adv

AZIENDE, SERVIZI, NOTIZIE E INFORMAZIONE DAL MUGELLO E DALLA VALDISIEVE. NEWS MUGELLO E VALDISIEVE, NOTIZIE DALLA VAL DI SIEVE E NOTIZIE DAL MUGELLO. AZIENDE DI PRODUZIONE, COMMERCIO, SERVIZI, NEWS E INFORMAZIONI DALLA VALDISIEVE E IL MUGELLO. NOTIZIE, TERRITORIO, CULTURA, MODA, SPORT, AGRITURISMO, VINO, PRODOTTI TIPICI TOSCANI. AZIENDE DI PRODUZIONE E VENDITA. PUBBLICITÀ E MARKETING TERRITORIALE.

Home  |  WebMail

SIEVE NEWS

AZIENDE E SERVIZI

PER SAPERNE DI PIÙ

FOTOGALLERY

SIEVE WEB TV

CHE TEMPO FA?

ORARIO TRENITALIA

COMMUNITY

LINKS E UTILITA'

ABOUT US

SERVIZI E MARCHI

HOME PAGE

SIEVE NEWS - NOTIZIE ED EVENTI IN VALDISIEVE E MUGELLO

Circolo Fratelli ROSSELLI VALDISIEVE
Periodico Laburista NOTIZIE

A cura della Redazione  |  E-Mail: rosselli.valdisieve@alice.it

 

      LABURISTA NOTIZIE - N.4 - AGOSTO 2005

                     16/9/2005 - PER UN NUOVO “RINASCIMENTO”

<<<

di Adriano Fratini*
ECONOMIA IN CRISI: LAVORARE INSIEME
Da tempo stiamo sostenendo l’illogicità di un sistema economico mondiale nel quale il 20% della popolazione utilizza l’80% della ricchezza mondiale.
Oggi siamo di fronte ad una diversa distribuzione territoriale delle produzioni e di una piccola parte delle ricchezze e questa condizione, in presenza di una riduzione della ricchezza mondiale, rende più poveri i paesi e gli abitanti di grande parte dell’Africa e parte dell’Asia e mette in rilievo le contraddizioni dell’Europa e dell’Italia.

Italia le cui scelte economiche hanno definito una diversa distribuzione del reddito favorita anche dall’introduzione dell’Euro. E’ aumentata la ricchezza della rendita fondiaria e quella dei soggetti economici che non subiscono la concorrenza esterna e possono liberamente incrementare i propri prezzi e onorari.
Questa miscela incendiaria che mina le attività agricole e manifatturiere, riduce la capacità di acquisto di beni e prodotti, porta il paese al rischio della recessione.
Prendere conoscenza di questa grave situazione e cercare di realizzare, su quello che è il terreno di nostra competenza, relazioni e obiettivi tesi a costruire una “competizione sinergica” è un imperativo per noi assoluto.
Fare sistema, impegnarsi a realizzare un nuovo rinascimento fiorentino. Rappresentare la storia, per noi ricca di opere e cultura e nel contempo ripensare settecento anni dopo scelte strategiche, condizioni di lavoro, risposte sociali con un’eticità e comportamenti relazionali che seguano un valore non solo immaginario ma concreto della nostra vita e del nostro territorio.
Per questo parlo di “nuovo rinascimento” riscoprire la cultura di “comunità” e di “interesse comune” prendere conoscenza che tutti i soggetti economici sono fondamentali per il rilancio economico e sociale del nostro territorio, della Toscana e dell’Italia.
E’ necessario comprendere i fattori che hanno permesso a tutta la provincia di essere ciò che oggi siamo.
Difendere e sviluppare l’esperienza fiorentina fatta di grandi imprese ma anche di migliaia di artigiani che lavorano per il sistema industriale.
Riuscire a sviluppare i fattori di competitività, dalla formazione al mercato del lavoro, dalla flessibilità contrattata alla sicurezza e legalità del lavoro.
Invertire la tendenza ormai storica di essere una città da sfruttare, così ben rappresentata dal sistema bancario.
Far assumere alle amministrazioni pubbliche l’importanza dei servizi alle imprese e alle famiglie, la necessità di fare scelte importanti sui rifiuti, sulla viabilità, sui trasporti.
Dobbiamo convincerci a convincere che le scelte per il nostro futuro sono legate alla consapevolezza che esso è fondamentale per la città, la provincia e la regione e non possiamo non partecipare alla sua definizione.
La decadenza o il declino di Firenze non realizza spazi che altri, in Toscana, possono utilizzare.
La storia ci insegna un riconoscimento fatto di grandi idee e grandi conflitti: ma oggi ci sono rimasti solo i conflitti.
Un nuovo Rinascimento che parte dal comune lavoro rispetto a obiettivi condivisi sarebbe il vero fatto rivoluzionario.

* Segretario Generale CISL Firenze