adv

AZIENDE, SERVIZI, NOTIZIE E INFORMAZIONE DAL MUGELLO E DALLA VALDISIEVE. NEWS MUGELLO E VALDISIEVE, NOTIZIE DALLA VAL DI SIEVE E NOTIZIE DAL MUGELLO. AZIENDE DI PRODUZIONE, COMMERCIO, SERVIZI, NEWS E INFORMAZIONI DALLA VALDISIEVE E IL MUGELLO. NOTIZIE, TERRITORIO, CULTURA, MODA, SPORT, AGRITURISMO, VINO, PRODOTTI TIPICI TOSCANI. AZIENDE DI PRODUZIONE E VENDITA. PUBBLICITÀ E MARKETING TERRITORIALE.

Home  |  WebMail

SIEVE NEWS

AZIENDE E SERVIZI

PER SAPERNE DI PIÙ

FOTOGALLERY

SIEVE WEB TV

CHE TEMPO FA?

ORARIO TRENITALIA

COMMUNITY

LINKS E UTILITA'

ABOUT US

SERVIZI E MARCHI

HOME PAGE

SIEVE NEWS - NOTIZIE ED EVENTI IN VALDISIEVE E MUGELLO

Circolo Fratelli ROSSELLI VALDISIEVE
Periodico Laburista NOTIZIE

A cura della Redazione  |  E-Mail: rosselli.valdisieve@alice.it

 

      LABURISTA NOTIZIE - N.5 - AGOSTO 2004

                     1/10/2004 - EDITORIALE

<<<

Quale programma

Siamo a fine agosto e i temi della politica ritornano con forza sullo scenario nazionale (anche se mai si erano sopiti), in particolare a noi ci interessa quello che farà lo schieramento di centrosinistra, dopo il successo elettorale delle passate elezioni europee e amministrative del giugno scorso, e le aumentate responsabilità verso il Paese.
Quindi cosa fare? In sostanza non continuare con le chiacchiere, ma darsi una strategia e un programma, non fatto dai soliti saggi, ma che in qualche modo sia espressione della gente, dei partiti, dei movimenti che in questi ultimi tre anni si sono ritrovati uniti per contrastare il malgoverno e l’arroganza di questo centrodestra.
Per questo c’è bisogna di una forza politica che abbia almeno certi punti programmatici condivisi, le stesse finalità di intenti, chiarezza con certe forze e personaggi che sono all’interno del centrosinistra, che all‘indomani delle elezioni europee, già mettevano in discussione la lista “Uniti nell’Ulivo” per i prossimi appuntamento elettorale, con continui distinguo a dir poco inopportuni e con una rincorsa verso il centro.
Un programma in cui vi sia più sviluppo, più ricerca, più equità, più stato sociale, più sanità pubblica più certezze e sicurezze.
Inoltre affrontare con chiarezza emettere una pietra sopra a tutte quelle leggi, prodotte dal centro destra, come al falso in bilancio, le rogatorie internazionali all’immunità per le alte cariche dello stato, al conflitto d’interesse, la legge antistorica che abolisce ogni imposta sulle successioni e le donazioni, la legge 30 (quella sul mercato del lavoro), quella sui media per citarne alcune, questo è il minimo che il popolo di sinistra si aspetta se il centrosinistra andrà a governare.
Altro argomento riguarda il tema delle liberalizzazioni e delle privatizzazioni, un ripensamento sulle aziende di utilità pubblica, come l’elettricità, il gas, l’acqua. Temi a cui la sinistra è chiamata a dare delle precise risposte, come pure quello sulla scuola pubblica, il problema dei prezzi.
L’elenco potrebbe continuare, a noi ci sembrava corretto affrontare questi temi, metterli all’attenzione dei lettori, ricevere eventuali contributi, alcuni sono già presenti in questo numero.
Purtroppo dobbiamo constatare, che questa lunga transizione politica nel nostro Paese, è negativa ed ancora non si vede all’orizzonte uno scenario che ci eguagli a quello dei maggiori paesi europei, finché non sarà terminata l’anomalia Berlusconi (che sembra vicina).
Per questo dobbiamo lavorare a sinistra per costruire anche in Italia un soggetto capace di coniugare nel presente i valori del passato, e che si rifaccia alla tradizione del socialismo.