adv

AZIENDE, SERVIZI, NOTIZIE E INFORMAZIONE DAL MUGELLO E DALLA VALDISIEVE. NEWS MUGELLO E VALDISIEVE, NOTIZIE DALLA VAL DI SIEVE E NOTIZIE DAL MUGELLO. AZIENDE DI PRODUZIONE, COMMERCIO, SERVIZI, NEWS E INFORMAZIONI DALLA VALDISIEVE E IL MUGELLO. NOTIZIE, TERRITORIO, CULTURA, MODA, SPORT, AGRITURISMO, VINO, PRODOTTI TIPICI TOSCANI. AZIENDE DI PRODUZIONE E VENDITA. PUBBLICITÀ E MARKETING TERRITORIALE.

Home  |  WebMail

SIEVE NEWS

AZIENDE E SERVIZI

PER SAPERNE DI PIÙ

FOTOGALLERY

SIEVE WEB TV

CHE TEMPO FA?

ORARIO TRENITALIA

COMMUNITY

LINKS E UTILITA'

ABOUT US

SERVIZI E MARCHI

HOME PAGE

SIEVE NEWS - NOTIZIE ED EVENTI IN VALDISIEVE E MUGELLO

Circolo Fratelli ROSSELLI VALDISIEVE
Periodico Laburista NOTIZIE

A cura della Redazione  |  E-Mail: rosselli.valdisieve@alice.it

 

      LABURISTA NOTIZIE - N.3 - GIUGNO 2005

                     1/7/2005 - QUALE GIUSTIZIA

<<<

GIUSTIZIA ALL’ITALIANA
di Alberto Trifoglio

Credo che nessun italiano sia contento di come va la giustizia nel nostro paese, sfido chiunque a portarmi un esempio in cui il giudizio su un reato ha soddisfatto qualcuno (forse i colpevoli), gli esempi sono tanti, quante volte sentiamo dire: non c’è giustizia! ma quale giustizia! A rimetterci sono sempre i meno forti quelli che non possono permettersi un buon avvocato ecc….
Polemiche a parte c’è una scontentezza generale, Piazza Fontana non ha avuto un colpevole (forse segreto di stato); a Seveso, dopo decenni, chi subì i danni dall’Icmesa ha dovuto pagare le spese legali oltre alla beffa di non aver avuto indennizzi; il caso di Angelo Izzo ha poi ancora una volta aperto il caso dell’uscita di delinquenti che hanno commesso di nuovo reati, e cosa dire dei Superboss che continuano a dare comandi attraverso telefonini e messaggi ai loro visitatori, cosa dire inoltre delle scarcerazioni per decorrenza dei termini e tanti di quegli altri reati che non hanno un colpevole.
Fare giustizia in Italia è veramente difficile tra ricorsi e sentenze cambiate, senza contare gli attacchi fatti ultimamente dal governo con il tentativo di riformare la giustizia o fare leggi (come abbiamo assistito in modo scandaloso ad personam). La giustizia deve essere a servizio del potere? No è chiaro! La giustizia deve essere uguale per tutti: certamente si! I potenti devono essere condannati come qualsiasi cittadino: certamente si. Abbiamo questa impressione o no! Se questa impressione non c’è forse non possiamo più parlare di società civile e giusta e il gioco si fa pericoloso in special modo quando l’esempio viene dall’alto, è pericoloso dire :ma tanto quelli non li arresta nessuno hanno troppo potere.
Vorrei fare un appunto anche sui processi – spettacolo, intendo dire questo: quanto un omicidio che colpisce l’opinione pubblica come ad esempio i delitti del mostro di Firenze o quello di Cogne questi confluiscono puntualmente negli studi di avvocati che dovevano fare come dire carriera ad alti livelli(futuri ministri di giustizia o altro) e queste cause servivano da lancio a livello nazionale, quando questi legali avevano successo i telegiornali li facevano sempre vedere ad ogni minimo intervento quando invece come il caso di Cogne l’insuccesso era evidente i telegiornali hanno smesso di parlarne.
E’ evidente che alcuni avvocati che assistono uomini di potere politico ed ottengono risultati positivi per i loro clienti questi verranno sempre più esaltati , in caso contrario cala il silenzio. Come fare a far funzionare la giustizia, chi ha la ricetta si faccia avanti, il fatto è che le leggi ci sono ma chi li deve far applicare sono gli uomini e prima di arrivare alla verità assoluta ce ne vuole, il tragitto è lungo e diciamo tortuoso. No si può con un semplice articolo scritto da un uomo di strada come sono io parlare della giustizia in generale, per le notizie che sentiamo alla televisione ci danno un quadro non felice su questo argomento.
Speriamo che questo ramo dello stato non abbia flessioni evidenti e che i giudici possano applicare la legge in modo serio e trasparente e che la gente acquisti al meno fiducia nella giustizia e che la gente possa dire in futuro: giustizia è fatta.