adv

AZIENDE, SERVIZI, NOTIZIE E INFORMAZIONE DAL MUGELLO E DALLA VALDISIEVE. NEWS MUGELLO E VALDISIEVE, NOTIZIE DALLA VAL DI SIEVE E NOTIZIE DAL MUGELLO. AZIENDE DI PRODUZIONE, COMMERCIO, SERVIZI, NEWS E INFORMAZIONI DALLA VALDISIEVE E IL MUGELLO. NOTIZIE, TERRITORIO, CULTURA, MODA, SPORT, AGRITURISMO, VINO, PRODOTTI TIPICI TOSCANI. AZIENDE DI PRODUZIONE E VENDITA. PUBBLICITÀ E MARKETING TERRITORIALE.

Home  |  WebMail

SIEVE NEWS

AZIENDE E SERVIZI

PER SAPERNE DI PIÙ

FOTOGALLERY

SIEVE WEB TV

CHE TEMPO FA?

ORARIO TRENITALIA

COMMUNITY

LINKS E UTILITA'

ABOUT US

SERVIZI E MARCHI

HOME PAGE

SIEVE NEWS - NOTIZIE ED EVENTI IN VALDISIEVE E MUGELLO

Circolo Fratelli ROSSELLI VALDISIEVE
Periodico Laburista NOTIZIE

A cura della Redazione  |  E-Mail: rosselli.valdisieve@alice.it

 

      LABURISTA NOTIZIE - N.4 - AGOSTO 2005

                     16/9/2005 - Fermare il terrorismo

<<<

di Alberto Trifoglio

Quale coscienza può giustificare gli atti di terrorismo a cui assistiamo e dai quali tutti possiamo essere colpiti!
Dentro di essa ci sono esseri che rifiutano la vita e che non appartengono alla razza umana; quale fanatismo religioso può spingere un individuo a farsi esplodere e togliere la sua vita e quella di persone che casualmente erano lì! Che simboli vogliono trasmettere, quello di impaurire i popoli?
Questi hanno sempre combattuto per la loro sopravvivenza e sono riusciti a superare ben altri ostacoli, guerre, calamità naturali, il terrorismo non fermerà nessuno, soltanto le vite stroncate! Donne, bambini, uomini inermi perché e quale fanatismo può ucciderli se non la non appartenenza a nessuna regola di vita umana.
Quale società di convivenza possono un giorno creare questi esseri che disprezzano indiscriminatamente la vita umana, nessuna!
Si creerebbe una società dove l’odio è la prima fede, dove l’umanità non sarebbe altro che in una continua lotta fratricida, cosa che bisogna cercare di evitare e sebbene la strada della convivenza tra i popoli della razza umana sia difficile la strada del terrorismo non porta da nessuna parte.
Chi siete voi terroristi che nel momento di far esplodere una bomba vi portate con voi esseri umani che niente hanno a che fare con la violenza, se volete combattere un tipo di società esprimetevi, parlate, alzate la vostra bandiera e dite i vostri pensieri, se la gente vi seguirà avrete ragione, se no sbagliate!
E non potete imprimere nella mente dei più la vostra idea di sola violenza. Parlate voi capi religiosi con i vostri paradisi (dove sono?) dite che questi atti non appartengono a nessun Dio, ditegli che così non fanno altro che seminare odio e che il più forte così sottometterà sempre il più debole cosa che non deve essere.
La storia ci ha detto che i popoli oppressi sono capaci di atti estremi, pur di sopravvivere, credo che lo farei anch’io se mi sentissi oppresso e subissi violenza da invasori o fanatici, ma una cosa è fare atti in cui si vuole la libertà e la difesa della propria vita una cosa è mettere una bomba in un autobus su gente innocente che non farà altro che inasprire la tensione tra i popoli e fare ancora più morti per arrivare ad un disegno di destabilizzazione e di scontro.
Bisogna usare il dialogo cercare tra gli uomini di buona volontà un accordo che soddisfi tutti, lo so che è difficile perché può succedere che una parte porti idee di un tipo di società più comunicativa quale è la nostra, ma questo vuol dire dunque che chi non appartiene a questa società la vorrebbe diversa o almeno in parte, è inutile che la Corea del Nord si barrichi nel comunismo assoluto minacciando con le bombe atomiche, è una strada sbagliata!
La gente libera non lo vorrebbe, solo un regime autoritario o una mente fanatica può condurre popoli o persone a fare atti contrari a principi di fratellanza, di scambio, di solidarietà. La strada è lunga ma se non verrà ostacolata da regimi che vogliono la guerra o fanatici religiosi che istigano promettendo paradisi per l’eternità forse ce la faremo ad avere un mondo senza violenze nell’intento comune di far crescere i nostri figli ed educarli ad apprezzare la vita creando benessere e pace. Alberto Trifoglio