adv

AZIENDE, SERVIZI, NOTIZIE E INFORMAZIONE DAL MUGELLO E DALLA VALDISIEVE. NEWS MUGELLO E VALDISIEVE, NOTIZIE DALLA VAL DI SIEVE E NOTIZIE DAL MUGELLO. AZIENDE DI PRODUZIONE, COMMERCIO, SERVIZI, NEWS E INFORMAZIONI DALLA VALDISIEVE E IL MUGELLO. NOTIZIE, TERRITORIO, CULTURA, MODA, SPORT, AGRITURISMO, VINO, PRODOTTI TIPICI TOSCANI. AZIENDE DI PRODUZIONE E VENDITA. PUBBLICITÀ E MARKETING TERRITORIALE.

Home  |  WebMail

SIEVE NEWS

AZIENDE E SERVIZI

PER SAPERNE DI PIÙ

FOTOGALLERY

SIEVE WEB TV

CHE TEMPO FA?

ORARIO TRENITALIA

COMMUNITY

LINKS E UTILITA'

ABOUT US

SERVIZI E MARCHI

HOME PAGE

SIEVE NEWS - NOTIZIE ED EVENTI IN VALDISIEVE E MUGELLO

Circolo Fratelli ROSSELLI VALDISIEVE
Periodico Laburista NOTIZIE

A cura della Redazione  |  E-Mail: rosselli.valdisieve@alice.it

 

      LABURISTA NOTIZIE - N.2 - APRILE 2006

                     19/5/2006 - LIBERTA' RELIGIOSA

<<<


di Valdo Spini
Libertà religiosa: cinque punti per il nuovo Governo e Parlamento


La libertà religiosa è il presupposto per il rispetto di tutte le libertà e dei diritti umani e civili. La legislatura trascorsa è stata un esempio di inerzia colpevole in questo campo per precise responsabilità del centro destra. La prossima legislatura dovrà vedere invece una vigorosa iniziativa per l’attuazione della Costituzione nei confronti di tutte le confessioni religiose, nonché per garantire la convivenza e il dialogo con il mondo dell’immigrazione. Tutto questo dovrà concretizzarsi in cinque impegni che attendono governo e parlamento nella prossima legislatura, la XV, del parlamento repubblicano:
1- la prossima legislatura dovrà riaffermare il rigoroso rispetto della lettera e dello spirito della Costituzione italiana, del Nuovo Concordato e delle Intese già stipulate nei rapporti tra Stato e Chiese mettendo fine alla loro sistematica manomissione della laicità dello stato compiuta dal centro destra a cominciare dal campo della scuola;
2- si chiederà prioritariamente al nuovo governo di ripresentare subito il progetto di legge sulla Libertà religiosa nel testo definito dalla Commissione Affari Costituzionali della Camera nel 2001 (vedi A.C Spini ed altri n. 1576 del 14 settembre 2001) opportunamente aggiornata. Tale adempimento è urgente e necessario anche per dare un primo immediato assetto alle relazioni con l’Islam la cui presenza religiosa oggi in Italia non è regolata da alcun idoneo provvedimento;
3- sarà compito del governo ripresentare immediatamente al Parlamento i testi delle quattro Intese già firmate dai vari Presidenti del Consiglio in carica e non approvate o non inviate in parlamento (intese con i testimoni di Geova e l’Unione Buddista italiana, modifica all’intese con la Chiesa Valdese e la Chiesa Avventista);
4- il governo dovrà provvedere alla firma delle altre quattro Intese già definite dalle relative Commissioni e siglate dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri e che sono rimasti misteriosamente ferme (Chiesa Greco-Ortodossa; Chiesa Apostolica; Chiesa dei Santi di Gesù Cristo; Unione Induista Italiana) e a tradurle in disegni di legge da presentare in parlamento;
5- il governo dovrà avviare le trattative per le Intese con le Confessioni religiose che ne facciano richiesta e che abbiano i requisiti necessari.
Una piattaforma di laicità è il presupposto per il dispiegarsi di un positivo dialogo tra le confessioni religiose. Su una tale piattaforma tutto il centro sinistra deve sentirsi impegnato.