adv

AZIENDE, SERVIZI, NOTIZIE E INFORMAZIONE DAL MUGELLO E DALLA VALDISIEVE. NEWS MUGELLO E VALDISIEVE, NOTIZIE DALLA VAL DI SIEVE E NOTIZIE DAL MUGELLO. AZIENDE DI PRODUZIONE, COMMERCIO, SERVIZI, NEWS E INFORMAZIONI DALLA VALDISIEVE E IL MUGELLO. NOTIZIE, TERRITORIO, CULTURA, MODA, SPORT, AGRITURISMO, VINO, PRODOTTI TIPICI TOSCANI. AZIENDE DI PRODUZIONE E VENDITA. PUBBLICITÀ E MARKETING TERRITORIALE.

Home  |  WebMail

SIEVE NEWS

AZIENDE E SERVIZI

PER SAPERNE DI PIÙ

FOTOGALLERY

SIEVE WEB TV

CHE TEMPO FA?

ORARIO TRENITALIA

COMMUNITY

LINKS E UTILITA'

ABOUT US

SERVIZI E MARCHI

HOME PAGE

SIEVE NEWS - NOTIZIE ED EVENTI IN VALDISIEVE E MUGELLO

Circolo Fratelli ROSSELLI VALDISIEVE
Periodico Laburista NOTIZIE

A cura della Redazione  |  E-Mail: rosselli.valdisieve@alice.it

 

      LABURISTA NOTIZIE - N.2 - APRILE 2007

                     24/5/2007 - NUOVA LEGGE ELETTORALE

<<<

di Valdo Spini
I motivi di una nuova legge elettorale

La democrazia si basa sulla legge del numero. E i numeri per il centrosinistra al Senato non c'erano. Si è fatto finta che ci fossero non pensando nemmeno di concedere la presidenza del Senato a un qualificato esponente dell'opposizione.
Ma poi i problemi sono arrivati, e sono arrivati sul delicatissimo terreno della politica estera. Non c'è dubbio che il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano abbia fatto bene a chiedere al governo di verificare l'esistenza di una maggioranza politica, che è stata positivamente verificata; così il governo Prodi ha ripreso il suo cammino. Ma non c'è da farsi illusioni: siamo di fronte a un sentiero molto stretto e ci attendono delle prove molto difficili. Per questo il tema della nuova legge elettorale è balzato prepotentemente al nostro orizzonte.
La legge elettorale è determinante per il buon funzionamento delle istituzioni e delle stesse forze politiche. Quella fatta approvare nella scorsa legislatura dalla maggioranza di centro destra ha rappresentato e rappresenta una vera e propria bomba ad orologeria, in particolare per la stabilità dei governi e delle coalizioni che li sostengono. Non solo, ma tagliando ogni rapporto tra eletti ed elettori, sia esso espresso con le preferenze o invece, come sembra più opportuno, con la rappresentanza di collegi uninominali, la legge elettorale ha fortemente concorso all'indebolimento delle istituzioni, in particolare di quella parlamentare, che riteniamo fondamentale per la difesa e lo sviluppo della democrazia nel nostro paese. E' ora di scegliere con decisione un modello elettorale consolidato.
Le nostre preferenze vanno a quello francese, con la reintroduzione del collegio uninominale e con il sistema del doppio turno, che consente alleanze chiare e limpide tra le forze politiche di cui l'elettorato stesso è protagonista. Un sistema maggioritario che chi scrive ha proposto nella forma di un sistema temperato dalla riserva di un 25% di posti da assegnare con il sistema proporzionale, prevedendo uno sbarramento al 5%. Ma se questo sistema non trovasse i necessari consensi credo che un sistema accettabile potrebbe essere quello tedesco, naturalmente se dotato dei due pilastri del meccanismo della sfiducia costruttiva (che difende la stabilità di governo) e dello sbarramento del 5%, che impedisce la frammentazione esasperata del sistema politico. Il tema della nuova legge elettorale non è un tema verticistico, per pochi iniziati. E' un tema che riguarda la base del paese, il modo di fare politica, la stessa efficacia delle pronunce elettorali popolari. Proprio per questo lo riteniamo un obiettivo politico di prima grandezza, da perseguire con priorità. Ne beneficerà il rapporto con la nostra base politica e sociale.
Valdo Spini