adv

AZIENDE, SERVIZI, NOTIZIE E INFORMAZIONE DAL MUGELLO E DALLA VALDISIEVE. NEWS MUGELLO E VALDISIEVE, NOTIZIE DALLA VAL DI SIEVE E NOTIZIE DAL MUGELLO. AZIENDE DI PRODUZIONE, COMMERCIO, SERVIZI, NEWS E INFORMAZIONI DALLA VALDISIEVE E IL MUGELLO. NOTIZIE, TERRITORIO, CULTURA, MODA, SPORT, AGRITURISMO, VINO, PRODOTTI TIPICI TOSCANI. AZIENDE DI PRODUZIONE E VENDITA. PUBBLICITÀ E MARKETING TERRITORIALE.

Home  |  WebMail

SIEVE NEWS

AZIENDE E SERVIZI

PER SAPERNE DI PIÙ

FOTOGALLERY

SIEVE WEB TV

CHE TEMPO FA?

ORARIO TRENITALIA

COMMUNITY

LINKS E UTILITA'

ABOUT US

SERVIZI E MARCHI

HOME PAGE

SIEVE NEWS - NOTIZIE ED EVENTI IN VALDISIEVE E MUGELLO

Circolo Fratelli ROSSELLI VALDISIEVE
Periodico Laburista NOTIZIE

A cura della Redazione  |  E-Mail: rosselli.valdisieve@alice.it

 

      LABURISTA NOTIZIE - N.1 - GENNAIO 2005

                     24/2/2005 - IL PARTITO DEL SOCIALISMO EUROPEO

<<<

Congresso Nazionale Ds
Nel simbolo ora è scritto anche “Partito del socialismo europeo”.
Sintesi dell’intervento
di Valdo Spini

Care Compagne e cari compagni,
il paese è disorientato e sfiduciato. Ha bisogno di proposte precise, di identità forti, ben delineate.
Noi abbiamo un insieme di principi e di valori, quelli del socialismo democratico e del socialismo liberale di Rosselli.
Se noi li offriamo in alternativa a quelli, che hanno fallito, del centro-destra, diamo un contributo al centro-sinistra nel suo insieme. Perché offriamo alla società italiana un insieme non solo di valori e di principi, ma anche di esperienze di governo europeo concrete, un’identità capace di dire qualcosa ai giovani.
Per questo motivo abbiamo pensato che il nostro Congresso non solo debba avere il compito di dire di sì alla proposta di federazione di Romano Prodi, ma anche di dire di sì alla domanda di sinistra democratica che viene dal paese, non in un quadro nazionale, provinciale, ma nel quadro giusto, nel quadro europeo, nel quadro del socialismo europeo, superando sia il dissidio interno alla sinistra italiana tra post-comunisti e post-socialisti, sia chi dall’esterno pretende di considerare superate ambedue le tradizioni.
Come se le esperienze, pur diverse tra loro, di Zapatero o di Blair, potessero essere ricacciate nel recinto della conservazione!
Vedremo nel referendum sulla procreazione assistita chi sta nel recinto della conservazione.
In questo Congresso è avvenuto un fatto nuovo.
Di solito, quando un partito cambia simbolo è il suo vertice nazionale che lo elabora e che si adopera poi perché la base lo accetti.
Qui invece, in questo III Congresso nazionale DS, è avvenuto il contrario. Abbiamo lanciato, con un gruppo di compagne e di compagni di varie provenienze, una proposta e si sono lasciate le articolazioni territoriali del partito libere di pronunciarsi sull’adozione di un nome e di un simbolo che richiamassero direttamente l’essere i DS partito del socialismo europeo:
l’essere noi democratici di sinistra socialisti europei.
Non solo un partito che aderisce al Partito del Socialismo Europeo.
E le organizzazioni periferiche del partito hanno risposto positivamente. Saranno le modifiche allo statuto che voteremo al termine del Congresso a tradurre in pratica i contenuti dell’Appello per un nome socialista europeo dei DS.
Fin d’ora però vorrei ringraziare il compagno Piero Fassino per l’annuncio che ha voluto fare. I cittadini italiani troveranno il nome socialista nel simbolo del più grande partito del centro-sinistra, del partito della sinistra democratica.
Vorrei ringraziare di tutto questo tutte le compagne e i compagni dei DS, anche quelli che sono stati scettici o contrari.
Naturalmente se si propone un nuovo simbolo non è per collocarlo in una galleria di grafica politica, ma perché possa essere utilizzato nella battaglia politica elettorale quando le circostanze lo rendano politicamente opportuno.
Nomina sunt consequentia rerum. I nomi sono conseguenza delle cose. Ma è anche vero il contrario. Le cose a volta sono conseguenze del loro nome.
Come socialisti europei non dobbiamo avere complessi. Siamo l’ancoraggio naturale del centro-sinistra italiano al bipolarismo italiano.
Il socialismo europeo è pluralista!
Ricordiamo che cattolici come Jacques Delors si sono
trovati a loro agio in un partito, come il partito socialista francese, che ha sicuramente tradizioni più laiche delle nostre!
Per concludere, un cenno alle primarie: che si possano affrontare a cuor leggero le primarie di Prodi-Bertinotti. E non solo e non tanto perché può succedere che, in una logica bipolare, Fausto possa prendere un po’ più di voti di quelli che ha il suo partito.
Ma perché è evidente che il ruolo politico dei DS difficilmente potrà avere quel carattere baricentrico che è utile e necessario al centro sinistra. Per questo non credo ad un ruolo della Federazione che cada dall’alto, ma credo ad una Federazione politica e programmatica che sia veramente democratica e partecipata dal basso. Con un ruolo quindi anche per la democrazia del nostro partito.
In tal senso il nostro partito dovrà attrezzarsi per dare il proprio contributo programmatico e di metodo politico, in coerenza e in accordo con il nuovo simbolo che decide di adottare.
Risponderemmo in questo modo ai doveri che abbiamo verso chi si iscrive a un partito e verso chi - come i nostri iscritti - si iscrive a un grande partito.
Chi si iscrive ha diritto a una maggiore partecipazione alla vita politica di chi non si iscrive a nessun partito.
E noi questa partecipazione dobbiamo assicurarla.
Valdo Spini