adv

AZIENDE, SERVIZI, NOTIZIE E INFORMAZIONE DAL MUGELLO E DALLA VALDISIEVE. NEWS MUGELLO E VALDISIEVE, NOTIZIE DALLA VAL DI SIEVE E NOTIZIE DAL MUGELLO. AZIENDE DI PRODUZIONE, COMMERCIO, SERVIZI, NEWS E INFORMAZIONI DALLA VALDISIEVE E IL MUGELLO. NOTIZIE, TERRITORIO, CULTURA, MODA, SPORT, AGRITURISMO, VINO, PRODOTTI TIPICI TOSCANI. AZIENDE DI PRODUZIONE E VENDITA. PUBBLICITÀ E MARKETING TERRITORIALE.

Home  |  WebMail

SIEVE NEWS

AZIENDE E SERVIZI

PER SAPERNE DI PIÙ

FOTOGALLERY

SIEVE WEB TV

CHE TEMPO FA?

ORARIO TRENITALIA

COMMUNITY

LINKS E UTILITA'

ABOUT US

SERVIZI E MARCHI

HOME PAGE

SIEVE NEWS - NOTIZIE ED EVENTI IN VALDISIEVE E MUGELLO

Circolo Fratelli ROSSELLI VALDISIEVE
Periodico Laburista NOTIZIE

A cura della Redazione  |  E-Mail: rosselli.valdisieve@alice.it

 

      LABURISTA NOTIZIE - N.1 - GENNAIO 2005

                     24/2/2005 - BRUNO FANCIULLACCI

<<<

COMUNE DI PONTASSIEVE
Pontassieve è orgogliosa di aver dedicato una via ad un eroe nazionale - così Marco Mairaghi, Sindaco di Pontassieve, risponde alle polemiche apparse su organi d’informazione inerenti l’interrogazione di Gianni Mancuso e altri parlamentari di AN che chiedono provvedimenti del governo contro il Comune di Pontassieve (FI) che ha dedicato una via alla memoria di Bruno Fanciullacci, medaglia d’oro al valor militare e partigiano dei GAP. L’Amministrazione comunale di Pontassieve conferma la volontà di voler ricordare una delle grandi figure cadute per la liberazione dal nazifascismo e la nascita della democrazia, un eroe della Resistenza e della Repubblica Italiana.
La decisione di voler intitolare una via cittadina a Bruno Fanciullacci fu presa prima dal Consiglio Comunale e poi dalla Giunta dando attuazione alla decisone consiliare.
La scelta è stata legata alla volontà di far conoscere e ricordare un grande personaggio, medaglia d’oro al valor militare, distintosi in numerose azioni contro i nazisti e i fascisti durante l’occupazione di Firenze.
Persone come Fanciullacci – afferma Marco Mairaghi Sindaco di Pontassieve - con il loro martirio, hanno contribuito a segnare la via della nostra democrazia. A lui, e a coloro che sono morti per liberare l’Italia e l’Europa dalla dittatura, dobbiamo tutti moltissimo. Non metteremo mai sullo stesso piano – prosegue il Sindaco – chi si è battuto per la libertà e la democrazia e chi era dall’altra parte, dalla parte sbagliata. Pontassieve è orgogliosa di aver dedicato una via ad un uomo che ha dedicato la sua vita all’antifascismo e alla Resistenza, ad un uomo che ha contribuito alla nascita di un’Italia libera e democratica.
Bruno Fanciullacci, assieme alle formazioni dei GAP fiorentini, contribuì tra l’altro a liberare dalle carceri della città decine e decine di detenuti politici, donne, ebrei destinati ai campi di concentramento. Un vero martire non solo della Resistenza fiorentina ma dell’Italia, morto a Villa Triste il 10 Luglio 1944, dopo essersi gettato dalla finestra in seguito alle torture subite dagli aguzzini della Banda Carità.
L’Amministrazione comunale intende ribadire che l’intenzione di ricordare una figura martire della nostra Resistenza nazionale nulla ha a che vedere con le polemiche legate all’uccisione del filosofo Giovanni Gentile. Bruno Fanciullacci contribuì a liberare l’Italia e a costruire la democrazia.

L’interrogazione di Mancuso e di altri parlamentari di An, e la risposta del sottosegretario D’Alì (FI), è l’ennesima dimostrazione del revisionismo storico nei confronti della Resistenza - di cui quest’anno ricorre il sessantesimo della liberazione dell’Italia dai nazifascisti - portata avanti da questo governo e dalle forze che lo sostengono, prima fra tutte da parte dei cosiddetti post fascisti di An, che nel loro simbolo non rinunciano a portare la fiamma e la scritta “Msi”.