adv

AZIENDE, SERVIZI, NOTIZIE E INFORMAZIONE DAL MUGELLO E DALLA VALDISIEVE. NEWS MUGELLO E VALDISIEVE, NOTIZIE DALLA VAL DI SIEVE E NOTIZIE DAL MUGELLO. AZIENDE DI PRODUZIONE, COMMERCIO, SERVIZI, NEWS E INFORMAZIONI DALLA VALDISIEVE E IL MUGELLO. NOTIZIE, TERRITORIO, CULTURA, MODA, SPORT, AGRITURISMO, VINO, PRODOTTI TIPICI TOSCANI. AZIENDE DI PRODUZIONE E VENDITA. PUBBLICITÀ E MARKETING TERRITORIALE.

Home  |  WebMail

SIEVE NEWS

AZIENDE E SERVIZI

PER SAPERNE DI PIÙ

FOTOGALLERY

SIEVE WEB TV

CHE TEMPO FA?

ORARIO TRENITALIA

COMMUNITY

LINKS E UTILITA'

ABOUT US

SERVIZI E MARCHI

HOME PAGE

SIEVE NEWS - NOTIZIE ED EVENTI IN VALDISIEVE E MUGELLO

Circolo Fratelli ROSSELLI VALDISIEVE
Periodico Laburista NOTIZIE

A cura della Redazione  |  E-Mail: rosselli.valdisieve@alice.it

 

      LABURISTA NOTIZIE - N.6 - DICEMBRE 2006

                     23/12/2006 - EDITORIALE

<<<

Siamo ormai alle ultime battute di questo anno e ci pare doveroso fare alcune brevi riflessioni su questo trascorso e per quello che verrà.
Innanzi tutto come non ricordare la vittoria dell’Unione nelle elezioni politiche del 9, 10 aprile scorso, anche se di misura. Vittoria che ha portato finalmente un vento nuovo nel nostro Paese, sotto tutti i punti di vista, anche se con un avvio abbastanza faticoso, in modo particolare dovuto alla necessità di rientrare nei parametri della Comunità Economica Europea, a causa del nostro deficit di bilancio, ereditato dal governo uscente di centrodestra.
Il referendum sulla riforma costituzionale, che con la vittoria dei “NO”, alla modifica della costituzione, gli italiani hanno risposto in un modo inequivocabile al tentativo di scardinare il Paese.
Poi, a parte la parentesi del decreto cosiddetto “Bersani”, tutto l’impegno politico parlamentare dell’Unione e del governo Prodi, è stato occupato dalla Finanziaria 2007. Finanziaria che ha mostrato tutti i limiti di questa coalizione. Nello scorso numero di questo giornale, il titolo dell’articolo al riguardo, era emblematico.
Difatti sia per la vastità della manovra, sia per il taglio “molto ragionieristico”, ha scontentato una vasta platea di cittadini, anche di quelli dell’Unione. Perché dopo cinque anni di governo Berlusconi, gli elettori del centrosinistra, in special modo, gli operai, i pensionati, i lavoratori precari, queste categorie più svantaggiate, si aspettavano qualcosa di più, compresa una maggiore attenzione.
Perciò l’anno nuovo dovrà veramente essere il momento di realizzazione di almeno di alcune parti del programma elettorale dell’Unione, quali:
• Una nuova legge elettorale, con più potere agli elettori, come il ripristino delle preferenze;
• Una nuova legge sul conflitto d’interesse;
• Abrogazione delle leggi cosiddette a personam come; depenalizzazione del falso in bilancio, abolizione della tassa di successione per i grandi patrimoni; riforma delle rogatorie internazionali ecc.
• La modifica della legge “30” (cosiddetta Biagi);
• La riforma della Televisione.
Inoltre si dovrà avere molta attenzione, quando saranno affrontati i capitoli sui “servizi pubblici” e quelli di interesse pubblico (vedi concorrenza e pensioni). Questi sono temi portati avanti con troppo impeto dal Fondo Monetario Internazionale e dalla Confindustria nostrana. Qui si vedrà quale politica porterà avanti questo Governo, “quella moderata”, o quella di vero cambiamento e nell’interesse per le classi popolari.
Inoltre nel prossimo anno un argomento di rilievo sarà quello sul cosiddetto “Partito Democratico” e la svolta dell’UDC di Casini.
Temi e argomenti che certamente cambieranno il panorama politico italiano, con quali conseguenze è difficile ora sapere, certo che nel prossimo anno potrebbe trovare compimento la transizione politica iniziata nel 1994 con la fine della prima Repubblica.
In questo riassetto politico, - se avverrà – può trovare soluzione anche la sinistra, con la nascita di un grande partito progressista e socialista, ancorato al Socialismo Europeo.