adv

AZIENDE, SERVIZI, NOTIZIE E INFORMAZIONE DAL MUGELLO E DALLA VALDISIEVE. NEWS MUGELLO E VALDISIEVE, NOTIZIE DALLA VAL DI SIEVE E NOTIZIE DAL MUGELLO. AZIENDE DI PRODUZIONE, COMMERCIO, SERVIZI, NEWS E INFORMAZIONI DALLA VALDISIEVE E IL MUGELLO. NOTIZIE, TERRITORIO, CULTURA, MODA, SPORT, AGRITURISMO, VINO, PRODOTTI TIPICI TOSCANI. AZIENDE DI PRODUZIONE E VENDITA. PUBBLICITÀ E MARKETING TERRITORIALE.

Home  |  WebMail

SIEVE NEWS

AZIENDE E SERVIZI

PER SAPERNE DI PIÙ

FOTOGALLERY

SIEVE WEB TV

CHE TEMPO FA?

ORARIO TRENITALIA

COMMUNITY

LINKS E UTILITA'

ABOUT US

SERVIZI E MARCHI

HOME PAGE

SIEVE NEWS - NOTIZIE ED EVENTI IN VALDISIEVE E MUGELLO

Circolo Fratelli ROSSELLI VALDISIEVE
Periodico Laburista NOTIZIE

A cura della Redazione  |  E-Mail: rosselli.valdisieve@alice.it

 

      LABURISTA NOTIZIE - N.3 - GIUGNO 2006

                     15/6/2006 - LUCIANO MOGGI

<<<

di Maurizio Cresci
C’era una volta un ferroviere….
Breve storia di Luciano Moggi, dalla paletta a D.G. della Juventus

L
uciano Moggi nasce a Monticiano in provincia di Siena il 10 luglio 1937, il calcio è da sempre stato la sua passione, prova anche a fare il calciatore, ma con scarsissimi risultati e siccome Moggi deve pur mangiare, partecipa ad un concorso delle Ferrovie dello Stato, lo vince e viene assegnato alla stazione di Civitavecchia in qualità di assistente di stazione, ma Luciano è uno sveglio e ben presto arriva la promozione a Capo Gestione.
Ora che i pasti sono assicurati nei momenti liberi Luciano torna al suo amore per il pallone, inizia a fare l’ osservatore per conto di società laziali e toscane, si dimostra subito bravo tanto da attirare l’ attenzione di Italo Allodi, che lo scrittura alla Juve e il lavoro di Moggi non si fà certo attendere, trova giovani che diventeranno famosi: Causio, Rossi, Gentile e Scirea.
Nasce così la leggenda del Paletta o del Capostazione, soprannomi creati dai primi detrattori.
A questo punto Moggi capisce che il suo futuro è solo il calcio, approfitta di una legge e agguanta lo status di baby pensionato.
Succede però che in casa bianconera non comanda più Allodi, ma Boniperti e cosi Moggi passa alla Roma, dove firma il suo primo grande colpo acquistando Pruzzo,siamo nel 1978.
Alla Roma si narra che Moggi compia il suo primo atto da furbetto, novembre 1979, Luciano si fa beccare a cena la sera di un sabato vigilia di Roma Ascoli con l’arbitro della partita, la Roma vince, l’Ascoli denuncia l’accaduto, Moggi si difende sostenendo che si è trattato di un incontro casuale, ma Dino Viola, nuovo Presidente della società giallorosa ne approfitta per liberarsi di lui che si trasferisce sulla sponda capitolina opposta, alla Lazio.
Siamo al 1980 scoppia il primo scandalo scommesse e Moggi non viene nemmeno sfiorato dalla vicenda, lasciata la Lazio và al Torino, ci resta per cinque anni con alterni risultati.
Nel 1987 lo troviamo al Napoli di Maradona che ha appena conquistato il primo scudetto, saranno cinque anni intensissimi con Moggi costretto a vivere con le bizze del fuoriclasse argentino, Moggi tiene su la baracca fino a, quando Maratona cocainomane viene squalificato e si rifugia in Argentina, è la fine del grande Napoli e Moggi torna al Torino di Gian Mauro Borsano, finanziere legato a Bettino Craxi, al punto che diventerà Deputato del Psi.
E qui Luciano qualcuna ne combina, un giorno ingaggia tre minorenni ghanesi e per aggirare le norme li fa assumere come fattorini, nel 1991 viene accusato di ammorbidire le terne arbitrali di coppa Uefa con cene, regali e disinvolte accompagnatrici.
La Procura indaga, Moggi viene interrogato, ma la cosa finisce con l’archiviazione.
Finita l’esperienza granata Moggi torna alla Roma divisa in
due fra Sensi e Mezzaroma.
Nel novembre 1993 Sensi si erge a unico proprietario e si libera di lui.
Primavera 1994, rivoluzione alla Juventus, nasce la triade, Moggi è il D.G. con delega al mercato.
Moggi dà il meglio di se un giorno del 1997, lo chiama Gianni Agnelli “Caro Moggi è vero che abbiamo venduto Vieri all’Atletico Madrid?” “No Avvocato sono fandonie dei giornali”.
Poche ore più tardi l’annuncio ufficiale: Vieri all’Atletico Madrid.
Agnelli divertito ”Moggi ha mentito anche a me”.
12 anni di Juve, 12 anni di successi, tante polemiche, si parla di sudditanza psicologica da parte degli arbitri, oggi si scopre che potrebbe esserci molto di più, e il resto è storia di questi giorni, le accuse per Moggi pesano come macigni, Berlusconi oltre che a ricontare i voti elettorali scopre che gli mancano due scudetti, chissà cosa penserà Moratti!
Il pentolone calcio è appena scoperchiato, qualcuno ha deciso di buttare la pasta, già ma chi? Noi auguriamo ai giudici incaricati dell’inchiesta un buon lavoro.
Maurizio Cresci