adv

AZIENDE, SERVIZI, NOTIZIE E INFORMAZIONE DAL MUGELLO E DALLA VALDISIEVE. NEWS MUGELLO E VALDISIEVE, NOTIZIE DALLA VAL DI SIEVE E NOTIZIE DAL MUGELLO. AZIENDE DI PRODUZIONE, COMMERCIO, SERVIZI, NEWS E INFORMAZIONI DALLA VALDISIEVE E IL MUGELLO. NOTIZIE, TERRITORIO, CULTURA, MODA, SPORT, AGRITURISMO, VINO, PRODOTTI TIPICI TOSCANI. AZIENDE DI PRODUZIONE E VENDITA. PUBBLICITÀ E MARKETING TERRITORIALE.

Home  |  WebMail

SIEVE NEWS

AZIENDE E SERVIZI

PER SAPERNE DI PIÙ

FOTOGALLERY

SIEVE WEB TV

CHE TEMPO FA?

ORARIO TRENITALIA

COMMUNITY

LINKS E UTILITA'

ABOUT US

SERVIZI E MARCHI

HOME PAGE

SIEVE NEWS - NOTIZIE ED EVENTI IN VALDISIEVE E MUGELLO

Circolo Fratelli ROSSELLI VALDISIEVE
Periodico Laburista NOTIZIE

A cura della Redazione  |  E-Mail: rosselli.valdisieve@alice.it

 

      LABURISTA NOTIZIE - N.2 - APRILE 2006

                     19/5/2006 - RIFIUTI: IMPATTO POLITICO……

<<<

Sull’argomento Trattamento dei Rifiuti Solidi Urbani e sulla decisione ormai in fase operativa di AER e dei Comuni interessati (Valdisieve e Alto Valdarno Fiorentino) di sostituire l’attuale inceneritore di Selvapiana (Rufina) con un nuovo impianto di grandezza maggiore, si sono tenute negli ultimi mesi alcune Assemblee/Riunioni pubbliche e il Consiglio Comunale Aperto a Pontassieve.
Alcuni di tali incontri (formali e “dovuti”) sono stati tenuti dagli Enti Locali e AER (a favore dell’ampliamento) e altri promossi da Organizzazioni Spontanee e Partiti (contrari all’approccio di incenerire i rifiuti solidi urbani).
Abbiamo già trattato l’argomento sul numero di Febbraio e intendiamo ora richiamare l’attenzione su alcuni punti emersi durante gli incontri suddetti e in particolare nell’ultima Assemblea di Aprile a Rufina dove AER ha presentato alla popolazione, come prevede l’iter di legge, il Progetto Definitivo, al quale seguirà la stesura del Progetto Esecutivo, una volta espletati tutti i passaggi burocratici/legali inclusa la Valutazione di Impatto Ambientale. Formalmente era il momento corretto per presentare tali dati, ma se si fossero anticipati mesi fa, anche con un’assemblea informale, gli stessi dati alla popolazione quando erano già disponibili, forse sarebbe stato un segno di correttezza MAGGIORE alla partecipazione democratica su tali grandi scelte.
Impatti Ambientali – I consulenti tecnici di AER hanno presentato i dati dei loro studi in modo estremamente dettagliato. Apparentemente nessun timore, a parte l’assenza di dati ed analisi sulle nanoparticelle inferiori alle PM10. I timori sui vari aspetti di impatto ambientale del nuovo impianto sono oggetto principale di dibattito in corso presso il Comune di Rufina, sul cui territorio insiste l’impianto. Il Sindaco ha indetto un FORUM specifico con partecipazione aperta ai contributi tecnico/scientifici di chiunque e’ interessato e sensibile al problema.
Raccolta Differenziata – L’obiettivo indicato dal Piano Provinciale dei Rifiuti e’ di raggiungere il 55% entro il 2010 (attualmente è certificato in area un risultato del 35% totale).
Nelle Assemblee tenute da AER/Comuni non e’ stato presentato un Piano Logistico di come si pensa di arrivare a tale risultato in 4 anni.
Le esperienze della raccolta porta a porta in zona hanno dato nel passato pessimi risultati: gestione improvvisata con disagi insopportabili per gli utenti o indifferenza dei cittadini al problema per scarsa informazione e loro preparazione al cambiamento?
Occorrerebbe coinvolgere da ora la popolazione su un Piano preciso e concordato per essere pronti al momento del lancio delle nuove iniziative di differenziazione più spinta.
Conto Economico -. Nell’ambito di una corretta partecipazione popolare alle scelte, sarebbe opportuno essere trasparenti su come sarà finanziata l’opera e quali saranno i costi di capitale e interessi a carico di AER e in ricaduta ai Comuni che detengono il 95% della sua proprietà.
Non sono stati resi in pubblico i dati economici sull’impatto che la scelta dell’inceneritore avrà sulla gestione di AER e della loro ricaduta (positiva o negativa) sulle tariffe future a carico dei cittadini. Va rammentato che sono stati inseriti Nei minori costi di gestione i ricavi (e per questo il neologismo di chiamare “TERMOVALORIZZATORE” un inceneritore) derivanti dalla vendita all’ENEL dell’energia elettrica prodotta sfruttando i cosiddetti “CERTIFICATI VERDI”. Ovvero una renumerazione ENEL di circa Eurocent 45 al KWh, contro un costo medio di Eurocent 10-15/Kwh pagato mediamente dagli utenti. Il contributo per finanziare tali “ certificati verdi” è prelevato sulle bollette di tutti gli utenti ENEL quale contributo ad hoc.
I “CERTIFICATI VERDI” erano previsti dalla CEE destinati correttamente a chi produce energia elettrica tramite investimenti specifici sulle fonti d energia rinnovabili: Tipicamente fotovoltaico ed eolico.
Il Governo Berlusconi ha ribadito come fonte rinnovabile anche l’incenerimento dei rifiuti che produce energia.
Alternative di Gestione dei Rifiuti - Non sono state presentate soluzioni alternative all’attuale decisione di incenerire i rifiuti, presentata come possibile e unica soluzione per il nostro ambito. Le soluzioni alternative potrebbero avere un impatto diverso in termini di minori costi e di maggior occupazione rispetto alla soluzione dell’incenerimento.
Siamo certi che tali alternative saranno sicuramente oggetto di analisi approfondita nell’ambito del FORUM suddetto gestito dal Comune di Rufina.