adv

AZIENDE, SERVIZI, NOTIZIE E INFORMAZIONE DAL MUGELLO E DALLA VALDISIEVE. NEWS MUGELLO E VALDISIEVE, NOTIZIE DALLA VAL DI SIEVE E NOTIZIE DAL MUGELLO. AZIENDE DI PRODUZIONE, COMMERCIO, SERVIZI, NEWS E INFORMAZIONI DALLA VALDISIEVE E IL MUGELLO. NOTIZIE, TERRITORIO, CULTURA, MODA, SPORT, AGRITURISMO, VINO, PRODOTTI TIPICI TOSCANI. AZIENDE DI PRODUZIONE E VENDITA. PUBBLICITÀ E MARKETING TERRITORIALE.

Home  |  WebMail

SIEVE NEWS

AZIENDE E SERVIZI

PER SAPERNE DI PIÙ

FOTOGALLERY

SIEVE WEB TV

CHE TEMPO FA?

ORARIO TRENITALIA

COMMUNITY

LINKS E UTILITA'

ABOUT US

SERVIZI E MARCHI

HOME PAGE

SIEVE NEWS - NOTIZIE ED EVENTI IN VALDISIEVE E MUGELLO

Circolo Fratelli ROSSELLI VALDISIEVE
Periodico Laburista NOTIZIE

A cura della Redazione  |  E-Mail: rosselli.valdisieve@alice.it

 

      LABURISTA NOTIZIE - N.1 - GENNAIO 2005

                     24/2/2005 - INCONTRO CON MARCO MAIRAGHI

<<<

Conversazione con Marco Mairaghi sindaco di Pontassieve
A seguito dell’approvazione da parte del Consiglio Comunale delle Linee programmatiche di mandato politico-amministrativo 2004-2009, il sindaco ci ha cortesemente illustrato i punti salienti.




Ad alcuni mesi dalle elezioni innanzitutto mi sento di esprimere un apprezzamento e una grande soddisfazione per quello che tutti insieme scegliemmo di compiere allargando la coalizione che aveva guidato l’amministrazione nella legislatura precedente. Credo che la scelta di aver creato una coalizione di tutto il centro sinistra sia un qualcosa che non soltanto dà ragione a chi ha contribuito a realizzare quella prospettiva, ma oggi genera una prospettiva nuova di governo di un territorio, perché questa formula è condivisa da tutta la nostra area e perché segna una modalità con cui, anche dal basso delle realtà territoriali, si cerca di strutturare un progetto politico che poi gli elettori hanno premiato.
Noi abbiamo scritto un programma comune con tutti i candidati sindaci del centro sinistra nella Valdisieve. Perché questo non è solo il programma di Marco Mairaghi, ma è il programma di tutti i candidati sindaci della Valdisieve, quelli che hanno vinto le elezioni e che si sono dati forme di coordinamento con tutto il sud est fiorentino.
Uno degli obiettivi su cui si registrerà la nostra capacità di essere classe dirigente sarà quello di rafforzare le politiche di area instaurando un sistema di relazioni fra le amministrazioni di questo territorio a partire dai rapporti con la Comunità Montana e rendendo più forte il coordinamento con il sud est fiorentino, per agganciare il progetto della città metropolitana teorizzando un criterio di geometria variabile che pone Pontassieve al centro di più territori e lo fa ragionare in base a quelle che sono le opportunità che si generano.
Oggi il sud est fiorentino è la novità politica della provincia di Firenze; in contesti nei quali i territori normalmente competono fra di sé, questo territorio si sta dando una politica di coordinamento seria e rigorosa che sta producendo i primi risultati e ci consegnerà una opportunità di governo inimmaginabile fino a pochi anni fa.
In questa ottica si inserisce anche il recupero dell’Area Ferroviaria, con gli interventi previsti dall’accordo di programma che puntano alla realizzazione di importanti funzioni pubbliche e private, sia di tipo locale, che metropolitano favorendo anche l’insediamento di attività produttive come risorse di sviluppo del nostro territorio. Tale disegno si configura come primo atto su cui si comincia a sviluppare la città metropolitana, la cui funzione strategica non lo possiamo fare da soli.
Tra le linee programmatiche del mandato c’è anche l’impegno del comune di Pontassieve per la pace, un vincolo che dobbiamo avere, mantenendo alto l’impegno per la cooperazione, l’attività internazionale, il consolidamento dei nostri gemellaggi. Sulla cooperazione decentrata, è stato chiesto dalla Regione Toscana al comune di Pontassieve di coordinare il tavolo regionale per la cooperazione decentrata con il Brasile; il ché non vuol dire che le attività di cooperazione decentrata le svolge esclusivamente Pontassieve, non sarebbe nelle nostre possibilità, ma ci sentiamo orgogliosi di guidare progetti come quello di portare l’acqua in un quartiere di una città brasiliana, come dell’aiuto ai bambini del Saharawi, e onorati di svolgere la funzione di accoglienza sul nostro territorio.
Le politiche sociali - uno dei temi principali della nostra amministrazione debbono garantire alti livelli di esercizio e richiedono quindi, in considerazione delle attuali situazioni politiche, di essere affrontate con schemi più efficaci. Pensiamo alle politiche della casa, ma anche tutto quello che riguarda i problemi dei giovani, della famiglia, degli anziani. Da qui è nata l’opportunità della Società della Salute, che rappresenta un investimento per l’amministrazione con l’obiettivo di portare le politiche socio sanitarie in rapporto con i cittadini, rilanciando progetti di welfare a livello locale, ottimizzandoli con il coordinamento di tutti.
Così come credo debba essere al centro della nostra attività il rilancio delle attività culturali di questo comune aggiornando la riflessione sull’istituzione cultura, come altresì intendiamo rafforzare le iniziative per la scuola attraverso il coordinamento con gli organi di direzione scolastica, di fronte alle grandi difficoltà che il ministro Moratti ha generato per chi deve governare la politica della scuola pubblica. Sempre nella scuola ci faremo carico di grandi investimenti di prospettiva: mensa centralizzata, scuola di S. Brigida, la messa a norma con la 626 di tutte le scuole di tutti gli impianti sportivi, partendo da criteri di sicurezza e di accessibilità garantita a tutti.
Ultimamente stiamo, inoltre, discutendo il regolamento urbanistico - vero atto di governo di questo territorio. Su questo l’amministrazione non vuole rifuggire il confronto, lo vuol svolgere fino in fondo disegnando il territorio, con un regolamento urbanistico che parta dalle priorità degli abitanti e del territorio stesso. Legato a questo ricordiamo l’attenzione sui temi della Statale 67 e del by-pass di Vallina; è infatti indispensabile per lo sviluppo avere infrastrutture moderne.
Altri temi delle linee programmatiche di questa amministrazione sono poi il trasporto ferroviario, la città delle bambine e dei bambini, il progetto Castel Sant’Angelo - con tutto il recupero dei vicoli e il potenziamento dei parcheggi - , oltre a temi come il recupero e l’avviamento del lavoro per il sottopasso dei Veroni, il recupero dell’area Brunelleschi - tema strategico non solo perché nella fabbrica lavorano persone il cui destino è ancora da decidersi, ma perché da qui passa la vivibilità urbana della frazione di Sieci.
Concludo affermando che il coordinamento genera grandi opportunità. Pensiamo a Wine & Fashion che oggi diventa un’opportunità di sviluppo di questo territorio, uno strumento di promozione della zona e consolida i rapporti tra le amministrazioni perché genera flussi turistici, contratti per le nostre imprese. Abbiamo un sistema caratterizzato da piccole imprese in cui per certi aspetti il modello più innovativo è rappresentato dalla Vicas, azienda che deve la propria storia e il proprio successo all’impegno e al sostegno dell’amministrazione comunale perché le nostre imprese hanno bisogno del coordinamento per essere in grado di competere.
Tutto questo deve essere accompagnato da un forte impegno amministrativo e di gestione sia nell’organizzazione del personale che delle risorse economiche, partendo dalla riorganizzazione interna della macchina comunale di Pontassieve che è una struttura importante con tanti valori, ricchezze e risorse umane al suo interno.