali, produttive e turistiche, attraverso azioni che mirino ad accentuare la sua connotazione di borgo ai margini di un’area protetta e di un’area, molto più vasta, ad alto valore ambientale e paesaggistico: una porta che apre verso i parchi, i parchi dell’area metropolitana.
Per quanto riguarda, poi, la frazione di Montebonello, dovremo effettuare una valutazione del progetto della circonvallazione con Rufina,con il coinolgimento dei cittadini, al fine di individuare la soluzione più idonea che riduca l’impatto ambientale, e che abbia lo scopo di migliorare la qualità della vita dei cittadini.

SVILUPPO ECONOMICO
E’ fondamentale proseguire nella strada intrapresa di costruzione del sistema territoriale, che sappia elaborare al proprio interno le strategie di sviluppo e che sappia proporsi unitariamente all’esterno
Il punto di forza della nostra area è rappresentato dalla presenza di produzioni di eccellenza nel settore artigianale, della piccola e media impresa, della moda, in quello agricolo, nella meccanica di precisione, in un contesto di alta qualità ambientale, storico-artistico, culturale, sociale.
Il settore agricolo, ad esempio, si è dimostrato il modello ideale per questa concezione di “qualità globale”. Partendo dal settore più strutturato, la produzione del vino, occorre valorizzare le altre produzioni agricole e collegarle sempre più ad un sistema di qualità che comprenda l’offerta turistica ed agrituristica, la ristorazione, l’artigianato, l’offerta culturale, sviluppando l’associazionismo fra produttori e sostenendo il ruolo sociale della Vi.c.a.s e dell’Olcas per confermare il ruolo strategico nel settore e sul territorio per i medi e piccoli produttori.
Occorre evidenziare e sostenere il settore della pelletteria per la Valdisieve, ma soprattutto il ruolo fondamentale della nostra area per l’intero sistema moda.

LA COMUNICAZIONE
Procedere con una modernizzazione dell’apparato comunale sarà il primo passo
Importante è, innanzitutto, sviluppare la propria Comunicazione interna, ma fondamentale è la comunicazione tra Amministrazione e cittadini,
L’obiettivo è quello di dare la possibilità di conoscere tutte le disposizioni, le norme, i provvedimenti che regolano e costituiscono l’attività comunale, sviluppando, ad esempio, l’attività dell’URP e dell’Ufficio Comunicazione.
.Solo così saremo in grado di promuovere un effettivo cambiamento nella e della Pubblica Amministrazione, in modo tale da incrementare e favorire tutti quei processi di partecipazione attiva, che sono il primo gradino per la costituzione di un forte senso di cittadinanza ed appartene