adv

AZIENDE, SERVIZI, NOTIZIE E INFORMAZIONE DAL MUGELLO E DALLA VALDISIEVE. NEWS MUGELLO E VALDISIEVE, NOTIZIE DALLA VAL DI SIEVE E NOTIZIE DAL MUGELLO. AZIENDE DI PRODUZIONE, COMMERCIO, SERVIZI, NEWS E INFORMAZIONI DALLA VALDISIEVE E IL MUGELLO. NOTIZIE, TERRITORIO, CULTURA, MODA, SPORT, AGRITURISMO, VINO, PRODOTTI TIPICI TOSCANI. AZIENDE DI PRODUZIONE E VENDITA. PUBBLICITÀ E MARKETING TERRITORIALE.

Home  |  WebMail

SIEVE NEWS

AZIENDE E SERVIZI

PER SAPERNE DI PIÙ

FOTOGALLERY

SIEVE WEB TV

CHE TEMPO FA?

ORARIO TRENITALIA

COMMUNITY

LINKS E UTILITA'

ABOUT US

SERVIZI E MARCHI

HOME PAGE

SIEVE NEWS - NOTIZIE ED EVENTI IN VALDISIEVE E MUGELLO

Circolo Fratelli ROSSELLI VALDISIEVE
Periodico Laburista NOTIZIE

A cura della Redazione  |  E-Mail: rosselli.valdisieve@alice.it

 

      LABURISTA NOTIZIE - N.6 - DICEMBRE 2006

                     23/12/2006 - Incoerenze politiche

<<<

lettere
Negli ultimi tempi capita sempre più spesso di leggere articoli nei quali vengono riportate le proteste di cittadini per le scelte degli Amministratori (Sindaci, Presidenti delle Province, Governatori), perché queste scelte vengono fatte in modo poco democratico e cioè senza informare nessuno. Si decide e basta. Questo ovviamente non può essere accettato.
Per giustificare la fretta nelle decisioni, si presenta l’Italia come un Paese sempre in emergenza: C’è l’emergenza dell’energia elettrica per un blak out di un giorno e si ricomincia a parlare di nucleare, senza però mettere in atto politiche per la produzione di energia alternativa come viene fatto in altri paesi (vedi Germania) con pannelli solari, centrali eoliche, ecc; Arriva meno gas per beghe politiche dai paesi che lo forniscono e si parla di nuovo di emergenza proponendo gassificatori. Molti tecnici sostengono che, specialmente sull’acqua, possono essere molto pericolosi, ma si cerca di andare avanti lo stesso; C’è l’emergenza rifiuti e subito si pensa agli inceneritori. Nella nostra regione siamo particolarmente bravi perché se non ricordo male, se ne prevedono 13. Ma se tutti i comuni facessero seriamente la raccolta differenziata a cosa servirebbero tutti questi impianti? Perché non si pensa a sistemi alternativi come gli impianti a freddo, e perché non si fanno leggi che impongono alle aziende e ai supermercati imballaggi meno ingombranti e fatti con materiali riciclabili? Basterebbe volerlo seriamente.
Ma i nostri Amministratori hanno fretta, devono decidere, sono pagati per decidere come ebbe a dire il Presidente della Provincia di Firenze nel corso di una seduta del Consiglio Provinciale. Devono farlo infatti, ma nell’interesse dei cittadini, della loro sicurezza e se c’è un minimo dubbio che un impianto possa metterla in pericolo il dovere di informarsi e scegliere per il meglio. Il fatto di essere stati eletti, non li rende infallibili e non possono gestire il territorio come fosse una proprietà di cui disporre.
A questo proposito mi sono molto meravigliata sentendo nel telegiornale Regionale (RAITRE) in occasione della manifestazione “Wine e fashion” svoltasi il 26 ottobre a Palazzo Vecchio, il sindaco Mairaghi decantare le azioni della sua Amministrazione volte alla valorizzazione turistica, agricola ed ambientale della Val di Sieve, che per questo poteva produrre un vino di ottima qualità. In questa valle infatti vivono persone, lavorano persone, e ci sono infatti aziende che producono olio e vino di pregio e portano in nome della valle nel mondo, ma questo sindaco pensa davvero che collocare un mega inceneritore con notevole impatto ambientale e sanitario in mezzo a vigneti e uliveti sia un modo di valorizzare l’ambiente e proteggere oltre la salute gli interessi dei cittadini?
Comincio a pensare che l’idea di considerare i cittadini bambini di quinta elementare e nemmeno tanto bravi non sia solo di Berlusconi.
Vorrei infine ricordare che anche il nostro Papa Benedetto XVI, resosi conto di essere stato poco prudente nel citare Michele Paleologo sull’Islam, ha avuto l’umiltà di dichiararsi “rammaricato”. Ai nostri Amministratori al contrario, malgrado le scelte infelici, di rammaricarsi non succede mai.
Francesca Baldini