adv

AZIENDE, SERVIZI, NOTIZIE E INFORMAZIONE DAL MUGELLO E DALLA VALDISIEVE. NEWS MUGELLO E VALDISIEVE, NOTIZIE DALLA VAL DI SIEVE E NOTIZIE DAL MUGELLO. AZIENDE DI PRODUZIONE, COMMERCIO, SERVIZI, NEWS E INFORMAZIONI DALLA VALDISIEVE E IL MUGELLO. NOTIZIE, TERRITORIO, CULTURA, MODA, SPORT, AGRITURISMO, VINO, PRODOTTI TIPICI TOSCANI. AZIENDE DI PRODUZIONE E VENDITA. PUBBLICITÀ E MARKETING TERRITORIALE.

Home  |  WebMail

SIEVE NEWS

AZIENDE E SERVIZI

PER SAPERNE DI PIÙ

FOTOGALLERY

SIEVE WEB TV

CHE TEMPO FA?

ORARIO TRENITALIA

COMMUNITY

LINKS E UTILITA'

ABOUT US

SERVIZI E MARCHI

HOME PAGE

SIEVE NEWS - NOTIZIE ED EVENTI IN VALDISIEVE E MUGELLO

Circolo Fratelli ROSSELLI VALDISIEVE
Periodico Laburista NOTIZIE

A cura della Redazione  |  E-Mail: rosselli.valdisieve@alice.it

 

      LABURISTA NOTIZIE - N.1 - GENNAIO 2005

                     24/2/2005 - TSUNAMI

<<<

di Alberto Trifoglio
IL MAREMOTO NEL SUD EST ASIATICO

Senz’altro questo evento è stato epocale come è stato da più fonti definito anche dal capo della nostra protezione civile Bertolaso, in effetti oggi anno 2005 con gli strumenti che abbiamo a disposizione per poter analizzare l’evento la cosa ci sembra apocalittica ma chi studia o va a ritroso nel tempo vede che questi eventi catastrofici per noi uomini ci sono purtroppo sempre stati e ancora peggio è che ci saranno di nuovo.

Di maremoti se ne segnalano in molte parti del mondo anche nel mediterraneo, come ad esempio in Turchia dove a metà degli anni 90 ci sono stati migliaia di morti, senza pensare al maremoto di Messina e Reggio Calabria dove nel 1907 i morti tra terremoto e maggiormente maremoto ha fatto quasi 100.000 morti (1 terzo di quelli di adesso nel sud est asiatico ), un’altro esempio: (parlando sempre del mediterraneo) qualche millennio avanti cristo l’isola di Santorini al sud della Grecia scoppio a causa di un vulcano sottomarino cosa che tuttora in qualche parte del mondo succede, allora l’onda assassina attraversò tutto il mediterraneo dall’Egitto alla Turchia come anche nel sud dell’Italia. Recentemente nelle isole Eolie il cedimento di una parete del vulcano Stromboli ha causato una onda di molti metri che ha schiaffeggiato la costa di una isola di fronte senza fare fortunatamente vittime; vorrei anche ( ci dovremmo preparare visto che ultimamente siamo stati sfiorati ) a fare i conti anche con una probabile caduta di un corpo celeste, sia essa cometa (ultimamente se ne vedono spesso ), asteroide (i più pericolosi) o meteoriti! A riguardo vorrei segnalarvi che alle 7 del mattino del 30 giugno 1908 tutto l’emisfero nord del nostro pianeta è stato illuminato a giorno a causa di un meteorite o cometa scoppiato (fortunatamente) in cielo e che nel raggio di 200 km quadrati tutti gli alberi furono per l’onda d’urto abbattuti ! Questo nella profonda Siberia, inutile dire che se fosse caduto o scoppiato in una zona abitata al posto degli alberi ci sarebbero stati gli uomini con chissà quali conseguenze in numero di morti.
Con questo esempio voglio dire che siamo soggetti noi abitanti di questo pianeta (per adesso l’unico su cui esiste la vita come l’intendiamo noi ) a fare i conti con la natura e la sua violenza che va secondo una logica da noi non dettata, la natura è violenta ovunque nell’universo; noi dobbiamo cercare di prevedere e sopravvivere ai probabili disastri che possono capitare; nel caso di oggetti provenienti dallo spazio bisogna come si sta facendo ma forse non a sufficienza prevedere la caduta sulla terra di esse! Un inaspettato corpo celeste individuato già qualche anno prima di cui è prevista la sua collisione sul nostro pianeta potrebbe già essere tardi e fatale per tutti noi.
Per i maremoti già si sta facendo abbastanza ma bisogna educare la gente e forse anche non affollarsi troppo sulle coste prevedendo insediamenti sicuri più interni; per i terremoti la costruzione di edifici antisismici è fondamentale (pensiamo al Giappone), per i vulcani bisognerebbe come si dice starne alla larga specialmente quelli esplosivi ( il Vesuvio ) mentre quelli effusivi (l’Etna ) vanno semplicemente tenuti d’occhio. Non è singolare il fatto che in Thailandia gli elefanti hanno salvato tante persone perché appena hanno sentito vibrare la terra sono scappati in tempo verso l’interno salvandosi con anche le persone che hanno capito proprio per il comportamento degli animali cosa stava per avverarsi! Gli animali sentono più di noi cosa succede sotto i piedi.
Tutti i popoli del mondo devono per queste cose collaborare perché ogni uomo deve essere interessato alla sorte del nostro pianeta che per adesso è l’unico su cui possiamo vivere.