adv

AZIENDE, SERVIZI, NOTIZIE E INFORMAZIONE DAL MUGELLO E DALLA VALDISIEVE. NEWS MUGELLO E VALDISIEVE, NOTIZIE DALLA VAL DI SIEVE E NOTIZIE DAL MUGELLO. AZIENDE DI PRODUZIONE, COMMERCIO, SERVIZI, NEWS E INFORMAZIONI DALLA VALDISIEVE E IL MUGELLO. NOTIZIE, TERRITORIO, CULTURA, MODA, SPORT, AGRITURISMO, VINO, PRODOTTI TIPICI TOSCANI. AZIENDE DI PRODUZIONE E VENDITA. PUBBLICITÀ E MARKETING TERRITORIALE.

Home  |  WebMail

SIEVE NEWS

AZIENDE E SERVIZI

PER SAPERNE DI PIÙ

FOTOGALLERY

SIEVE WEB TV

CHE TEMPO FA?

ORARIO TRENITALIA

COMMUNITY

LINKS E UTILITA'

ABOUT US

SERVIZI E MARCHI

HOME PAGE

SIEVE NEWS - NOTIZIE ED EVENTI IN VALDISIEVE E MUGELLO

Circolo Fratelli ROSSELLI VALDISIEVE
Periodico Laburista NOTIZIE

A cura della Redazione  |  E-Mail: rosselli.valdisieve@alice.it

 

      LABURISTA NOTIZIE - N.1 - FEBBRAIO 2006

                     4/3/2006 - Le tattiche del cavaliere

<<<

Volevo, in occasione delle prossime elezioni parlare delle tattiche (che a me sembra di intuire) del nostro presidente del consiglio per scalare e raggiungere i suoi obbiettivi.
Parliamo subito dicendo che lui la democrazia la soffre, gli piace navigarci in modo parassitario per i suoi affari ma spesso ne infrange le regole fino a cambiare a colpi di maggioranza quelle che non gli vanno bene, i suoi parlamentari raramente si oppongono al suo volere. Naturalmente per vincere bisogna far in modo che l’avversario sia anche contrastato, per questo ci vogliono persone giuste al posto giusto e anche persone che sappiano affondare attacchi, diciamo diversivi per confondere e distrarre l’attenzione della gente. Attraverso una strategia a lungo termine e con uomini sempre di più fidati si riesce a raggiungere il controllo di quello che è l’obbiettivo, ad esempio vogliamo controllare le sorti del calcio visto che ha interessi diretti in esso? Ci vogliono persone fidate che ti garantiscono il tuo interesse negli alti vertici, abbiamo guarda caso Galliani che sicuramente visto anche che cura gli interessi del Milan li farà valere. Nel contempo bisogna creare come dire confusione per distrarre l’attenzione della gente e concentrarla su cose anche false (vedi il caso telekom Serbia), o attacchi alla magistratura che fa il suo dovere salvo chiamarla quando fa comodo come il caso Unipol in cui il nostro presidente del consiglio sempre indaffarato a pensare alle cose sue ha trovato il tempo per andare a denunciare i suoi oppositori politici.
Quante cose avremmo noi da denunciare e che non sono state chiarite, sulla scalata al potere del nostro presidente, tutte cose andate in prescrizione, o con leggi apposta per cancellare il passato. Bisogna proprio essere innamorati di questo singolare ed unico personaggio che in tempi di democrazia alza così la voce e si inserisce nelle reti pubbliche quando e dove vuole osteggiando un comunismo avversario che porterebbe povertà e dittature.
La seduzione del cavaliere è forte, lui sa farsi vedere sempre sorridente e sempre in forma, a dimostrazione di una sua serenità interiore, seduce uomini e donne, capi di governo con inviti privati credendo così di risolvere con una apparente amicizia i problemi della azienda Italia!
Invece di usare la tattica dell’attacco ci dica a quanto è il deficit pubblico, ci dica a quanto sono dovute aumentare le tasse comunali per assicurare i servizi, ci dica quanti condoni ha fatto per raggranellare soldi, ci dica se l’Italia è retrocessa nella scena mondiale, ci dica quando avremo la ripresa che ci aveva promesso dopo poco mesi che si sarebbe insediato (l’Italia doveva partire come una locomotiva) e la sicurezza del posto di lavoro per i giovani e non quella precarietà che fa aumentare le occupazioni solo come statistiche. Speriamo che Lei perda e come ha perso in tutte le regioni d’Italia.
Spero solo torni la democrazia, visto che Lei ha avuto cinque anni per smascherare comunisti, grossa criminalità, e tante altre cose come quella anche di accusare gli innocenti (caso Telekom Serbia), per distogliere l’attenzione su una contesa che dovrebbe essere franca ed onesta con le regole dettate dai padri della democrazia, sul sangue di chi ha combattuto il fascismo, che non tollerava come il comunismo reale gli oppositori, per dare un parlamento democratico in cui anche le destre potessero parlare ed imparare il vivere democratico. Il futuro Italia con Lei sarà molto incerto e difficile. A.T